La casa sostenibile Costruire, ristrutturare, risparmiare energia

Solo pochi edifici sono energeticamente efficienti. Eppure, costruire in modo efficiente è spesso facile – e a lungo termine conviene.

di Stephan Lehmann-Maldonado 12 ott 2016

Buono a sapersi: una consulenza energetica CECE® vi mostra in che modo ristrutturare un edificio incrementandone l’efficienza energetica. Foto: UBS

Avere la botte piena e la moglie ubriaca continua a essere un desiderio irrealizzabile. Al contrario, costruire edifici residenziali che siano al tempo stesso autentiche centrali energetiche rientra già oggi nel campo del possibile. A Brütten, ad esempio, è stata da poco ultimata la prima casa plurifamiliare energeticamente autosufficiente, in grado di funzionare in modo autarchico senza alcuna fonte di energia esterna.

Una sola ora di luce solare al giorno è sufficiente per assicurare il fabbisogno energetico dell’edificio per 24 ore. E inoltre, l’energia generata può essere immagazzinata così a lungo da garantire agli abitanti una temperatura confortevole persino nelle più fredde giornate invernali. Promotore della realizzazione di questa casa multifunzionale è Walter Schmid, imprenditore edile già noto per aver dato vita alla Umwelt Arena di Spreitenbach.

Gli edifici – massimi responsabili degli sprechi energetici

La casa modello costituisce un’eccezione. La maggioranza degli edifici esistenti è responsabile di elevati sprechi energetici. Ancora oggi, in Svizzera, il settore edile produce oltre la metà delle emissioni di CO2, come riporta l’Ufficio federale dell’energia nel suo ultimo rapporto. Questo perché le moderne tecnologie già disponibili vengono impiegate ancora troppo poco.

Eppure, i consumi energetici possono essere decisamente ridotti anche adottando misure costruttive minime. Dato che ciò vale sia per gli edifici di nuova costruzione che per le ristrutturazioni, tali misure non impongono alcuna particolare rinuncia in fatto di design. Lo dimostrano ad esempio gli edifici progettati dai celebri architetti Jacques Herzog & Pierre de Meuron (per la sede di Helvetia Patria a San Gallo) e Daniel Libeskind (Centro commerciale e per il tempo libero Migros Westside di Berna).

Quanto è efficiente la mia casa in termini energetici?

Perché un edificio sia ecologicamente efficiente, è necessario che vengano effettuati alcuni investimenti nell’isolamento termico e nell’impianto di ventilazione. Si tratta tuttavia di misure che contribuiscono a incrementare il comfort abitativo domestico e che possono essere parzialmente ammortizzate grazie al conseguente risparmio sui costi di riscaldamento. Inoltre, in caso di rivendita, il prezzo degli edifici ecologici tende spesso a salire. Tutto sommato, dunque, optare per l’efficienza ecologica conviene.

Tuttavia, come si fa a sapere se una casa è davvero efficiente in termini energetici? Dal 2009, è possibile consultare il Certificato energetico cantonale degli edifici (CECE®). Analogamente a quanto avviene per le auto o gli elettrodomestici, è sufficiente uno sguardo a un’etichetta per sapere subito quanta energia consuma un edificio. In aggiunta, il CECE® riporta utili informazioni in merito alle misure di ristrutturazione adottabili per rendere l’immobile più efficiente. Un primo passo verso la realizzazione di una casa che sia al tempo stesso un’autentica centrale energetica.

Efficienza energetica – le tre domande fondamentali

1. Quanto è efficiente la mia casa in termini energetici?

Per scoprirlo, basta richiedere il CECE® (Certificato energetico cantonale degli edifici). Questa certificazione, rilasciata da esperti, riporta il grado di efficienza energetica del rivestimento esterno dell’edificio nonché i consumi energetici standardizzati. Un efficace strumento per la pianificazione a lungo termine di risanamenti e ristrutturazioni.

2. Quanto costa un normale certificato CECE®?

Per saperlo, rivolgetevi a un esperto CECE® autorizzato, che sarà lieto di produrre per voi la documentazione concernente la vostra casa. I relativi costi per una casa unifamiliare si aggirano tra i 450 e i 650 franchi.

3. Quali sono i vantaggi di una migliore efficienza energetica?

Tre sono i principali argomenti a favore dell’efficienza energetica. Per primo, l’opportunità di contribuire attivamente a preservare un ambiente intatto per le generazioni future. Secondariamente, la possibilità di risparmiare energia e, di conseguenza, ridurre i costi per il riscaldamento e le spese accessorie. Più aumentano i prezzi dell’energia, maggiore è il risparmio ottenuto. Infine, una manutenzione regolare può contribuire a incrementare il valore dell’immobile: un argomento che assume oggi un’importanza sempre maggiore.