Macro Monthly | Politica: il passaggio del testimone

Evan Brown. Head of Macro Asset Allocation Strategy, ci presenta gli approfondimenti economici e l'asset allocation per aprile 2019

15 apr 2019

Mentre le banche centrali si affannano per raggiungere gli obiettivi d’inflazione, crediamo che la politica fiscale svolgerà probabilmente un ruolo rilevante nella stabilizzazione dell’economia. Nel breve periodo ciò dovrebbe rappresentare uno sviluppo positivo per gli attivi rischiosi. La politica monetaria espansiva e il supporto fiscale, soprattutto dalla Cina, sono essenziali nel sostenere la crescita mondiale. Tuttavia, più avanti, l’aumento del populismo e minori preoccupazioni sui deficit potrebbero comportare politiche fiscali molto più aggressive che, a loro volta, potrebbero generare rendimenti e inflazione nettamente più elevati. Gli investitori multi-asset dovrebbero essere consapevoli che le correlazioni azioniobbligazioni passeranno da negative a positive nei prossimi anni. La graduale diversificazione negli attivi reali appare sensata in un contesto di cambiamento della politica da monetaria a fiscale.

Dal punto di vista macro-economico, marzo 2019 verrà ricordato come il mese in cui le banche centrali su entrambe le sponde dell’Atlantico hanno fatto un passo indietro, guardato all’inflazione relativamente ai rispettivi obiettivi e comunicato che “semplicemente così non va”. Agli inizi di marzo, la Banca Centrale Europea (BCE) ha dichiarato che non ci sarebbero stati rialzi dei tassi d’interesse nel 2019 e ha introdotto un’altra operazione di prestiti mirati per garantire alle banche accesso al credito. E’ significativo come le previsioni della BCE su crescita e inflazione, che hanno considerato queste correzioni della politica, siano state riviste drasticamente al ribasso e le proiezioni d’inflazione non raggiungeranno l’obiettivo nemmeno per la fine del 2021. In altre parole, l’istituto centrale ha ammesso che le misure adottate in occasione di quella stessa riunione non sarebbero state sufficienti a raggiungere l’obiettivo. Con i tassi negativi già estremi e difficili da sostenere per il sistema bancario, e con l’allentamento quantitativo (QE) quasi a capacità piena, è sembrato che effettivamente la BCE stesse gettando la spugna.

UBS Asset Management Italia

Disclaimer

Si prega di leggere i termini e le condizioni riportate di seguito, e confermare di averle lette, comprese e accettate cliccando sul bottone in basso.