Comunicati stampa

In questo sito sono elencati i ultimi 20 comunicati stampa pubblicati.

agosto 2018

  1. Nel primo trimestre del 2018 l'indice della bolla immobiliare ha registrato un'ulteriore flessione e al momento si attesta a 1,00 punti. Il mercato delle abitazioni di proprietà è ulteriormente rallentato, mentre i redditi e i prezzi al consumo hanno riportato un netto incremento. I rischi di sostenibilità restano tuttavia elevati nel confronto a lungo termine.

luglio 2018

  1. Nel 2° trimestre UBS ha messo a segno vigorosi risultati, con un utile ante imposte pubblicato di CHF 1679 milioni.
  2. Dopo anni di sopravvalutazione del franco svizzero, gli economisti di UBS prevede che nei prossimi mesi si tornerà a una valutazione equa, dalla quale cosa alcuni settori potranno beneficiarne più della media. Tuttavia, le prospettive positive per l'economia svizzera sono offuscate da vari rischi globali. In primo luogo: sul lungo termine, per un'economia aperta come quella svizzera, il protezionismo può rappresentare un serio problema.

giugno 2018

  1. Secondo gli esperti in materia, il numero degli assicurati che desiderano prendere in mano le redini della propria previdenza per la vecchiaia è in aumento. Alla luce del blocco delle riforme e della dinamica negativa all’interno del sistema previdenziale svizzero, tale constatazione non sorprende. I piani previdenziali 1e del 2° pilastro, finora poco conosciuti, consentono una maggiore libertà di decisione e fungono da modello per ulteriori innovazioni.
  2. Dallo Studio Optimus Svizzera è emerso che ogni anno le organizzazioni per la protezione dell’infanzia attive in Svizzera rilevano dai 30 000 ai 50 000 minori che necessitano di aiuto e sostegno perché vittime di violenza fisica o psicologica o di trascuratezza, sono testimoni di violenza domestica o hanno subito abusi sessuali.

maggio 2018

  1. I prezzi delle abitazioni di vacanza nella regione alpina svizzera si sono leggermente ripresi. Tuttavia, l'andamento dei prezzi continua essere più debole rispetto a quello delle destinazioni top in Austria e Francia. A lungo termine, si sta verificando un aumento dello stock di abitazioni secondarie in Svizzera nonostante la legge sulle abitazioni secondarie.
  2. L'indice della bolla immobiliare ha registrato una pesante flessione nel primo trimestre del 2018 attestandosi al momento a 1,10 punti. I redditi delle famiglie sono aumentati considerevolmente nel trimestre scorso, mentre i prezzi delle abitazioni di proprietà sono lievemente diminuiti. Lucerna e l'Oberland zurighese non figurano più tra le regioni a rischio.

aprile 2018

  1. Nel primo trimestre 2018 UBS ha registrato ottimi risultati, con un utile ante imposte pubblicato di CHF 1973 milioni.
  2. Un recente sondaggio di UBS rivela che nella successione aziendale i titolari di PMI tengono più conto di aspetti come la conservazione dei posti di lavoro o della filosofia aziendale anziché dell'ottenimento di un prezzo di vendita elevato. La maggior parte, però, si occupa della successione solo quando resta poco tempo, e quindi in ritardo.

marzo 2018

  1. Le grandi imprese in Svizzera beneficiano in maggior misura della ripresa rispetto alle PMI. Nel periodo da ottobre 2017 a gennaio 2018 il barometro PMI nel settore industriale ha registrato una lieve diminuzione, da 0,73 a 0,51 punti. Le grandi imprese industriali hanno invece segnato un trend di crescita ininterrotto, il barometro ha rilevato un aumento da 0,53 a 0,82 punti, toccando il livello più alto dal 2011. Anche nel settore dei servizi le PMI lottano più aspramente delle grandi imprese per far fronte alla situazione economica.

febbraio 2018

  1. Nel 4° trimestre 2017, l'UBS Swiss Real Estate Bubble Index è diminuito e attualmente, con 1,32 punti, si trova nella zona di rischio. Questo secondo calo consecutivo è stato guidato dal persistente ridotto aumento dei volumi ipotecari. Tuttavia dovrebbe essere stato sottovalutato, poiché la concessione di ipoteche da parte di assicuratori e casse pensioni non viene registrata in maniera sufficiente. La gran parte dei sottoindicatori è rimasto pressoché invariata nell'ultimo trimestre.
  2. Gli economisti di UBS si aspettano una congiuntura molto più vivace quest'anno. L'indebolimento del franco svizzero e la solidità della congiuntura globale aiutano l'economia nazionale a gettarsi definitivamente alle spalle lo shock del franco. Si prevede che la svalutazione del franco svizzero consentirà alla Banca nazionale svizzera di alzare per la prima volta i tassi guida a fine 2018.

gennaio 2018

  1. Con 1,69 punti, l'indicatore dei consumi a dicembre 2017 si è collocato decisamente al di sopra della media di lungo periodo tracciando un quadro ottimistico dei consumi privati svizzeri. Le cifre più deboli per quanto riguarda le nuove immatricolazioni di auto impediscono di raggiungere un valore ancora più elevato.
  2. Nel 2017 UBS ha ottenuto eccellenti risultati d’esercizio, con l’utile ante imposterettificato1 in rialzo del 19% su base annua a CHF 6335 milioni.
  3. Le pigioni offerte per gli appartamenti nel giro di tre anni dovrebbero perdere fino al 10 percento. Ciò impedisce un ulteriore aumento dei prezzi di acquisto per immobili residenziali a reddito. Al contrario, i prezzi delle case unifamiliari nel 2018 saliranno ancora leggermente, sostenuti dai bassi costi di finanziamento e dalla speranza di aumenti del valore dei terreni connessi alla densificazione. Nuove forme di mobilità influenzeranno ben poco i prezzi immobiliari.

dicembre 2017

  1. A novembre l'indicatore UBS dei consumi si è attestato a 1,67 punti, al di sopra della media pluriennale, segnalando una solida crescita dei consumi per il 2018. Grazie al solido andamento congiunturale i consumi privati dovrebbero crescere ancora nonostante l'inflazione in aumento.
  2. Da luglio a ottobre il barometro delle PMI nell'industria è salito da 0,64 a 0,75 punti, quello delle grandi imprese industriali da 0,41 a 0,54 punti. Entrambi i barometri si situano pertanto al di sopra della media pluriennale. La situazione dei fornitori di servizi, per contro, si è leggermente peggiorata.

novembre 2017