Vermögensaufbau für Unternehmerinnen und Unternehmer

Molti imprenditori tendono a sottovalutare l’importanza di pianificare il patrimonio privato, esponendosi così a notevoli rischi. Di seguito vi riportiamo sei motivi per cui la costituzione di un patrimonio privato dovrebbe essere gestita in maniera strategica – a beneficio vostro e della vostra azienda.

Impulse Newsletter per imprese

Analisi accurate sull’economia e sui mercati nonché i migliori consigli di business direttamente nella vostra mailbox.

Motivo 1: il patrimonio privato funge da cuscinetto in caso di crisi

Se la vostra azienda dovesse subire una crisi, probabilmente da titolari vi tagliereste provvisoriamente lo stipendio oppure ci rinuncereste del tutto per un certo periodo. Infatti, in tempi difficili non ve la sentireste di gravare ulteriormente sull’impresa. In situazioni del genere, poter compensare la perdita di reddito con i propri risparmi acquista un valore inestimabile. Di scenari di crisi ce ne sono parecchi: il mercato potrebbe evolversi a vostro sfavore, un problema nella fornitura di materiale potrebbe ritardare la produzione oppure potreste perdere un grosso cliente. Ulteriori ostacoli:

  • A causa del regime di responsabilità, la liquidazione di un’impresa (e vale in particolare per le ditte individuali) comporta pesanti ripercussioni per voi come soggetti privati.
  • Se l’azienda perde valore, il ricavato dalla vendita può essere nettamente inferiore rispetto a quanto originariamente preventivato al momento della sua costituzione.
  • Chi, dopo aver venduto la propria impresa, investe in altre aziende corre il pericolo – a causa di bassi rendimenti, investimenti potenzialmente sbagliati o rischi di reinvestimento – di erodere il proprio patrimonio nel giro di poco tempo.
Businessplan-Vorlage

Pianificazione patrimoniale per imprenditori: consulenza gratuita

Approfittate di una consulenza a tutto campo. Durante il primo colloquio esamineremo insieme in che modo poter conciliare la pianificazione patrimoniale privata con i vostri obiettivi imprenditoriali.

Motivo 2: costituire un patrimonio privato agevola la successione aziendale

Chi regola per tempo la situazione economica dell’impresa e allinea la struttura finanziaria al valore dell’azienda avrà maggiori probabilità di riuscire a trovare un compratore o un successore interno. A tal fine è essenziale trasferire il patrimonio aziendale nel patrimonio privato, il che non solo fornisce una sicurezza finanziaria all’imprenditore in quanto soggetto privato, ma in caso di alienazione permette anche di realizzare il miglior prezzo di vendita possibile per le attività operative.

Fate soprattutto attenzione ad abbattere la liquidità non necessaria distribuendo i dividendi o trasferendo gli immobili esistenti nel patrimonio privato. Questo perché avere elevate riserve liquide e immobiliari fa salire il prezzo di acquisto delle attività operative, senza accrescere il loro reale valore. Ai fini della vendita è un argomento tutt’altro che allettante, che può complicare inutilmente la ricerca di un acquirente. Il tempestivo trasferimento nel patrimonio privato vi agevola inoltre anche in termini di esperienza d’investimento.

Motivo 3: il patrimonio privato riduce la dipendenza finanziaria dalla vostra azienda

Fintanto che il vostro patrimonio privato rimane quasi interamente investito nell’azienda, il vostro rischio finanziario personale è del tutto in capo all’impresa. Un’eventuale crisi privata avrà inevitabilmente delle ripercussioni sull’ambito lavorativo. In caso di divorzio o di divisione di un’eredità, ad esempio, i pagamenti compensativi non potranno essere saldati con il patrimonio privato e si dovrà attingere alle risorse aziendali. Quest’interdipendenza richiede una diversificazione delle finanze per proteggere sia l’azienda come tale sia voi come imprenditori.

Motivo 4: assicurare anche la vostra previdenza personale

Anche se dedicate tutte le vostre energie all’azienda, che considerate la vostra creatura, ricordatevi che non sarà l’azienda a provvedere alla vostra vecchiaia. Neanche i periodi di congiuntura favorevole sono automaticamente una garanzia di previdenza. Conviene pertanto pianificare la propria previdenza e costituire il proprio patrimonio per tempo, senza attendere il momento della vendita dell’azienda.

Nella previdenza personale rientra anche la tutela contro i rischi di morte, invalidità e incapacità di discernimento. Rischi che sussistono già prima di vendere l’impresa. Prima iniziate a costituire il patrimonio privato, tanto più consoliderete le risorse finanziarie della vostra famiglia. Così, all’occorrenza, la vostra famiglia sarà in grado di sopportare eventuali perdite di reddito e di provvedere a voi con un’adeguata assistenza personale o professionale in caso di malattia o incapacità di discernimento.

Motivo 5: assicurarsi dei vantaggi fiscali

Benché la costituzione del patrimonio privato abbia delle ripercussioni dirette a livello di imposte, una pianificazione patrimoniale a lungo termine può però influire positivamente sulle deduzioni fiscali. A tal proposito possono esservi di aiuto queste tre strategie:

  • Dei versamenti regolari sotto forma di dividendi o salari sgravano il bilancio, riducono il valore dell’azienda e portano quindi il prezzo di vendita a un livello adeguato. Così, oltre che rendere più semplice la ricerca di un successore, potete anche ottimizzare a lungo termine l’imposta sull’utile e sulla sostanza.
  • Gli utili da capitale nel patrimonio privato non sono soggetti all’imposta sul reddito. Ciò conviene soprattutto se investite denaro come soggetti privati, anziché investire attraverso l’azienda.
  • Una situazione in cui ci si imbatte spesso è la tassazione parzialmente differita negli anni, che è comunque dovuta al più tardi al momento della cessione aziendale. Il presunto risparmio fiscale si rivela così solo un differimento dell’imposizione. Queste spiacevoli conseguenze possono essere evitate con una pianificazione patrimoniale a tutto tondo, con una ripartizione preventiva tra patrimonio aziendale e privato.

Motivo 6: costituire un patrimonio privato per tutelarsi contro eventuali problematiche in materia matrimoniale e successoria

L’elevato tasso di divorzi in Svizzera parla da sé e interessa anche il mondo dell’imprenditoria. Indipendentemente dal regime dei beni, le conseguenze finanziarie in caso di divorzio o decesso possono incidere in maniera determinante sulle sorti della vostra PMI. In entrambi i casi potreste rapidamente e inaspettatamente ritrovarvi in gravi difficoltà economiche. Per evitare di arrivare a questo punto, affrontate la questione con il vostro coniuge o con la famiglia e prevenite così eventuali problemi.

Nel caso delle aziende a conduzione familiare, spesso si è legati al coniuge anche da un rapporto professionale, magari sotto forma di quote detenute nella società o di assunzione mediante prestiti a favore della società. Queste complesse strutture relazionali vengono alla luce soprattutto quando i coniugi sono ai ferri corti.

Prendere delle precauzioni non significa necessariamente che il matrimonio è al capolinea. Fondamentalmente è bene però essere preparati a una possibile suddivisione dei valori patrimoniali. In ogni caso bisogna evitare che, a seguito di pagamenti compensativi e divisioni ereditarie, venga a mancare la liquidità e si debba procedere alla vendita dell’azienda.

Come potete vedere, di motivi a favore della costituzione del patrimonio privato ce ne sono parecchi. Tuttavia, per la ripartizione del patrimonio privato e commerciale non esiste una soluzione unica adatta a tutte le situazioni. Per strutturare il patrimonio nel lungo periodo, gli imprenditori devono procedere a una pianificazione finanziaria e patrimoniale. E in questo caso non si può prescindere da un’analisi attenta e ad hoc con il proprio consulente.

Martina Koch

Martina Koch

Responsabile Corporate & Institutional Clients Regione Basilea

Martina Koch è responsabile di tutta la clientela aziendale della regione di Basilea. Al servizio di UBS da oltre 20 anni, ha ricoperto numerose funzioni nel segmento della clientela aziendale e del Wealth Management. Con i suoi team, assiste gli imprenditori affiancandoli a tutto campo in qualsiasi questione strategica o operativa.

Yves Müller

Yves Müller

Responsabile Executives & Entrepreneurs Argovia/Soletta

Insieme al suo team, Yves Müller fa sì che gli imprenditori e i dirigenti nella regione Argovia/Soletta possano concentrarsi senza riserve sulla crescita dell’impresa. Lui e il suo team pianificano con lungimiranza la costituzione del patrimonio privato e previdenziale e affiancano i loro clienti nella cessione aziendale.

Scoprire di più