I principi ESG sono compatibili con l'investimento nei mercati emergenti? Per noi sì…

Le società attente alla struttura della corporate governance seguono in genere un approccio più disciplinato e possono migliorare la performance degli investimenti

14 feb 2020

In UBS-AM riconosciamo inoltre l’importanza di svolgere attività di engagement con le società, come abbiamo fatto più volte nel 2019 sviluppando questo caso di studio

Background

Questa società di assicurazioni con sede a Shenzhen è uno dei principali titoli del nostro portafoglio Emerging Markets, essendo ben posizionata per sfruttare la crescita strutturale degli investimenti e le esigenze previdenziali che derivano dall’invecchiamento della popolazione cinese. Al 2% del PIL, la penetrazione dei premi rimane bassa rispetto all’8-10% di altre economie asiatiche, mentre la produttività della forza vendite della società è nettamente superiore a quella dei suoi peer.

Nell’ambito del nostro processo di investimento, prestiamo particolare attenzione ai fattori ESG per le società presenti nel nostro universo di riferimento

In termini di governance e composizione del consiglio di amministrazione, abbiamo rilevato che la società opera entro i limiti delle norme previste dal Corporate Governance Code di Hong Kong: il Board non comprende un amministratore senior o un amministratore indipendente principale e il fondatore è Presidente e CEO da oltre trent’anni.

La società ha dichiarato che la stabilità del team di gestione si è rivelata un vantaggio, data la crescita continua e costante sperimentata con l’attuale leadership. Inoltre, stando alle affermazioni della società, nell’ambito del processo decisionale il fondatore non ha poteri speciali diversi da quelli degli altri amministratori. La società può vantare solidi sistemi di management e consolidati processi per assicurare che le decisioni assunte siano sottoposte al vaglio di procedure severe ed esaurienti.

Il valore dell’engagement

Come investitori, siamo fermamente convinti che valutare la governance sia estremamente utile e possa sostenere la performance.

Nel quadro delle attività di engagement svolte nel 2019, abbiamo incoraggiato la società a migliorare la composizione del Board e la divulgazione di informazioni sulla struttura delle remunerazioni.

Nel complesso riteniamo che il Presidente sia molto importante per il successo della società, che può vantare una migliore corporate governance rispetto ai suoi peer sebbene la struttura del Board non rispetti gli standard internazionali.

Il confronto ha inoltre riguardato gli esaurienti indicatori di performance utilizzati dalla società, molti dei quali sono indicatori a lungo termine con regolari punti di contatto.

A prescindere dal nostro dialogo con la società, vi sono anche altri sviluppi positivi riguardanti il suo impegno generale verso la sostenibilità e la governance. A marzo 2019 la società ha pubblicato il suo primo report sulla sostenibilità, dimostrando la volontà di agire in risposta alle richieste degli azionisti, inoltre è in contatto con le agenzie di rating per comunicare i progressi compiuti sugli aspetti ESG rilevanti in termini di materialità e a settembre 2019 è stata selezionata per la prima volta dal Dow Jones Sustainability Emerging Markets Index (DJSI).

L’approccio ESG integrato di UBS-AM consente ai nostri analisti di bilanciare i rischi ESG rispetto ai fattori scontati dal mercato, creando quindi un’opportunità di investimento.


Potrebbe interessarti anche

UBS Asset Management Italia

Disclaimer

Si prega di leggere i termini e le condizioni riportate di seguito, e confermare di averle lette, comprese e accettate cliccando sul bottone in basso.