Risanamento energetico Impianto solare: le 10 domande e risposte principali

I prezzi dell’energia salgono. Perchè non installare un impianto fotovoltaico (FV) sul tetto? Rispondiamo alle domande principali.

di UBS Sapere 13 set 2022 9 minuti di lettura
Bild: Getty Images

A causa dei prezzi elevati e dell’imminente penuria sul mercato dell’energia, sempre più famiglie desiderano produrre da sé una parte del proprio fabbisogno energetico. Dalla scelta dei pannelli fotovoltaici giusti agli attuali tempi di consegna, tuttavia, ci sono alcuni aspetti da tenere in considerazione. Una cosa è certa: oggigiorno, l’elettricità autoprodotta conviene. Se tutti i tetti idonei della Svizzera fossero dotati di moduli fotovoltaici, con l’energia solare si potrebbe coprire un terzo del fabbisogno elettrico.

Offerta speciale Ipoteca Energy UBS Vivere in modo più rispettoso del clima e beneficiarne

  • Tassi di interesse vantaggiosi per la sostituzione del vostro impianto di riscaldamento fossile o per l’installazione di un impianto fotovoltaico
  • Tasso d'interesse preferenziale a partire da CHF 25 000 per tutta la durata del credito
  • Nessuna commissione di elaborazione in relazione alla preparazione del contratto

Le 10 domande e risposte più importanti

La visione dell’autarchia energetica

Dopo l’esplosione dei prezzi di gas e petrolio e la preoccupazione per la "crisi energetica", cresce naturalmente il desiderio di rendere la casa il più possibile autarchica dal punto di vista energetico. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che in futuro l’energia sarà prodotta in modo più decentralizzato, con una quota di elettricità fotovoltaica proveniente da molti tetti in tutta la Svizzera. "Tuttavia, è errato credere che, con il proprio impianto fotovoltaico, compreso un accumulatore di corrente a batteria o elettrico, le famiglie siano in grado di sopperire a un eventuale blackout", sottolinea David Stickelberger di Swissolar. Una soluzione che garantisca la totale copertura è tecnicamente molto impegnativa; richiede un ammodernamento con l’installazione di componenti speciali, attualmente difficilmente reperibili sul mercato. Non ha senso né dal punto di vista economico né da quello ecologico realizzare la visione di case energeticamente autarchiche. Per il futuro, si deve mirare piuttosto a un collegamento in rete più efficace dell’energia prodotta da un lato e dei consumatori di energia dall’altro. Questo include anche lo scambio regionale, ad esempio con le reti energetiche locali, ecc.

I punti di riferimento più importanti in sintesi:

A vostra disposizione

Fissate un appuntamento per una consulenza non vincolante o telefonateci direttamente in caso di domande.