UBS news

UBS Investor Watch: Imprevedibilità

Zurigo Media Releases Switzerland

Uno studio di ampia portata condotto su HNWI di sette paesi ha fornito una panoramica dettagliata degli atteggiamenti, dei timori e delle speranze degli individui facoltosi di tutto il mondo.

Zurigo, 17 maggio 2017 – UBS Wealth Management ha chiesto a 2842 HNWI di tutto il mondo*- tra cui 400 in Svizzera - le loro opinioni sulle incertezze in ambito politico ed economico, dopo un anno ricco di colpi di scena, in cui si sono succeduti eventi imprevisti come l’elezione del Presidente Trump, il voto del Regno Unito a favore dell’uscita dall’Unione europea e l’intensificarsi delle tensioni relative alla Corea del Nord.

In Svizzera il 77% di questa élite ritiene che il periodo attuale sia il più imprevedibile nella storia del mondo; questa è la percentuale più bassa tra tutti i mercati in cui è stato condotto il sondaggio. Tuttavia, quasi tre quarti (71%) dichiarano che, al momento di decidere come affrontare quest’incertezza, si sentono ostacolati dall’eccesso di informazioni. Il 70% ammette di lasciarsi distrarre dai propri obiettivi finanziari da rischi di breve termine ed eventi imprevisti.

La maggior parte dei milionari sostiene che oggi le emozioni svolgono un ruolo più importante dei fatti oggettivi nel condizionare l’opinione pubblica. Il 72% ritiene che i governi eletti possano reagire soltanto a pericoli di breve termine.

Quasi la metà (41%) pensa che le nuove tecnologie, come l’intelligenza artificiale, possano rendere il mondo più prevedibile, mentre le opinioni sui social media sono chiare: soltanto il 18% crede che contribuiscano a rendere il mondo più prevedibile.

Ciò nonostante, il numero di milionari ottimisti circa il proprio futuro e quello del mondo è decisamente superiore a quello dei pessimisti. Secondo l’UBS Confidence Index, il 56% dei milionari svizzeri è ottimista e fiducioso nel futuro, rispetto ad appena un 9% di pessimisti (la percentuale rimanente ha risposto di non attendersi alcun cambiamento).

Gli individui facoltosi svizzeri sono ottimisti anche circa l’economia mondiale. Poco più della metà (53%) si è espressa positivamente in merito alle prospettive economiche globali per i 12 mesi successivi, il che rende la Svizzera la seconda nazione più ottimista al mondo.

Tale fiducia deriva in parte dalla convinzione di poter trovare strumenti sicuri in cui investire il proprio patrimonio. Il 78% ritiene che il mercato nazionale sia un’area sicura in cui investire. Il 70% dei milionari svizzeri è però preoccupato per la volatilità del franco svizzero.

UBS Wealth Management raccomanda tre tattiche utili a gestire l’imprevedibilità:

  1. Concentrarsi sul lungo periodo. Evitare di reagire agli eventi e alle distrazioni di breve termine. È importante restare concentrati e eliminare i "rumori di sottofondo", oggi più forti che mai.
  2. Mantenere un portafoglio diversificato. È essenziale un’esposizione a un’ampia gamma di strumenti e aree geografiche per eliminare i rischi legati a un’eccessiva esposizione ai mercati finanziari domestici. L’aggiunta di investimenti alternativi può offrire un ulteriore livello di protezione contro la volatilità dei mercati domestici e internazionali e, al tempo stesso, favorire interessanti opportunità di rendimento nel medio-lungo termine.
  3. Non sopravvalutare la liquidità come strumento sicuro. La liquidità può esercitare una notevole attrattiva, soprattutto in un mondo imprevedibile. Ma il suo valore diminuisce con l’inflazione e nel lungo periodo gli strumenti di liquidità possono quindi danneggiare la salute finanziaria degli investitori.


Daniel Kalt, UBS Chief Economist Switzerland e Regional Chief Investment Officer Switzerland di UBS Wealth Management
, ha affermato: “Secondo alcuni il mondo non è mai stato prevedibile quanto oggi. Chiaramente, gli individui facoltosi di tutto il mondo pensano il contrario. Dopo un anno di colpi di scena e grandi shock la maggior parte delle persone ritiene che stiamo vivendo un’epoca altamente imprevedibile. I rischi di natura politica, economica, sociale e finanziaria sono al centro delle preoccupazioni.

“Di conseguenza, vediamo emergere la tendenza a concentrarsi sugli sviluppi di breve termine, reagendo a ciascun evento isolatamente quando l’incertezza aumenta. In questo contesto, investire in strumenti conosciuti può essere allettante e mantenere posizioni elevate in liquidità può dare maggior senso di sicurezza, anche se riduce il valore del patrimonio in termini reali. Sebbene la fiducia rimanga alta, nessuno di questi approcci è destinato a funzionare bene nel lungo periodo.

“In un mondo imprevedibile, è consigliabile privilegiare un’ottica di lungo termine, concentrarsi sui propri obiettivi e investire in un portafoglio bilanciato che comprenda un’ampia gamma di strumenti e mercati diversi.”


I milionari affermano che questo è il periodo più imprevedibile della storia

  • L’82% dei milionari intervistati in sette mercati internazionali ritiene che ci troviamo nel periodo «più imprevedibile della storia». In Svizzera la percentuale è del 77%, ossia inferiore rispetto a qualunque altro mercato globale.
  • Secondo lo studio gli individui facoltosi sono distratti dai rischi a breve termine e soffrono dell’eccesso d’informazione.
  • Il 76% crede che le emozioni condizionino l’opinione pubblica più dei fatti oggettivi e l’82% afferma che il sistema finanziario globale è una delle cause d’incertezza.
  • Il 58% si attende un miglioramento delle proprie condizioni finanziarie nei 12 mesi successivi, mentre solo il 7% prevede un deterioramento. La maggior parte dei milionari intervistati è fiduciosa nella possibilità di trovare aree sicure in cui investire il proprio patrimonio.
  • Nel corso dell’indagine sono stati complessivamente intervistati 2842 High Net Worth Individual (HNWI) di Regno Unito, Italia, Svizzera, Giappone, Hong Kong, Singapore e Messico.


Note per i redattori:

Informazioni sulla ricerca

* La ricerca citata è stata condotta su un campione di 2842 High Net Worth Individual (HNWI) di tutto il mondo con patrimoni finanziari investibili superiori a USD 1 milione (immobili esclusi), equamente ripartito su sette mercati: Regno Unito, Italia, Svizzera, Messico, Hong Kong, Singapore e Giappone Sono state intervistate almeno 400 persone in ogni mercato, il 30% delle quali donne. La ricerca è stata effettuata da Censuswide per conto di UBS Wealth Management nei mesi di gennaio e febbraio 2017.

UBS Wealth Management

UBS è leader mondiale nella gestione patrimoniale. La protezione e la crescita del patrimonio attraverso le generazioni sono al centro delle nostre attività. Valutiamo tutti gli aspetti della vita dei nostri clienti per capire di cosa abbiano bisogno accanto alla gestione dei loro investimenti e adottiamo un approccio integrato per aiutarli a perseguire i propri obiettivi finanziari di lungo termine.


UBS Switzerland AG

 

Contatti
UBS Media Relations
Tel. +41-44-234 85 00
mediarelations@ubs.com


www.ubs.com