UBS news


Immobili svizzeri – I tassi d’interesse restano decisivi per il mercato

Zurigo/Basilea | | Media Releases Switzerland

 

UBS CIO Wealth Management Research pubblica lo studio sul settore immobiliare svizzero UBS Real Estate Focus 2013

Il mercato immobiliare svizzero continua a beneficiare di vantaggiose condizioni di mercato. Ma il vento sta lentamente girando. Secondo UBS CIO Wealth Management Research, nel 2013 valutazioni immobiliari talvolta troppo elevate, un forte aumento dell’offerta e interventi normativi getteranno sempre più sabbia negli ingranaggi del boom immobiliare.

Zurigo/Basilea, 23 gennaio 2013 – I prezzi per gli immobili residenziali crescono incessantemente e, anno dopo anno, raggiungono nuovi livelli record. La tendenza al rialzo, che persiste ormai da 15 anni, lascia però sempre più il segno sul mercato immobiliare. Nei centri economici in forte crescita del Paese si va affermando un crescente potenziale di correzione, sia per quanto riguarda le abitazioni di proprietà che le case plurifamiliari. Nell’attuale contesto di mercato, caratterizzato da un persistente basso livello dei tassi, un calo dei prezzi appare al momento lontano. UBS CIO Wealth Management Research prevede quindi anche per il 2013 un aumento dei prezzi in tutta la Svizzera pari a una media del 3,0 percento per gli appartamenti di proprietà e del 2,5 percento per le case unifamiliari.

Il boom immobiliare dovrebbe subire una frenata
Con il boom nel mercato immobiliare cresce anche la pressione sul legislatore e le autorità di vigilanza a disciplinare più severamente il mercato. Nel 2012 sono state quindi emanate nuove direttive sui requisiti minimi in materia di finanziamenti ipotecari. Anche nella vasta popolazione i tanti progetti edilizi nelle zone turistiche hanno creato qualche disagio, culminato nell’approvazione dell’iniziativa sulle abitazioni secondarie. L’attuazione di quest’ultima rappresenta una sfida per autorità e tribunali e alimenterà l’incertezza dei proprietari d'immobili per anni. Inoltre è stata lanciata la campagna elettorale per la revisione della Legge sulla pianificazione del territorio (referendum popolare marzo 2013). Se è vero che gli interventi nei diritti di proprietà sono sempre controversi, secondo UBS CIO Wealth Management Research la nuova Legge influirà comunque solo in misura marginale sui prezzi dei terreni e degli immobili.

Sfrenata espansione delle superfici per immobili commerciali
Le interessanti condizioni finanziarie iniziano a farsi sentire anche sul mercato degli immobili commerciali con prezzi sempre più alti. Tuttavia, gli elevati utili di capitale degli ultimi anni dovrebbero essere acqua passata. Tema dominante del 2013 sarà l’offerta eccessiva di superfici per uffici. I promotori di progetti a Zurigo, Berna e soprattutto a Basilea avranno più difficoltà a vendere superfici.

Per i centri commerciali si profila un andamento analogo se saranno realizzati tutti i progetti in programma. Nel 2012 la concorrenza dei paesi esteri vicini ha richiesto concessioni di prezzo e i fatturati del commercio al dettaglio hanno registrato il peggior crollo degli ultimi 20 anni. Nell’anno in corso il movimento al ribasso dei fatturati del commercio al dettaglio dovrebbe arrestarsi ed essere compensato in termini di ricavi dalla domanda complessiva in crescita dovuta all’immigrazione.

I fuochi d’artificio nelle azioni e nei fondi immobiliari sono un ricordo passato
Per quanto concerne gli immobili quotati in Borsa, il 2013 dovrebbe trascorrere senza grosse sorprese. Poiché difficilmente il livello dei tassi potrà scendere ancora, le opportunità di utili di capitale si riducono drasticamente. L’attenzione sarà posta sull’aumento dei redditi da locazione. Le azioni immobiliari difficilmente registreranno un andamento migliore rispetto al mercato azionario generale. Per quanto attiene ai fondi immobiliari va considerata anche la valutazione molto elevata nel contesto storico. Nonostante il perdurare di un robusto tasso di rendimento azionario sarebbe consigliabile prendere delle prese di beneficio.

UBS SA


Contact

Claudio Saputelli
responsabile Global Real Estate Research
CIO Wealth Management Research
Tel. +41 44 234 39 08

Daniel Kalt
capo econimsta UBS Svizzera
CIO Wealth Management Research
Tel. +41 44 234 25 60

Lo studio UBS «UBS Real Estate Focus 2013» può essere scaricato da Internet al seguente link: www.ubs.com/realestatefocus-it.


www.ubs.com