Non vedete l’ora di arredare la vostra nuova cucina spaziosa e il plateatico? O di godervi la bellissima zona che avete scelto per la vostra prossima abitazione?

Prima di poter godere della vostra nuova casa però dovete organizzare una serie di cose. La nostra checklist vi aiuterà a non dimenticare nulla

1. Date per tempo disdetta dell’attuale contratto di locazione

Inviate la disdetta scritta al vostro locatore a mezzo lettera raccomandata. Nel vostro contratto d’affitto sono indicati i termini di disdetta. Se intendete lasciare l’abitazione prima del termine stabilito dovete trovare un nuovo inquilino. Se l’abitazione vecchia e nuova si sovrappongono di un mese potete traslocare con più calma.

2. Organizzate il trasloco con un’impresa specializzata o degli aiutanti

Se noleggiate un furgone il vostro trasloco sarà relativamente economico. In compenso dovete organizzare degli aiutanti ed entrare nell’ordine di idee di trasportare dei pesi. Se vi avvalete di un’impresa di traslochi potete risparmiarvi tanto lavoro. In compenso spenderete di più. In ogni caso vi consigliamo di richiedere più offerte: possono esserci notevoli differenze di prezzo e condizioni. 

3. Disdite l’ordine permanente e fatene uno nuovo

Pagate l’affitto con un ordine di pagamento permanente? Non dimenticate di disdirlo. Successivamente ne preparerete un altro per la nuova abitazione.

4. Iniziate ad organizzare eventuali riparazioni

Graffi sul parquet o miscelatori da sostituire – non dovete provvedere alla riparazione di ciò che è riconducibile ad una normale usura. Se invece avete rotto lo specchio in bagno, dovrete sostituirlo prima della consegna dell’abitazione. Prendete tempestivamente accordi con il vostro locatore.

5. Consegnate la vostra abitazione pulita

O pulite voi, o incaricate un’impresa di pulizie. Vale senz’altro la pena di fare una pulizia approfondita. Perché se il locatore non è soddisfatto vi può chiedere di eseguire un’ulteriore pulizia. Nel peggiore dei casi dovete pagare un’impresa di pulizie scelta dal locatore.

6. Spesso potete fare a meno della tinteggiatura

Avete l’obbligo di lasciare l’appartamento perfettamente pulito. La tinteggiatura però normalmente non è richiesta. Se invece avete tinteggiato le pareti dovete restituire l’abitazione con i colori originali. Lo stesso vale se vostra figlia ha dato sfogo alla sua creatività decorando le pareti con i pennarelli.

7. Chiudete il conto di risparmio cauzione affitto

Anche il locatore deve firmare la chiusura del conto di risparmio cauzione affitto. Il conto viene liquidato solo dopo che entrambi hanno firmato la sua chiusura. I relativi moduli ve li consegna la banca presso la quale avete aperto il conto di risparmio per la cauzione.

8. Comunicate la vostra partenza in comune

È importante notificare la vostra partenza al vecchio comune di residenza prima del trasloco perché il nuovo comune richiederà una copia di questa notifica per l’iscrizione all’ufficio del controllo degli abitanti. Se avete figli informate tempestivamente sia la vecchia che la nuova scuola rispettivamente il nido o l’asilo.

9. Comunicate il vostro nuovo indirizzo

Oltre al comune dovrete comunicare il vostro cambio di indirizzo anche al vostro fornitore di corrente elettrica. Altrimenti rischiate di continuare a pagare la corrente anche per l’appartamento che avete disdetto. Inoltre dovrete informare il vostro fornitore di telefonia fissa, il consulente fiscale, banche e assicurazioni, la cassa malattia e i vostri medici. Spesso trovate sulle loro pagine Internet indicazioni su come comunicare il cambio di indirizzo. 

10. Il giorno del trasloco, coinvolgete anche i vostri figli

Avete preparato e programmato il trasloco e pensato a tutto. E poi arrivano i bambini dicendo che si stanno annoiando da morire. Pertanto, affidate dei compiti anche a loro. Così sono impegnati e si sentono considerati. Ovviamente non sono in grado di trasportare pesi. Però possono preparare gli scatoloni con i loro giocattoli o aiutarvi a svuotare gli armadi.

Cosa fare se qualcosa va storto?

Il vostro locatore si rifiuta di restituire la cauzione? Il nuovo contratto d’affitto non è come lo avevate pattuito? O i conteggi delle spese accessorie sono troppo alti? Per qualsiasi problema con il locatore potete rivolgervi all’Associazione Svizzera Inquilini. Riceverete consigli e aiuto da parte di consulenti specializzati in materia.

UBS immo news

Newsletter con consigli su edilizia, finanziamento, imposte e diritto successorio/regime dei beni.