Secondo l’economista Thomas Straubhaar, la pressione all’apprezzamento del franco aumenta sempre non appena si acutizzano i problemi nell’eurozona. Per questo motivo la volatilità dei mercati finanziari ci accompagnerà ancora a lungo in Svizzera. L’invasione di liquidità sui mercati ha portato, da una parte, alla statalizzazione dei mercati dei capitali perché gli interessi non sono più espressione del rapporto domanda-offerta ovvero della redditività dei progetti d’investimento. L’economia reale, che per il capitale deve ancora versare soltanto premi di rischio e non interessi, è la vera vincitrice della politica dei tassi di interesse bassi o negativi. Anche il settore pubblico ne beneficia, perché ha bisogno di meno denaro per colmare la propria montagna di debiti. Un pericolo di deflazione, secondo Straubhaar, non è però all’orizzonte né tantomeno si può osservare una crisi nel mercato del lavoro e non domina neanche l’aspettativa che in futuro le merci diventeranno capillarmente più convenienti.

UBS impulse per le aziende

Due volte all’anno, la rivista stampata per imprenditrici e imprenditori pubblica interessanti reportage, ritratti e grafici, presentando anche nuovi prodotti e servizi di UBS.