Copertura dei tassi d'interesse Tramite prodotti ipotecari adatti e derivati sui tassi d'interesse
 

L'onere da interessi è una componente essenziale di ogni finanziamento. Di norma è costituito da un tasso di base e da un margine. In particolare il tasso di base a lungo termine può essere soggetto a forti oscillazioni e quindi compromettere il successo dei vostri investimenti. Per questo motivo, indipendentemente dallo strumento di finanziamento per cui avete optato, dovreste riflettere sulla pianificabilità auspicata dell’onere da interessi (sull’arco della durata dell’investimento) e sulla vostra capacità di rischio in merito (rischio di rialzo dei tassi d'interesse).

Copertura attraverso una selezione mirata di prodotti

Indipendentemente dalla tipologia di investimento, grazie a prodotti adatti è possibile ridurre o eliminare del tutto le conseguenze negative di un aumento dei tassi d’interesse. Potete avvalervi delle possibilità illustrate di seguito.

  • Combinazione di diverse durate: diversificazione del rischio di variazione dei tassi attraverso la ripartizione delle scadenze/durate sull’asse temporale.
  • Contratti a termine (contratti forward): stipulazione di un finanziamento vincolato a un determinato tasso (ad es. credito ad interesse fisso) prima del giorno di riferimento del versamento. La copertura anticipata del rischio di tasso è quindi anche possibile per i rifinanziamenti.
  • Passaggio ordinario a un altro prodotto: se la tipologia contrattuale lo consente (ad es. ipoteca Libor) o alla scadenza del vincolo a un tasso d’interesse fisso.

Copertura con derivati sui tassi d’interesse

Con l'impiego di derivati sui tassi d'interesse potete tutelare il finanziamento contro i rischi di variazione dei tassi in funzione delle vostre esigenze individuali, ciò che al contempo aumenta la pianificabilità e tutela la vostra impresa da sviluppi svantaggiosi degli interessi. Questi strumenti derivati sono particolarmente adatti per medie e grandi imprese o società immobiliari dato che è necessario un determinato volume minimo. Esistono diversi strumenti di copertura e occorre valutare attentamente i vantaggi e gli svantaggi in base alla situazione del cliente. Tra i più comuni derivati sui tassi d’interesse vi sono gli swap, che in un contesto negativo dei tassi d’interesse possono tuttavia comportare degli svantaggi. In caso di fixing negativo del LIBOR, occorre pagare anche per questo periodo il LIBOR nell’ambito dello swap. Ciò farà aumentare i costi di finanziamento, poiché per quanto riguarda lo swap occorre pagare il LIBOR negativo, mentre per quanto riguarda il finanziamento, il LIBOR per il calcolo del tasso di credito non potrà mai essere inferiore a zero.

I vantaggi dei derivati sui tassi d’interesse tramite l’esempio di uno swap

  • Copertura del rischio di variazione dei tassi di interesse già mesi o anni prima del (ri)finanziamento
  • Possibilità di copertura di durate lunghe
  • Maggiore flessibilità di finanziamento: dato che la copertura del rischio di variazione dei tassi è indipendente dal credito, il fabbisogno di capitale può essere modificato ad ogni scadenza di rollover.
  • Possibilità di adeguamento efficiente alle esigenze del momento (ad es. posticipazione della data d’inizio, adeguamento del valore «nozionale»)

I rischi dei derivati sui tassi d’interesse tramite l’esempio di uno swap 

  • Dopo aver stipulato uno swap non avete più la possibilità di beneficiare di tassi più bassi nell’ambito del finanziamento
  • Un’eventuale risoluzione anticipata dello swap può comportare spese di chiusura a seconda della situazione di mercato
  • Nello swap ha sempre luogo uno scambio del LIBOR effettivo, anche nel caso in cui questo risulti negativo. Nell’attuale contesto dei tassi ciò fa lievitare i costi di finanziamento. 

Esempio di applicazione di swap sul tasso d'interesse

Uno swap sul tasso d’interesse prevede lo scambio di un tasso fisso contro tassi Libor aggiornati nell’arco di un determinato periodo e sulla base di un valore «nozionale» predefinito. La stipulazione di uno swap sul tasso d’interesse è gratuita dato che entrambe le parti si impegnano a corrispondere i pagamenti degli interessi.

La data iniziale può essere immediata o nei prossimi anni. In questo modo possono essere coperti con semplicità soprattutto finanziamenti futuri dato che il tasso swap viene fissato già oggi. Il finanziamento effettivo viene effettuato al momento convenuto su base LIBOR e rinnovato a breve sull’arco della durata del finanziamento.

Esempio di applicazione di uno swap sul tasso d'interesse

Note:

  1. Esempio esplicativo
  2. Nello swap ha sempre luogo uno scambio del LIBOR effettivo, anche nel caso in cui questo risulti negativo. Nell’attuale contesto dei tassi ciò significa che il cliente paga il LIBOR a UBS
  3. Nell’anticipazione fissa viene sempre applicato il massimo del LIBOR attuale o lo 0,00%

Esempio: swap che inizia nel futuro

Vi impegnate a pagare per tutto l’arco della durata un tasso d’interesse fisso («tasso swap») convenuto alla stipulazione. In contropartita ricevete dalla banca un tasso variabile (ad es. LIBOR a 3 mesi in CHF).
Rinnovate le anticipazioni fisse al rispettivo tasso LIBOR a 3 mesi in CHF.
Nello swap ha sempre luogo uno scambio del LIBOR effettivo, anche nel caso in cui questo risulti negativo. Nell’attuale contesto dei tassi ciò significa che il cliente paga il LIBOR a UBS. Nell’anticipazione fissa viene sempre applicato il massimo del LIBOR attuale o lo 0,00%, ciò che fa aumentare i costi di finanziamento in caso di LIBOR negativo.

Contattare gli esperti

Siamo lieti di offrirvi la nostra consulenza per qualsiasi domanda relativa ai finanziamenti e di illustrarvi le specifiche possibilità di copertura dei tassi d’interesse in funzione delle vostre esigenze. Contattateci.

Anche interessante per voi

Ha domande riguardo a un prodotto?

Newsletter per imprese

Credito in conto corrente o leasing