Patrimonio del minorenne Regali in denaro: salvadanaio o conto?

Un fiero padrino regala al vostro bimbo delle banconote nuove di zecca. Ma cosa devono farci i genitori con questo generoso dono?

Festa di compleanno! Il padrino ci tiene a sottolineare che si tratta di banconote nuovissime, senza nemmeno una piega e mai entrate in circolazione. Ma cosa ci farebbe, molto probabilmente, il vostro bimbo? Esatto: le stropiccerebbe, le strapperebbe in mille pezzettini oppure le userebbe come fogli da colorare. Quindi è più che mai vostro diritto, nonché dovere, occuparvi del denaro che egli riceve in regalo. Ma come gestirlo esattamente?

Il patrimonio del minorenne

Il denaro che il bambino riceve in regalo fa parte del suo patrimonio: gli appartiene anche se sono i genitori ad amministrarlo. Questi fungono da meri contabili, versando il denaro sul conto del figlio o mettendolo nel salvadanaio.

Spiegare il valore del denaro

Durante i primi anni di vita, i bambini sono troppo piccoli per comprendere il concetto di denaro. Appena vostro figlio, però, accenna all’argomento, dovreste spiegargli che i suoi soldi si trovano su un conto di risparmio o nel salvadanaio e che ve ne occuperete voi fin quando non avrà compiuto 18 anni. Ditegli, inoltre, a quali progetti è destinata quella somma.

Fungere da guida

Lasciate che sia vostro figlio a mettere il denaro nel salvadanaio, oppure versatelo insieme sul conto. Se riceve del denaro direttamente sul conto, mostrategli le banconote che corrispondono alla somma ricevuta. Così facendo, il regalo diventerà più reale.

Istruzione o giocattoli?

Parlate con chi dona del denaro al vostro bimbo e chiedetegli qual è lo scopo e l’intenzione del suo regalo. La madrina vorrebbe che fosse per il futuro? Per finanziare il percorso di studi o per un viaggio? In tal caso, sarebbe meglio versarlo su un conto. Oppure potrebbe servire già a breve, magari per un giocattolo un po’ costoso? In questo caso, conviene conservarlo nel salvadanaio e discutere insieme al bambino di come utilizzarlo. Nel caso in cui vostro figlio fosse già abbastanza grande, aiutatelo a preparare con le sue mani un bigliettino per ringraziare il donatore: riceverlo fa sempre piacere.


I principi pedagogici di UBS

Questo articolo è stato redatto in collaborazione con Marianne Heller, pedagogista per bambini e adolescenti, responsabile da diversi anni di un programma a loro dedicato sull’educazione finanziaria e sulla prevenzione dell’indebitamento.

Newsletter Topsy

Regali per i vostri piccoli e utili consigli finanziari per le famiglie

Potrebbero interessarvi anche

Conto per bambini: le 3 domande più importanti