Checklist proprietà di abitazioni Come trovare e finanziare la casa che fa per voi

Vi spieghiamo a cosa fare attenzione in una compravendita, con preziosi consigli per acquistare una casa o un appartamento.

di Felix Hauser 27 set 2016

Molte famiglie sognano di vivere in un’abitazione di proprietà e di non dover mai più pagare l’affitto. Ma a cosa bisogna prestare attenzione quando si acquista una casa? Innanzitutto occorre verificare se l’immobile corrisponde a quello desiderato, se il prezzo di acquisto è giustificato e quali ulteriori costi devono essere sostenuti in caso di compravendita. Infine si dovrebbe scegliere la possibilità di finanziamento più adatta. Questo vale naturalmente anche per l’acquisto di un appartamento di proprietà. La cosa migliore è stilare un elenco per non tralasciare alcun aspetto essenziale.

Trovare l’immobile giusto

Naturalmente il prezzo dell’immobile non è l’unico fattore decisivo, ne esistono molti altri fondamentali. Se l’abitazione o l’appartamento è per uso proprio, è importante che concorra a migliorare la qualità della vostra vita. Anche la possibilità di acquistare un immobile esistente o piuttosto progettare una nuova costruzione rientra negli aspetti da chiarire fin dall’inizio. Queste sono le domande da porsi e alle quali rispondere nell’acquisto di una casa. Sono soddisfatto dalla posizione dell’immobile e/o del fondo? A che livello è l’inquinamento acustico? A quanto ammonta la pressione fiscale nel comune? Ci sono negozi nelle vicinanze? Com’è la situazione in termini di scuole, offerta culturale e assistenza medica? Come sono i collegamenti con i mezzi di trasporto pubblici? La qualità dell’immobile è adeguata? L’immobile è dotato di un numero sufficiente di stanze? La casa o l’appartamento si può acquistare subito?

Verifica della documentazione e del partner contrattuale

Soprattutto quando l’immobile desiderato è ancora in fase di costruzione, è fondamentale verificare la solvibilità e l’affidabilità del partner contrattuale, ossia il venditore o l’appaltatore generale. Procuratevi referenze dai clienti precedenti, informatevi sui progetti già realizzati e chiedete un estratto attuale del registro delle esecuzioni. Accertatevi inoltre di quali siano i vostri diritti in caso di vizi di costruzione e concordate contrattualmente che i vizi emersi devono essere eliminati in modo accomodante e rapido dalle rispettive ditte. Leggete con cura tutti i documenti importanti ed eventualmente fateli esaminare da un esperto. Della documentazione fanno parte sia il contratto di acquisto che la descrizione dell’immobile, nonché planimetrie e, se si tratta di un appartamento di proprietà, tutti i documenti della proprietà per piani.

Regolare il finanziamento per l’acquisto della casa

Come ogni cosa, anche l’acquisto di un’abitazione o di un appartamento ha il suo prezzo. La maggior parte degli svizzeri necessita di un credito della banca per potersi permettere il sogno di un’abitazione di proprietà. Per ottenerlo occorre soddisfare determinate condizioni. Innanzitutto la banca verifica la vostra situazione finanziaria sulla scorta di un reddito regolare e assicurato. Sono computabili il salario lordo annuo e altri elementi salariali ricorrenti. In caso di solidarietà passiva, si può sommare il reddito di entrambi i partner.

Calcolare prima tutti i costi, poi acquistare

Calcolate attentamente tutte le voci: solo così potete sapere se riuscirete anche a finanziare a lungo termine il vostro sogno di un’abitazione di proprietà. Nella stima dei costi fissi, che dovrete sostenere nei prossimi anni, bisogna considerare interessi ipotecari, ammortamenti, nonché costi di manutenzione e accessori. Complessivamente i costi fissi prevedibili non devono ammontare a più di un terzo del reddito complessivo computabile. Le spese annue per i relativi costi di esercizio e la conservazione del valore dell’immobile ammontano a circa l’1% del valore immobiliare. Una volta erogate, le ipoteche devono essere ridotte entro 15 anni a due terzi del valore immobiliare stabilito dalla banca. Nel calcolo approssimativo dei costi è altresì auspicabile pianificare delle riserve, ad es. per i futuri lavori di ammodernamento e risanamento e per le riparazioni impreviste. Ma anche le spese correnti per assicurazioni, contributi pubblici, connessioni via cavo ecc. sono da tenersi in debita considerazione nel calcolo dei costi.

Dove reperire il capitale proprio?

In sostanza: l’80% del prezzo di acquisto può essere finanziato con un’ipoteca, il restante 20% con mezzi propri, di cui il 10% non può provenire dagli averi della cassa pensione, bensì deve consistere in mezzi propri di base quali donazioni, risparmi, anticipi di eredità, averi per cessione di titoli o fondi del 3o pilastro. Non disponendo ancora di molti risparmi, sono soprattutto i giovani potenziali acquirenti a decidere di servirsi dei fondi di previdenza per finanziarsi l’abitazione di proprietà. In tal caso occorre però avere sempre ben presenti gli eventuali rischi e le conseguenze, oltre che ricercare possibilità per colmare tempestivamente le future lacune previdenziali che potrebbero verificarsi. Se non avete ancora a disposizione capitale proprio sufficiente, è consigliabile dotarsi di un conto previdenza (pilastro 3a) e risparmiare la somma mancante.

Checklist per l’acquisto della casa: a cosa prestare attenzione?

  • Valutate l’immobile o il fondo e accertatevi che il rapporto prezzo-prestazione sia congruo
  • Assicuratevi che la posizione dell’immobile sia di vostro gradimento
  • Controllate scrupolosamente tutta la documentazione e il partner contrattuale
  • Verificate la vostra situazione reddituale e patrimoniale
  • Allestite un piano di finanziamento per essere certi di potervi permettere l’acquisto e la manutenzione
  • Nel calcolo considerate anche i costi per gli imprevisti