Investire denaro Il business plan per l’abitazione di proprietà

Gli interessi ipotecari si trovano a un livello basso. Questo è il momento di investire per assicurare la propria abitazione.

di Jürg Zulliger 31 gen 2017

Prendiamo l’esempio di una giovane coppia: Simona e Marco Rossi. Al momento, il loro appartamento di proprietà costa meno dell’alloggio in affitto che avevano prima. Attualmente, infatti, con il mix di ipoteca fissa e ipoteca Libor pagano solo l’1,3 per cento di interessi sulla loro ipoteca di 600 000 franchi. Quando hanno comprato due anni fa, si sono dovuti adeguare alle consuete linee guida in materia di finanziamento. Esse prevedono che l’indebitamento ipotecario debba rimanere sostenibile anche con un interesse ipotecario calcolatorio a più lungo termine del cinque per cento. Nel cosiddetto calcolo di sostenibilità si prendono gli interessi ipotecari, si aggiungono i costi di ammortamento prescritti così come un importo forfettario di circa l’un per cento del valore dell’immobile per la manutenzione e le spese accessorie e si ottengono così i costi fissi. Questi ultimi non dovrebbero rappresentare più di un terzo del reddito lordo disponibile.

Nel nostro esempio: risparmio di 22 200 franchi

Gli interessi ipotecari attualmente molto bassi sono una bella boccata di ossigeno per le finanze della maggior parte delle famiglie. Nel nostro esempio, la differenza tra il tasso d’interesse calcolatorio e quello effettivo, infatti, ammonta al 3,7 per cento. Ciò significa che Simona e Marco Rossi devono sborsare 22 200 franchi in meno all’anno. La tentazione di destinare ad altro questi fondi è grande: potrebbero essere utilizzati ad esempio per fare acquisti correnti o un bel viaggio. I proprietari di case dovrebbero però fare bene i propri calcoli prima di spendere per altre cose il denaro risparmiato. Questo per tre motivi: innanzitutto è fondamentale poter finanziare serenamente la propria abitazione anche a più lungo termine. In secondo luogo è bene accantonare una certa somma per investimenti successivi (ad esempio un rinnovo). Terzo, è doveroso tenere presente che un giorno, con tutta probabilità, gli interessi torneranno a salire.

Investire i risparmi: ma come?

Abbiamo visto che i motivi per accantonare riserve a lungo termine sono fondati. Ma quali possibilità di risparmio e d’investimento si addicono in questo caso? In genere, gli immobili vengono tenuti per molti anni; di conseguenza, anche i fondi disponibili possono essere investiti con un orizzonte temporale più ampio. Tuttavia è indispensabile che gli investimenti collimino con un potenziale trasferimento e/o con la durata contrattuale delle ipoteche. Poco sensato sarebbe parcheggiare semplicemente il denaro su un conto, visto che nel contesto attuale ciò frutterebbe pochi interessi (o addirittura nessuno). L’attenzione andrebbe pertanto rivolta verso possibilità d’investimento a più lungo termine – ad esempio azioni, obbligazioni o fondi d’investimento.

Nel vostro business plan personale vi invitiamo pertanto a prestare attenzione ai punti seguenti:

  • Accertatevi di avere sempre a disposizione liquidità a sufficienza per finanziare le spese correnti o le uscite impreviste. La regola generale dice che i risparmi dovrebbero ammontare come minimo al triplo dei costi regolari mensili.
  • Verificate se vi occorrono fondi per migliorare la situazione previdenziale. Se il margine di manovra non è già esaurito, si può pensare a versamenti nel pilastro 3a. Qualora abbiate lacune nell’avere della cassa pensioni (ad esempio dopo un prelievo anticipato per l’acquisto di una proprietà abitativa), potrebbe avere senso colmarle. Tenete presente che, nella maggior parte dei casi, risparmiando capitale previdenziale ottenete anche vantaggi fiscali.
  • Una volta assicurato il fabbisogno di liquidità e previdenza, il patrimonio libero rimanente è disponibile per investimenti di capitale. In tal caso, però, andrebbe prima messa a punto una strategia che sia in linea con i vostri desideri, il vostro profilo di rischio e i vostri obiettivi di vita in quanto proprietari di abitazioni.