Copertura dei rischi in moneta estera L’hedging tutela i frutti di un lungo lavoro

La friburghese Cash Hotel procura merci dall’eurozona: con la copertura delle posizioni valutarie la pianificazione è più sicura.

di Adrian Roost 05 dic 2017

La passione di Yvo Bielmann è incentrata sulla perfetta cultura della tavola. È cresciuto amando la gastronomia, visto che già i suoi genitori gestivano un ristorante. Nel 1993 Bielmann fondò la propria azienda chiamata Cash Hotel, Erano soltanto in tre e rifornivano hotel, ristoranti od ospedali con attrezzature e dotazioni per le cucine e le sale da pranzo. Cash Hotel ha trovato la propria clientela e nel 2007 Bielmann ha potuto costruire su un terreno vergine un edificio aziendale di dimensioni maggiori nella friburghese Givisiez. Per il finanziamento si è rivolto a UBS.

Salto nella Svizzera tedesca

Negli ultimi dieci anni Cash Hotel è cresciuta, passo dopo passo. Oggi il deposito di Givisiez comprende circa 10 000 articoli diversi. Con oltre 30 collaboratori, Cash Hotel è diventata nel frattempo leader di mercato nel segmento della gastronomia di alto livello in Romandia. Ma Yvo Bielmann non si accontenta. Il passo successivo è imporsi nella Svizzera tedesca: «Crediamo che anche lì verrà apprezzato approccio diverso dal solito».

Spazio di manovra grazie alla copertura delle posizioni valutarie

Tante PMI svizzere che crescono rapidamente intrecciano nel tempo rapporti internazionali, procurandosi sempre più merci dall’estero o intensificando le esportazioni dei propri prodotti. È quindi frequente che debbano confrontarsi con i corsi dei cambi, spesso in forte oscillazione. Già ridotti movimenti nei cambi influiscono direttamente sulla situazione finanziaria di un’azienda e rendono più difficile calcolare i margini.

Le perdite valutarie possono inaspettatamente ostacolare esportatori e importatori. Anche nel caso di Cash Hotel, nel 2007 abbiamo rilevato in un’analisi del cash flow un rischio di cambio crescente, perché le importazioni dall’eurozona erano costantemente aumentate. Questo rischio di cambio comprometteva i margini dell’azienda rendendo difficile la pianificazione finanziaria. Per questo motivo abbiamo consigliato a Yvo Bielmann di prevedere una copertura contro le perdite di cambio, in modo che si potesse concentrare completamente sull’andamento di Cash Hotel.

Stéphane Mathey dirige il reparto clientela aziendale UBS per la Romandia. Con il suo team, sostiene imprenditori come Yvo Bielmann nell’ottimizzare i propri affari.

La soluzione

UBS consiglia a Yvo Bielmann di prevedere una copertura contro le perdite di cambio per le posizioni in valuta estera della sua ditta. In base alle esigenze del cliente, si può scegliere tra diverse coperture delle posizioni valutarie su misura. Le transazioni a termine si sono rivelate la soluzione più efficace per Cash Hotel. Stabilizzano i margini e facilitano a Yvo Bielmann la realizzazione della strategia di crescita.