UBS Investor Watch: Conoscere il proprio valore

Per questa edizione di Investor Watch abbiamo condotto una ricerca con l'obiettivo di comprendere meglio il ruolo e il livello di coinvolgimento delle donne nella gestione del loro patrimonio finanziario.

Ci siamo chiesti: che rapporto hanno queste donne con il loro patrimonio? Hanno un ruolo attivo nelle decisioni finanziarie che le riguardano? E, se no, perché?

Per maggiori dettagli

Ecco che cosa abbiamo scoperto...

Risultati

Le donne si stanno rendendo conto che le proprie necessità finanziarie di lungo periodo sono importanti…

L'aspettativa di vita continua ad aumentare in tutto il mondo. Molte donne oggi si aspettano di vivere più a lungo. Non solo: il 68% di loro pensa di vivere più a lungo del proprio partner. Con questa convinzione, le donne sono quindi consapevoli che le proprie esigenze finanziarie di lungo periodo diventano sempre più importanti.


Le donne sono consapevoli di poter vivere più a lungo

…ma si disinteressano a tematiche di pianificazione finanziaria di lungo periodo

Le donne italiane sposate, nonostante riconoscano la crescente importanza delle necessità finanziarie di lungo periodo, continuano a focalizzare il loro interesse sulle decisioni di breve termine. Le loro responsabilità, ad esempio, ruotano attorno al finanziamento degli studi universitari (91%), al pagamento delle bollette (90%) e delle spese di casa (89%). Quando ci si sofferma sull'analisi delle decisioni finanziarie di lungo periodo, la percentuale scende drasticamente, con il 52% delle donne italiane che dichiara di lasciare tali decisioni al coniuge.


Molte donne italiane non vengono coinvolte nelle decisioni finanziarie di lungo periodo.

Ruolo negli investimenti e nelle decisioni finanziarie di lungo periodo

Perché così tante donne si focalizzano sulle decisioni di breve termine e non sulle necessità finanziarie di lungo periodo?

Scopra di più sulla situazione attuale


Dare la propria opinione conta

Cominci a parlare di questi temi con il suo partner

Alcune coppie non si sentono a proprio agio parlando di denaro. Ma provi a farsi questa domanda: se domani si trovasse da sola, cosa farebbe per avere una situazione finanziaria più sicura? E se invece oggi è single, parlare apertamente di tematiche finanziarie con un amico o con un consulente finanziario di fiducia potrebbe rendere la sua vita più semplice?

E' pronta a decidere sul suo patrimonio?

Ne parli con noi.

Motivi

Molte donne ricadono nei cosiddetti "ruoli di genere". più tradizionali

Ci sono molte ragioni per cui le donne delegano le decisioni di investimento e di pianificazione finanziaria al proprio partner. Il motivo principale è che le donne italiane sembrano rispettare ancora i cosiddetti "ruoli di genere". Circa tre quarti (73%) pensa di aver bisogno di un alto livello di conoscenza per poter effettuare scelte di investimento. E se restano sole, le donne italiane potrebbero rivolgersi più facilmente ad un professionista piuttosto che ad un amico o famigliare.


Ci sono diverse ragioni per cui le donne delegano le decisioni finanziarie di lungo periodo al proprio coniuge…

Percentuali di donne che indicano le seguenti motivazioni per giustificare il basso coinvolgimento nelle scelte finanziarie


…e molte donne si rivolgono ad altri quando si ritrovano sole

Perché è così rischioso non pianificare il proprio futuro?

Come si differenziano le motivazioni a livello globale?


Non continui a rimandare

La vita può riservare diverse sorprese. Le donne spesso delegano ad altri decisioni finanziarie che le riguardano, nonostante sappiano quanto sono importanti per il loro futuro. Sottovalutano le loro capacità e sopravvalutano ciò che serve per prendere queste decisioni. Ma dare il proprio contributo non significa essere un'esperta. Significa semplicemente iniziare ad acquisire maggiore consapevolezza su questi temi.

E' pronta a decidere sul suo patrimonio?

Ne parli con noi.

Consiglio

Molte donne rimpiangono di non essere state coinvolte prima nelle principali decisioni finanziarie

In Italia, le donne spesso non percepiscono i veri rischi del loro disinteresse a tematiche finanziarie. Accusano il colpo solo in caso di divorzio o se il loro coniuge muore. E' in questo momento che ben il 58% delle divorziate e delle vedove italiane ha avuto qualche sorpresa. Il 39% di loro ha scoperto un sostegno finanziario da parte del partner a beneficio di altri, il 36% ha scoperto spese fino ad allora tenute nascoste, il 41% delle intervistate si è ritrovata con più risorse rispetto alle attese.

Con questi presupposti, l'88% delle donne divorziate o vedove intervistate oggi suggerirebbe alle altre donne di avere un ruolo più attivo nella gestione delle risorse famigliari. Una percentuale simile (86%) evidenzia anche che le donne stanno iniziando a prepararsi di più su temi finanziari per affrontare in modo adeguato qualunque eventualità.


Le principali sorprese finanziarie alla fine del matrimonio…

Percentuale di vedove e divorziate italiane che ha avuto queste sorprese


…che portano le donne a consigliare un ruolo più attivo nelle decisioni finanziarie

Percentuale di vedove e divorziate che consiglia quanto segue alle donne sposate


Che cosa consiglia Edéenne?

La fondatrice e amministratore delegato della Maison Edéenne ha avuto grandi difficoltà a comprendere come gestire le proprie finanze al momento del divorzio. Guardi il video.

Come gestiscono la pianificazione finanziaria le giovani donne?


Conoscere il proprio valore

E' fondamentale comprendere la sua situazione di oggi e cosa desidera per il suo futuro

Si prenda tutto il tempo necessario per verficiare la composizione del suo patrimonio, chieda al suo partner di condividere quest informazioni con lei.

Si faccia le seguenti domande per meglio comprendere le sue necessità

Quali obiettivi vuole raggiungere?
Quali sono le persone più importanti per lei?
Quali saranno i suoi eredi?
Che cosa la preoccupa di più?
Come pensa di raggiungere i suoi obiettivi?

E' pronta a decidere sul suo patrimonio?

Ne parli con noi.

Per saperne di più

Incontriamoci per approfondire le questioni per lei più importanti.

Informazioni sull ricerca: A seguito dell'aumento dell'aspettativa di vita delle donne e dell'elevata percentuale dei divorzi, sempre più donne potranno ritrovarsi sole responsabili della gestione delle proprie finanze. UBS Global Wealth Management ha deciso di analizzare e misurare il livello di soddisfazione delle donne in merito al proprio coinvolgimento nelle decisioni finanziarie famigliari. Da settembre 2017 a gennaio 2019 UBS ha intervistato 3.652 donne. Di queste, 2.251 erano sposate e con almeno $1 milione in attivi investibili. Le altre (1.401) avevano divorziato o erano rimaste vedove. Queste donne possedevano almeno $250k in attivi investibili. UBS ha condotto interviste approfondite con 71 donne. L'intero campione di intervistate proviene da nove Paesi: Brasile, Germania, Hong Kong, Messico, Singapore, Svizzera, Italia, Regno Unito e Stati Uniti.