UBS Entrepreneur Report

Un modo nuovo di pensare - Come trasformare una crisi in un’opportunità

Non c’è niente come una crisi per dimostrare di che pasta sono fatte le persone e la pandemia di COVID-19 non fa eccezione.

Sebbene sia iniziata come enorme crisi sanitaria, anche le conseguenze economiche sono molto serie. Gli imprenditori sono chiamati ad agire rapidamente, spesso dovendo modificare le fondamenta stesse della propria azienda per poter sopravvivere e trovarsi nella posizione di prosperare di nuovo appena passata la pandemia.

Per il nostro UBS Entrepreneur Report 2021, abbiamo intervistato cinque imprenditori nel mondo a cui abbiamo chiesto di raccontarci le loro storie, come sono arrivati al successo, ma soprattutto come hanno affrontato la crisi. Scopra cosa ci hanno detto.

Per saperne di più:


Alcune testimonianze

Cadere sette volte e rialzarsi otto

Intervista a Jorge Cortell, Fondatore e CEO di Kanteron

Solo qualche mese prima dell’esplosione della pandemia di COVID-19, Kanteron, la società di bioinformatica computazionale di Jorge Cortell, aveva presentato in una conferenza a Bangkok una ricerca sul monitoraggio delle epidemie. Ovviamente non sorprende che da allora, con l'arrivo della pandemia, la richiesta del software della società sia cresciuta rapidamente.

Questo tuttavia non significa che la pandemia abbia lasciato completamente indenne Kanteron, che ha comunque dovuto affrontare altre difficoltà e criticità nei propri processi di acquisto e di pagamento. Scopra come ha reagito nella nostra ricerca.

La rabbia contro gli scarti della moda

Intervista a Christina Dean, Fondatrice e CEO di The R Collective

Viaggiare in Cina, Cambogia, Nepal e nelle Filippine per curare i denti alle persone più povere e scrivere articoli come giornalista freelance è un inizio davvero insolito per un’imprenditrice. Un'esperienza nel mondo che ha però sensibilizzato Christina Dean su temi ambientali e gestione dei rifiuti, soprattutto nel settore della moda Quello che inizialmente era solo un interesse, si è rapidamente trasformato in impegno. Doveva fare qualcosa.

Determinata a combattere gli sprechi nel settore della moda e nel tessile, nel 2007 ha costituito Redress, una ONG ambientalista dedicata a ridurre e trasformare gli scarti tessili, promuovendo quindi un’economia circolare. Scopra cosa sta facendo, con quali risultati e cosa intende continuare a fare.

Vuole saperne di più su come questi imprenditori hanno affrontato la crisi?

Richieda il report completo

Ci contatti