Conto di libero passaggio

L’avere della cassa pensioni al sicuro

In caso di abbandono o interruzione dell’attività lavorativa in Svizzera, per un cambio di professione o per un soggiorno all’estero, con un conto di libero passaggio mantenete il vostro patrimonio di previdenza.

Esente da imposta
Il patrimonio e i redditi da capitale e da interessi sono esentasse sino al pagamento

Buona copertura
In caso di interruzione dell’attività lavorativa, si riceve l’intero capitale di previdenza

Pagamento anticipato
Possibile, p.es. in caso di avvio di un’attività indipendente o per il finanziamento di un’abitazione di proprietà

Conto di libero passaggio in sintesi

  • Tenuta del conto gratuita 
  • Nessun termine di disdetta
  • Estratto conto annuale gratuito 
  • Tasso di interesse dello 0.05%

Un buon consiglio vale oro

Saremo lieti di rispondere alle vostre domande sulla previdenza e fornirvi una consulenza a 360°, per esempio sui seguenti temi.

  • Il mio denaro basterà per la mia vecchiaia?
  • Come posso investire il mio denaro per ottenere maggiori ricavi?
  • Come posso finanziare un’abitazione di proprietà con i fondi previdenziali?
  • Come pianifico al meglio il mio pensionamento anche sul piano fiscale?

Il nostro consiglio: su un conto di libero passaggio il vostro denaro resta "immobile". Con un deposito di libero passaggio, invece, il denaro viene investito in fondi di investimento Vitainvest, offrendovi l’opportunità di conseguire rendimenti più elevati.

Se si interrompe la propria attività lavorativa o si avvia un’attività indipendente, non si è più affiliati a nessuna cassa pensioni. Affinché il vostro patrimonio di previdenza si conservi invariato, la cassa pensioni del vostro ultimo datore di lavoro versa il denaro su un conto presso una fondazione di libero passaggio. In questo modo, il vostro patrimonio del 2° pilastro rimane depositato, per esempio in casi di:

  • congedo di maternità,
  • formazione continua,
  • trasferimento all’estero per lavoro,
  • congedo sabbatico,
  • viaggio di lunga durata,
  • disoccupazione.

Alla ripresa dell’attività lavorativa, richiedete il versamento dell’importo del conto di libero passaggio alla vostra nuova cassa pensioni.

Buono a sapersi: decidete liberamente presso quale fondazione aprire un conto di libero passaggio; potete anche scegliere di passare da una qualsiasi fondazione di libero passaggio a quella UBS.

L’avere del vostro conto di libero passaggio può essere utilizzato per finanziare un’abitazione a uso proprio. Ogni cinque anni è possibile effettuare un prelievo anticipato senza importo minimo. Potete riversare in qualsiasi momento nel 2° pilastro l’importo prelevato. In alternativa avete la possibilità di costituire in pegno i capitali.

L’avere, in questo caso, potrà servire per la costruzione, l’acquisto o la ristrutturazione dell’abitazione di proprietà, nonché per il finanziamento di alcune forme di partecipazione (p.es. cooperativa di costruzione di abitazioni o società anonima di locatari). Inoltre, in questo modo, è possibile ammortizzare il mutuo ipotecario.

Buono a sapersi: case e appartamenti di vacanza o abitazioni secondarie non possono essere finanziati con l’avere del 2° pilastro.

L’avere previdenziale è esente dall’imposta sul patrimonio per tutto il periodo in cui resta sul conto di libero passaggio. Gli interessi attivi sono anch’essi esenti fino alla liquidazione.

All’atto del pagamento, l’avere verrà tassato come reddito separato, con aliquota ridotta.

Potete prelevare il vostro avere di libero passaggio non prima di cinque anni dal raggiungimento dell’età legale di pensionamento AVS.

È possibile prelevare anticipatamente l’avere in caso di:

  • finanziamento di un’abitazione a uso proprio (ogni 5 anni);
  • partenza definitiva dalla Svizzera. Il trasferimento in un Paese dell’UE, Islanda, Liechtenstein o Norvegia comporta restrizioni;
  • avvio di un’attività lavorativa indipendente;
  • percepimento di una rendita d’invalidità intera;
  • avere di libero passaggio inferiore al vostro attuale contributo annuale per la previdenza professionale.

In caso di decesso dell’intestatario della previdenza, il pagamento viene effettuato a favore dei beneficiari.