Conversione delle valute estere / commissione interchange

Conversione delle valute estere

Ogni carta UBS è conteggiata in una determinata valuta, per esempio in franchi svizzeri. Le transazioni in altre valute vengono convertite al corso delle divise del giorno precedente alla data di registrazione (carte di credito) o del momento della contabilizzazione (carte di debito). Il corso delle divise comprende una maggiorazione.

Commissione Interchange

In qualità di emittente della carta, UBS può ricevere dall’acquirer una commissione Interchange per le transazioni con una carta UBS. L’acquirer è l’azienda che regola contrattualmente con gli esercizi convenzionati (negozi, hotel, ristoranti, ecc.) l’impiego di carte come mezzi di pagamento.

La commissione Interchange copre, tra l’altro, i costi di UBS per l’elaborazione delle transazioni e i rischi legati alla concessione di credito, salvo che questi non siano già coperti dai prezzi o dalle commissioni, in conformità a liste e schede informative di prodotto. L’ammontare della commissione Interchange, calcolato su un importo fisso e/o in percentuale dell’importo della transazione, dipende da diversi fattori, come il Paese in cui si utilizza la carta, il tipo di carta, il tipo di esecuzione della transazione, ecc.

Per le carte di debito, le commissioni Interchange correnti in Svizzera sono comprese tra CHF 0.00 e un massimo di CHF 0.55.

All’estero, la commissione Interchange si compone di una parte fissa (tra EUR 0.05 e EUR 0.15) e una variabile (tra lo 0,16% e l’1,6%).

Sono possibili modifiche in ogni momento.