Previdenza per giovani professionisti Me ne vado in giro

Avete in programma un lungo soggiorno all’estero? Allora dovreste prestare attenzione alla vostra previdenza.

di UBS Sapere 12 mar 2020
Fonte: UBS

Evitate le lacune AVS

Non risparmiate nel posto sbagliato e continuate a versare all'AVS il contributo minimo annuo anche se vi trovate all'estero (2021: 503 franchi). Se necessario, potrete colmare le eventuali lacune contributive nei cinque anni successivi con un versamento supplementare. Oltre tale termine non sarà più possibile e la vostra rendita AVS si ridurrà del 2,3% per ogni anno di contribuzione perso.

Che cosa dovete considerare per quanto riguarda la cassa pensioni?

L'obbligo di contribuzione nella cassa pensione decade con la fine del rapporto di lavoro in Svizzera. Alcune casse pensioni consentono a chi risiede temporaneamente all'estero di rimanere assicurati presso di loro. Qualora non abbiate invece tale possibilità, potete trasferire l'avere accumulato della cassa pensioni presso la Fondazione di libero passaggio UBS (ubs.com/flp)

Continuare il conto 3a esente da imposte

Inoltre non potete eseguire versamenti nel pilastro 3a se non avete un reddito soggetto all'AVS in Svizzera. Durante il vostro soggiorno all'estero potrete invece continuare il conto del pilastro 3a, che rimarrà esente da imposte.

Avete pensato a tutto?

Leggete quali sono i passi fondamentali per affrontare un trasferimento.

Di più per il domani

Il tema della previdenza vi accompagnerà in ogni fase della vostra vita. Affrontatelo in maniera giusta sin dall’inizio, ordinando la nostra guida dedicata ai giovani che non hanno ancora compiuto 35 anni.