L’Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (SERV) assicura le attività di esportazione contro i rischi politici o economici, ad esempio quelli legati alle difficoltà di incasso o a incombenti problemi di liquidità, e contribuisce così al mantenimento e alla creazione di posti di lavoro in Svizzera. L’assicurazione copre non solo le esportazioni di beni di consumo e d’investimento, ma anche la fornitura di servizi a clienti esteri.

Condizioni

  • L’esportatore deve avere sede in Svizzera ed essere iscritto nel registro di commercio.
  • In linea di massima, la SERV assicura esportazioni in qualsiasi Paese. Per motivi di sussidiarietà, le esportazioni negli Stati UE o in Paesi come il Giappone, il Canada o gli USA possono essere assicurate presso la SERV solamente se non è possibile farlo sul mercato privato.
  • L’esportazione concerne la fornitura di merci e di servizi di origine svizzera o incorpora una quota adeguata di valore aggiunto svizzero.

Caso 1: producete merci o servizi, ma sussiste il rischio che non riusciate a consegnare o che i vostri prodotti o le prestazioni da voi anticipate non vengano pagati.

Offerta SERV: con un’assicurazione del rischio di fabbricazione l’esportatore svizzero assicura i costi propri generati nella fase di produzione di beni destinati all’esportazione. L’esportatore è così coperto contro le perdite nel caso in cui il proseguimento della produzione o l’invio delle forniture e dei servizi divenissero impossibili, oppure inesigibili per il contraente.

Caso 2: non siete in grado di prefinanziare i costi di produzione con mezzi propri o con l’aiuto della vostra banca, oppure i costi gravano sulla vostra liquidità.

Offerta SERV: se un esportatore necessita di un credito d’esercizio da parte di una banca per prefinanziare la produzione dei beni da esportare, ma il suo limite di credito è già esaurito a causa di altre operazioni, dovrà fornire ulteriori garanzie alla banca. Con un’assicurazione del credito di fabbricazione la SERV garantisce alla banca creditrice il rimborso del credito d’esercizio.

Caso 3: dovete fornire una garanzia a un vostro cliente estero, ma il vostro limite di credito presso la vostra banca è troppo basso oppure l’importo della garanzia limita la vostra liquidità.

Offerta SERV: gli importatori stranieri richiedono frequentemente l’emissione di una garanzia contrattuale (garanzia d’offerta, di restituzione d’acconto, di buona esecuzione o di buon funzionamento) da parte della banca dell’esportatore. Con una controgaranzia la SERV copre gli obblighi dell’esportatore derivanti da una garanzia contrattuale senza limitare la liquidità dell’esportatore.

Caso 4: fornite beni all’estero, ma c’è il rischio che veniate pagati solo in parte o in ritardo o che non veniate pagati affatto.

Offerta SERV: con un’assicurazione del credito del fornitore un esportatore svizzero si copre contro il mancato pagamento dei crediti in relazione a beni o servizi forniti a un acquirente estero.

Caso 5: l’ordinante estero deve ottenere un credito per l’acquisto dei beni da voi esportati, ma la banca che eroga il credito non vuole assumersi il rischio.

Offerta SERV: se gli ordinanti stranieri di esportazioni svizzere necessitano di un finanziamento esterno e la loro banca, pur essendo intenzionata a concedere un credito, non vuole assumersi i rischi da sola, quest’ultima può assicurare il relativo importo presso la SERV, mediante un’assicurazione del credito dell’acquirente.