Panorama – Investire nel 2021 La spesa infrastrutturale come strumento per ridare slancio all’economia?

Un universo investibile in continua crescita

di | Declan O’Brien, Head of Infrastructure Research and Strategy, Alex Leung, Analyst, Research & Strategy Infrastructure (North America, Asia)

Con le ingenti spese per le infrastrutture in programma nei prossimi 20 anni, il settore delle infrastrutture private subirà un’impennata di popolarità?

Quest’anno, con la pandemia e la volatilità dei mercati azionari globali che hanno fatto scendere i tassi di interesse, gli investitori si sono resi conto della necessità di diversificare i propri investimenti alla ricerca di asset ad alto rendimento in grado di offrire una fonte di reddito stabile.

A dispetto delle circostanze straordinarie di questo 2020, il settore delle infrastrutture private non ha perso tempo. Nei primi nove mesi dell’anno il settore ha raccolto 74 miliardi di dollari USA (cfr. Figura 14) e potrebbe chiudere il 2020 a livelli record. Con l’universo delle infrastrutture in crescita a livello globale, riteniamo che l’asset class sia in una buona posizione per offrire il flusso di reddito a lungo termine ricercato dagli investitori, in particolare con i migliaia di miliardi di dollari di investimenti necessari a livello globale per i progetti infrastrutturali.

La relativa stabilità degli investimenti infrastrutturali è diventata particolarmente interessante nelle fasi di volatilità dei mercati quotati. Inoltre, gli eventi meteorologici estremi hanno evidenziato la necessità di energia pulita affidabile e a basso costo, soprattutto dato il costante miglioramento delle condizioni economiche dei business delle energie rinnovabili (cfr. Figura 15 a pag. 34). La volatilità dei prezzi delle materie prime ha invece pesato sull’industria dei combustibili fossili.

Figura 1: Infrastrutture private: previsioni di raccolta quasi a livelli record per quest’anno

Fonte: Preqin, novembre 2020

Figura 2: Energie rinnovabili e batterie sono diventate competitive a livello di costi

L’attuale crisi economica ha fornito ai Paesi la rara opportunità di poter premere il pulsante di reset e ristabilire le priorità dei propri obiettivi di sviluppo a lungo termine. La spesa infrastrutturale è una misura collaudata per ridurre la disoccupazione e far ripartire economie stagnanti. Ma a differenza dei pacchetti di incentivi per lo sviluppo infrastrutturale del passato, la prossima ondata di investimenti si concentrerà probabilmente sulla gestione delle problematiche ambientali, sociali e di sostenibilità.

Ad esempio, in questo periodo il piano di investimenti del Green Deal europeo da 1.000 miliardi di euro ha assunto un’importanza ancora maggiore, non solo come strumento per far fronte ai cambiamenti climatici ma anche per rilanciare le economie locali. Il piano d’azione dell’UE prevede che l’Europa diventi neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050, investendo in energia verde, trasporti, edifici ad alta efficienza energetica e altre tecnologie ecocompatibili. Ciò offre opportunità enormi data l’entità degli investimenti necessari.

L’UE riconosce che il settore pubblico non è in grado di sostenere l’intero onere della decarbonizzazione e utilizzerà una garanzia di bilancio per consentire alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e ad altri partner di investire in progetti a più alto rischio, incoraggiando al contempo gli investimenti privati (il cosiddetto “crowding-in”).

La spesa infrastrutturale è una misura collaudata per ridurre la disoccupazione e far ripartire economie stagnanti.

Negli Stati Uniti, le politiche del neopresidente Joe Biden potrebbero contribuire ad aumentare gli investimenti in infrastrutture ecologiche. Il suo piano per il clima da 2.000 miliardi di dollari, destinato a investimenti nei settori edilizia, elettricità e trasporti ecologici, creerà milioni di nuovi posti di lavoro. Tuttavia, se i Repubblicani manterranno il controllo del Senato dopo i ballottaggi di gennaio, probabilmente questi piani non saranno approvati. A nostro parere, comunque, gli investitori possono essere ancora abbastanza ottimisti, poiché in realtà il tema delle energie rinnovabili beneficia di un sostegno bipartisan maggiore rispetto a quanto danno a intendere le prime pagine dei giornali. Ad esempio, è proprio negli Stati rossi come il Texas e l’Oklahoma che si concentra la maggiore produzione di energia eolica degli Stati Uniti, mentre gli Stati in bilico come l’Arizona e il Nevada vantano la produzione di energia solare più elevata. Entrambi i partiti sono quindi incentivati a raggiungere un accordo.

Le telecomunicazioni sono un altro settore che è stato oggetto di particolare attenzione durante la pandemia. La rete Internet ad alta velocità ha permesso il telelavoro e la didattica a distanza. Tuttavia, le aree rurali e i distretti a basso reddito hanno in genere un accesso limitato alla rete Internet ad alta velocità e durante i lockdown sono stati di fatto privati di questi servizi essenziali.

In un recente sondaggio dell’Internet Innovation Alliance, il 90% degli intervistati incoraggia l’utilizzo da parte del Congresso dei fondi federali per l’ampliamento dell’infrastruttura della rete Internet a banda larga in aree attualmente prive di accesso e l’88% promuove un incremento del sostegno del Congresso a coloro che al momento non hanno accesso alla rete Internet a banda larga per ragioni economiche. La prossima ondata di investimenti nelle infrastrutture di telecomunicazione dovrà quindi cercare di colmare il divario digitale in essere tra le diverse comunità.

In prospettiva futura, è chiaro che i mega-trend della transizione energetica e della trasformazione digitale non si esauriranno a breve e che le infrastrutture rappresentano un investimento ideale per avere esposizione a questi temi di lungo periodo. Il settore delle infrastrutture private, dotato di riserve di liquidità per oltre 200 miliardi di dollari USA, avrà probabilmente un ruolo importante nella prossima ondata di investimenti infrastrutturali.

Potrebbe interessarti anche

Quali opportunità di investimento scegliere?