Finanze e amore Il denaro uccide l’amore?

Tanti rapporti di coppia crollano per liti sui soldi, dichiara il professore di psicologia Guy Bodenmann, e spiega come può essere diverso.

di Bernhard Raos 28 set 2016

Cosa è mio e cosa è tuo? In un rapporto di coppia non ci possono essere tabù. Foto: iStock

Prima non c’erano dubbi: ci si sposava per denaro. Oggi hanno invece la meglio motivazioni romantiche: tuttavia Guy Bodenmann, professore di psicologia dell’Università di Zurigo e ideatore del programma Paarlife, sottolinea: «Se ci sia ama, si parla dei soldi.» Anche se occorre forza di volontà. E aggiunge: «Spesso è più difficile parlare di finanze che di sentimenti.» Ma le coppie dovrebbero discutere per tempo di tutto ciò che conta. Bodenmann sottolinea: «Ci vuole trasparenza con le finanze e le esigenze finanziarie, regole eque per entrambi i partner e diritto di codecisione su come spendere i soldi.»

Il troppo stroppia

Il denaro uccide l’amore. Diverse coppie falliscono per liti finanziarie. Ancora più spesso le coppie litigano soltanto per gelosia, i figli o la ripartizione dei ruoli nell’economia domestica, come sa Bodenmann da alcune indagini. «Possono nascere tensioni sia che si disponga di troppo denaro che di troppo poco», sa bene Bodenmann. Una cosa è chiara: se un partner spende arbitrariamente somme più elevate, presto in casa c’è aria di tempesta. Chi fa grandi acquisti dovrebbe assolutamente concordarli prima con il partner.

Fiducia o contratto?

Sono meglio i conti congiunti o quelli separati? «Questo devono deciderlo autonomamente le coppie. Può aver senso anche una forma mista. Ognuno tiene i propri conti. Per le spese comuni come l’affitto si tiene invece un conto congiunto», spiega Catherine Rukavina, pianificatrice finanziaria presso UBS. «Anche se una donna non lavora, dovrebbe avere un conto a proprio nome», consiglia la Rukavina. È importante per l’autostima. Ci sono donne senza un conto, ma non ha mai incontrato un uomo che non ne abbia uno…

Quasi una coppia su due va in pezzi. È quindi un buon consiglio per le coppie regolare con precisione le finanze? Bodenmann rimanda alla statistica, secondo la quale a separarsi spesso sono proprio le coppie che concordano la separazione dei beni: «Forse regolare prima le finanze per contratto promette sicurezza, ma significa anche meno fiducia nel futuro comune.» La quantità di denaro posseduto determinerà anche lo standard di vita, ma per un rapporto felice e stabile non è fondamentale.

Amore e denaro

Nessun tabù. Parlate per tempo e francamente con il vostro partner su come volete gestire le finanze.

Dialogo. Non effettuate grandi acquisti senza parlarne con il partner.

Ripartizione dei ruoli. Decidete chi fa cosa nell’economia domestica. Questo è ancora più importante se ci sono bambini.

Sfera privata. Ogni partner farebbe bene ad avere un proprio conto.

Generosità. In amore i regali danno buoni frutti.