Pagare all’estero Le vostre finanze sono pronte per le vacanze?

Le ferie arrivano velocemente. Perciò, ancor prima di fare le valigie, prendete il vostro portafoglio. Otto "impagabili" consigli.

di UBS Sapere 04 giu 2019

Immagine: istockphoto

Il programma di viaggio è chiaro: l’aereo parte alle 6:30 di mattina. La sera prima passate meticolosamente in rassegna la lista di ciò che va in valigia. Ovviamente la crema solare e lo spray contro gli insetti non devono rimanere a casa. Ma ancora più importante è dare una controllata ai documenti di viaggio, alle carte di credito e ai soldi. E a questo proposito ci sono alcuni punti da considerare.

1. Consegna a domicilio dei soldi per le vacanze

Fosse solo per acquistare un souvenir a una bancarella o per lasciare una mancia al personale dell’hotel, avrete bisogno di contanti nella moneta del paese meta delle vostre vacanze. Per procurarvelo non dovete però necessariamente passare in banca. Infatti, con l’UBS E-Banking o l’app UBS Mobile Banking potete ordinare circa 75 valute estere in tutta comodità. Basta selezionare "Pagamenti", fare clic su "Ordinare moneta estera" e i soldi vi arriveranno a casa entro uno o due giorni lavorativi, gratuitamente e assicurati contro lo smarrimento.

Immagine: istockphoto

2. Banconote sì o banconote no?

In vacanza il detto "Solo i contanti contano" vale quel che vale. I contanti rubati sono difficili da ricuperare. Inoltre, avere nel portafogli solo banconote di grosso taglio è poco pratico. Infatti, per paura delle contraffazioni, in molti paesi (in special modo fuori dall’UE) commercianti, ristoranti e tassisti non le vedono di buon occhio. Perciò, portando con voi qualche banconota di piccolo taglio, eviterete spiacevoli complicazioni.

3. Le carte vincenti

Stiamo parlando delle carte di credito, ormai un must utile quando si è in vacanza. Infatti, in tutto il mondo costituiscono un comodo mezzo di pagamento, talvolta addirittura indispensabile per prenotare alberghi e automobili. Ad esempio, alcune società di autonoleggio, tra cui Europcar, rinunciano addirittura alla consueta cauzione e offrono sconti supplementari se si paga con la carta di credito.

Inoltre sono più sicure dei contanti. Infatti, bloccare la vostra carta in caso di perdita o furto è facilissimo. Così il danno si riduce alla sola perdita di un pezzo di plastica, perché il vostro denaro rimane al sicuro.

4. Una bella sensazione di sicurezza

Consideriamo uno dei casi peggiori: state facendo un giro per il mercato. Vi sedete a un bar per riposarvi un attimo e di colpo vi rendete conto che la vostra carta di credito è sparita. Niente panico, non ce n’è motivo: bloccate semplicemente la carta tramite l’app UBS Mobile Banking e ordinate gratuitamente una carta sostitutiva con consegna a domicilo.

Inoltre, per avere le vostre finanze sotto controllo in qualsiasi momento, potrete richiedere di ricevere per SMS, e-mail o tramite la funzione di notifiche push le informazioni relative ai movimenti della carta di credito nonché agli addebiti e accrediti sul conto. Scegliete nell’UBS E-Banking o nell’app UBS Mobile Banking ciò che è più comodo per voi.

Anche se decidete di staccare completamente la spina durante le vacanze, gli emittenti di carte di credito come UBS sono sempre all’erta. Infatti, un sofisticato sistema di allerta rapida rileva immediatamente ogni transazione sospetta e al minimo dubbio UBS vi contatterà, prima che subiate danni. L’hotline è a vostra disposizione 24 ore su 24. Salvate il numero sul vostro smartphone: +41 44 828 31 35.

5. Se doveste arrivare al limite…

A prescindere che siate su un’isola o in montagna avrete la vostra banca nel palmo della mano. Infatti, grazie all’app UBS Mobile Banking, potrete sbrigare ogni operazione e tenere sotto controllo le vostre spese. Inoltre, se doveste superare l’importo mensile a disposizione sulla vostra carta di credito, basterà aumentarlo andando al menu "Pagamento a una carta".

Immagine: istockphoto

6. Due sono meglio di una

Con gli smartphone ci siamo abituati a fare il "backup". E anche per le carte di credito conviene avere una soluzione di riserva: portate quindi con voi una seconda carta e se perdete quella che avete in tasca o se dovesse essere difettosa, avrete un altro asso nella manica. Se non avete una seconda carta, potete ordinarla gratuitamente prima della partenza. Consiglio per la seconda carta: conservatela nella cassaforte dell’albergo.

7. Così non resterete mai al verde

Cos’altro manca per rendere perfetto questo vademecum per le vacanze? Una carta di debito! Infatti, se vi servisse del contante, è più economico procurarvelo tramite carta di debito e non di credito.

8. Scegliete la moneta locale

Volete pagare in franchi svizzeri? Quello che a prima vista può sembrare un cortese servizio rischia di costarvi parecchio sul cambio. Non è quasi mai possibile capire al momento quale corso venga applicato né l’entità delle commissioni. Ecco perché conviene sempre optare per la valuta locale. A fornirvi un conteggio dettagliato e trasparente con indicazione del tasso di cambio applicato e delle relative tasse di elaborazione provvederanno gli emittenti di carte di credito svizzeri come UBS.

Il vantaggio del denaro di plastica

Un sondaggio rappresentativo condotto dagli emittenti svizzeri di carte di credito ha mostrato che quando vanno all’estero, due terzi degli svizzeri portano con sé le proprie carte di credito, non solo perché sono un mezzo di pagamento sicuro ma anche perché collegate a numerosi altri servizi. Nel caso di UBS, ad esempio, l’apprezzato programma bonus KeyClub, gli sconti presso le società di autonoleggio come Europcar nonché i diversi tipi di assicurazione. Buono a sapersi, specialmente proprio in vista delle vacanze. Pagate un volo o altri viaggi con la vostra carta di credito e approfittate automaticamente dell’assicurazione contro gli infortuni di viaggio e di volo, in aggiunta al SOS Assistance Service.