Acquisto immobiliare Affittare o comprare: cosa conviene di più?

Conviene di più l'affitto o l'acquisto di un appartamento o di una casa? Cosa considerare oltre alle spese correnti.

di UBS Sapere 12 dic 2022 5 minuti di lettura
Immagine: Getty Images

L'aumento dei tassi di riferimento rende più costosi i mutui ipotecari. Nel 2022, per la prima volta da 10 anni a questa parte, affittare è più conveniente che acquistare, in termini di costi correnti. Questa istantanea della situazione di mercato emerge in base al livello attuale dei tassi d'interesse e in caso di acquisto di un immobile finanziato all'80% tramite un'ipoteca decennale. Allora, quali sono gli altri fattori, sia finanziari sia di carattere emotivo, di cui va tenuto conto al momento di prendere una decisione? Scopriamolo assieme in questo articolo.

La casa di proprietà acquista valore

Negli ultimi anni, il notevole incremento delle quotazioni immobiliari ha rappresentato un fenomeno costante. In teoria non ci sono certezze sul protrarsi di tale andamento, sebbene l'aumento della domanda e l'immigrazione in crescita nella maggior parte delle Regioni lascino prevedere un ulteriore incremento dei prezzo piuttosto che una flessione.

A differenza di quando si è in affitto, una casa di proprietà può essere venduta realizzando un profitto in un mercato in rialzo.

Offerta speciale ipoteche

Approfittare della riduzione del tasso d’interesse

  • Riduzione del tasso d’interesse dello 0,30% sulla vostra prima abitazione di proprietà con UBS
  • Proteggetevi in anticipo dall’aumento dei tassi d’interesse e fissate con un anticipo massimo di un anno la vostra ipoteca a tasso fisso
  • Valutazione gratuita dell’immobile inclusa

L'immobiliare come forma d'investimento

D'altro canto, al giorno d'oggi, tenere i soldi su un conto di risparmio non rende quasi nulla. Quand'anche le banche, a breve, tornassero a versare interessi positivi di qualche decimale, le attese d'inflazione più elevate determinerebbero una svalutazione del capitale in termini reali. Al momento gli immobili, dunque rappresentano un'interessante opportunità d'investimento.

Inoltre, con un apporto di capitale proprio superiore alla quota minima del 20% per comprare casa, gli interessi mensili del mutuo si riducono. In tal modo si modifica il rapporto già menzionato, tra i costi correnti dell'acquisto rispetto ad un contratto di affitto.

Vale la pena di comprare casa? Ecco la risposta giusta per voi

Volete scoprire se l'acquisto di una casa tutta vostra conviene di più rispetto all'appartamento in affitto senza bisogno di calcoli complicati? Il nostro calcolatore consente di scoprire il tipo di abitazione che fa al caso vostro con pochi dati.

Tassi di riferimento in rialzo? Affitti più alti nel 2023

Il tasso di riferimento per il finanziamento ipotecario è stato introdotto nel 2008 per armonizzare la struttura degli affitti in Svizzera e, dal momento della sua introduzione, ha fatto registrare una costante flessione, passando dal 3,5% all'attuale 1,25%. Tale andamento ha favorito un netto calo degli affitti per gli inquilini che hanno esercitato il loro diritto a una riduzione del canone. Secondo lo studio del Chief Investment Office di UBS(PDF, 385 KB), il tasso ipotecario di riferimento potrebbe essere ritoccato dello 0,25% in marzo per la prima volta nella storia di questo strumento. Ciò consentirebbe un adeguamento del canone di locazione del 3% già alla successiva data di disdetta. Un ulteriore adeguamento - anch'esso dello 0,25% - potrebbe intervenire nel settembre 2023. Inoltre, anche l'inflazione accumulata dall'ultimo adeguamento dei canoni di locazione potrebbe ripercuotersi sino al 40% sulle pigioni. La percentuale che i proprietari trasferiranno effettivamente sugli affitti varierà caso per caso da un immobile all'altro. Certo il rialzo dei tassi di interesse nel 2022 ha determinato un incremento dei costi correnti per le case di proprietà; tuttavia tale andamento si dovrebbe tradurre anche in un rincaro degli affitti nel 2023.

Scende la percentuale di appartamenti sfitti

Secondo uno studio del CIO di UBS(PDF, 3 MB), a giugno 2022 la quota di abitazioni sfitte si attestava all'1,3% rispetto all'1,54% dell'anno precedente. La flessione potrebbe sembrare contenuta, ma si tratta del calo più netto da oltre 20 anni a questa parte. Il fenomeno interessa quasi tutti i Cantoni - solo nel Giura la quota di sfitti è notevolmente aumentata - mentre la flessione e stata lieve nei Cantoni di Basilea Città, Sciaffusa e Glarona. Gli andamenti storici mostrano che si può prevedere un netto aumento dei canoni di locazione se la quota di abitazioni sfitte scende sotto l'1%. È il caso di molti comuni dell'area zurighese, della Svizzera centrale e della regione del Lago di Ginevra. In queste Regioni, nei prossimi 12 mesi è probabile un aumento degli affitti attorno al 5%.

I fattori emotivi: un aspetto da non trascurare

Una casa tutta vostra rappresenta sicurezza e indipendenza: nessun pericolo di esser messi alla porta e libertà di disporre pienamente della proprietà pur di non mettere in pericolo o dar fastidio ai vicini. Inoltre, coloro che possiedono una casa hanno varie opportunità per contribuire alla protezione del clima, riducendo significativamente il consumo di energia e le emissioni di CO2. Un isolamento adeguato, un impianto riscaldamento nuovo e, ad esempio, dei pannelli fotovoltaici, consentono di ridurre i costi e al contempo proteggere l'ambiente.

D'altra parte, essere inquilini garantisce maggiore flessibilità: si può cambiar casa rapidamente in caso di trasferimenti professionali o se si ha bisogno di meno spazio dopo che i figli se ne vanno da casa. Inoltre, vivere in un appartamento in affitto, dal punto di vista finanziario, rende più facile la gestione di un divorzio o una separazione. Infine, nella maggior parte dei casi, c'è un'amministrazione condominiale che si occupa della manutenzione, delle riparazioni, delle bollette e dell'acquisto del combustibile per il riscaldamento.

Conclusioni: solo voi conoscete la risposta giusta

È chiaro che la scelta tra l'affitto di un appartamento e l'acquisto di una casa di proprietà in Svizzera non è banale: dipende dalla Regione, dall'immobile, dal capitale a disposizione, dalla situazione del mercato, dall'orizzonte temporale, dalle tasse e da diversi altri fattori. Inoltre, una decisione di questo tipo, tranne in rari casi, non viene presa su base esclusivamente finanziaria. Una consulenza può essere utile per trovare la risposta giusta.