Carte di credito La carta vincente per chi bada alle spese

Molti svizzeri fanno uso della carta di credito proprio solo se devono. Eppure sarebbe così utile per tenere sott’occhio le spese.

di UBS Sapere 11 apr 2019

Immagine: istockphoto

«Posso pagare con la carta di credito?» Una domanda che molto spesso, alle casse dei negozi, si sente porre con una certa reticenza, quasi con un velato tono di scuse nella voce. Nel nostro Paese, infatti, la parola "credito" suscita un misto di sentimenti, perché tanta gente la associa alla parola "debiti", cosa da cui preferisce tenersi alla larga.

Al contrario di quanto avviene in un Paese consumista come gli Stati Uniti, in Svizzera la funzione di credito delle carte è poco sfruttata. La maggior parte dei titolari paga puntualmente la fattura mensile, evitando eventuali interessi sul debito. In realtà le carte di credito sono un mezzo di pagamento con diversi servizi aggiuntivi, tra cui programmi bonus (come UBS KeyClub) e prestazioni assicurative, per non parlare del fatto che possono aiutarvi a tenere sotto controllo le vostre spese. Vi state chiedendo come?

Come spendete i vostri soldi?

Sono tanti gli "esperti" che consigliano di stilare una minuziosa lista di tutte le proprie uscite, dal caffè preso al volo all’abbonamento per la palestra. Secondo loro, ciò aiuta a capire perché ci si ritrova con un buco nel bilancio mensile e accresce la consapevolezza del proprio comportamento d’acquisto. Tutto vero! Ma c’è un modo più semplice e pratico per risparmiarsi la fatica di annotare ogni spesa, centesimo per centesimo: utilizzare regolarmente la carta di credito.

Innanzitutto, il conteggio mensile vi fornisce una panoramica completa degli acquisti effettuati. In secondo luogo, grazie ad esempio all’Assistente finanziario personale di UBS Digital Banking potete fissare un budget di spesa mensile. Vi basta poi dare una rapida occhiata al vostro conto tramite UBS E-Banking o l’app UBS Mobile Banking per sapere dove sono finiti i vostri soldi.

A differenza di quanto avviene con le liste scritte a mano, l’Assistente finanziario personale suddivide le vostre uscite in diverse categorie, ad esempio spese sanitarie o vacanze. Chi poi desidera una suddivisione più precisa, non deve far altro che catalogare manualmente le transazioni.

Notifiche e limiti personalizzati

Una funzione particolarmente pratica offerta da UBS Digital Banking è quella di poter personalizzare gli avvisi in funzione delle proprie esigenze. Per esempio, potete scegliere di essere informati – a scelta via notifica push, SMS o e-mail – su ogni transazione rilevante per il vostro budget. Oppure di autorizzare l’invio automatico di notifiche non appena raggiungete o superate il 70% del budget spendibile o quando effettuate un pagamento superiore a determinato importo. In questo modo, eviterete che il conteggio mensile vi riservi brutte sorprese.

E se ancora non dovesse bastare per essere certi di non superare in alcun caso il budget prefissato potete impostare un limite di spesa basso per la vostra carta. Ma potete anche scegliere l’alternativa della carta prepagata, che può essere utilizzata solo dopo essere stata "caricata" con un certo importo, togliendovi così la sensazione di "vivere a credito".

A proposito di punti

Indipendentemente da come desideriate utilizzarla, ogni volta che effettuate un pagamento con la carta di credito accumulate punti KeyClub, che presso i partner del programma valgono come denaro contante. E se la vostra carta dovesse andare smarrita, ricordatevi che avete perso solo di un pezzo di plastica: i vostri risparmi sono al sicuro! Potete, infatti, bloccarla facilmente in qualsiasi momento, per esempio tramite l’app UBS Mobile Banking.

Sapevate del numero magico sulla vostra carta di credito?

Le carte in circolazione nel mondo sono innumerevoli, e hanno tutte una cosa in comune: sommando le cifre del numero della carta secondo l’algoritmo di Luhn, formula ideata dall’informatico Hans-Peter Luhn, si ottiene un numero divisibile per dieci.

Ecco come funziona il numero magico:

  • prendete la vostra carta di credito e, partendo da destra verso sinistra, moltiplicate per 2 ogni seconda cifra;
  • prendiamo ad esempio il numero "8920", in questo caso dovreste moltiplicare il 2 e l’8;
  • nel caso in cui, come per l’8, il risultato della moltiplicazione dà un numero a due cifre (16), sommatele per ottenerne una sola (1 + 6 = 7);
  • tornando alla vostra carta di credito, sommate tutte le 16 cifre del suo numero (quelle calcolate e le altre). Nel nostro esempio: 0 + 4 + 9 + 7 = 20;
  • il risultato è divisibile per 10.

Se così non fosse siete palesemente in presenza di una carta falsa...