Eredità Le insidie del testamento

Pianificate la redazione di un testamento, in caso le disposizioni vadano affrontate prima del previsto. Occorre fare attenzione anche alla legge e alla forma.

di UBS Sapere 27 ago 2018

Nel testamento potete inserire gli eredi, disporre i lasciti, fissare norme di ripartizione o stabilire eredi istituiti ed eredi sostituiti. La pianificazione della successione, tuttavia, è piena di insidie che è meglio tenere presenti.

Serve una regolamentazione?

Anzitutto dovreste chiedervi se un testamento è davvero necessario, per esempio se:

  • desiderate cambiare la successione legale;
  • intendete devolvere a qualcuno una parte della vostra eredità, un determinato oggetto o una data somma;
  • volete decidere dell’assegnazione di certi averi;
  • vivete in concubinato o in una famiglia patchwork;
  • desiderate nominare un esecutore testamentario indipendente per la ripartizione ereditaria.

Insidie nella formulazione

Le formulazioni

  • «Nomino X e Y eredi di 50 000 franchi ciascuno» e
  • «Faccio un lascito a X e Y di 50 000 franchi ciascuno»

appaiono identiche, ma non è proprio così: nella prima versione, entrambe le persone citate acquistano la qualità di erede. Poiché tutti gli eredi devono aderire all’accordo di ripartizione, la ripartizione ereditaria può risultare difficile (ad esempio quando gli eredi non collaborano, o vivono all’estero).

Attenzione all’imposta di successione

Anche l’imposta di successione può rivelarsi insidiosa: soprattutto in caso di lasciti di oggetti di valore a persone non imparentate con il testatore, infatti, le imposte di successione cantonali sono di solito piuttosto salate. In alcuni casi, il destinatario del vostro prezioso quadro non è affatto in grado di pagare l’imposta prevista.

Morte prematura del beneficiario

Qualora gli eredi designati muoiano prima del testatore, l’oggetto tornerebbe a far parte dell’eredità. In questo caso, la parte di eredità corrispondente potrebbe andare a eredi legali che non avrebbero dovuto ricevere alcunché.

Regolare separatamente le disposizioni in merito alla sepoltura

Le disposizioni per la tumulazione, quali la sepoltura o la cremazione, non rientrano nel testamento, ma vanno specificate in un documento separato.

In generale

Rivolgersi a un esperto per la redazione di un testamento è in ogni caso consigliabile.

Quello che dovete sapere

Un testamento deve essere scritto a mano o redatto in forma di atto pubblico.

Il diritto successorio svizzero si fonda sui diritti di parentela: i parenti più stretti hanno la precedenza su quelli più lontani. Inoltre, il coniuge ha diritto a una quota di eredità.

I coniugi, i partner registrati, i discendenti e i genitori (in mancanza di discendenti) hanno diritto alla quota ereditaria.

Gli eredi formano una comunità ereditaria e sono proprietari in comune dei beni, purché l’eredità venga accettata.

Un lascito (o legato) è l’assegnazione testamentaria di una determinata parte del patrimonio. Il legatario deve comunicare agli eredi o all’esecutore testamentario se accetta il lascito.