Ma gli/le influencer in Svizzera possono davvero permettersi una vita all’insegna del lusso? Si dice che gli/le influencer guadagnino in media l’equivalente dell’1% del numero dei/delle loro follower. Ma la questione non è così semplice. Secondo Tanja Herrmann, fondatrice dell’agenzia di marketing WebStages, a partire da 5000 follower, i compensi in Svizzera si aggirano sui 150–2000 franchi per ogni post sponsorizzato. Ma si può avere un ritorno anche se si è seguiti solo da 1500 persone. Secondo le stime della Herrmann, in Svizzera circa il 10 percento degli/delle influencer si mantiene solamente con quanto ricavato dalla pubblicità.

Mentre le star globali di Instagram prendono il sole distese su yacht, fanno yoga su un tappetino coperto di diamanti e nel frattempo contribuiscono a fare del bene, gli/le influencer in Svizzera sono piuttosto con i piedi per terra. Chi vuole arricchirsi pubblicando post, deve sfondare a livello internazionale. «Se ci si concentra solo sul mercato svizzero, in alcuni casi è possibile guadagnare e permettersi una vita agiata. Per diventare ricchi/e, invece, è necessario sviluppare una community internazionale. Ad esempio, chi vuole entrare nel mercato tedesco deve sapere che, essendo la Germania nove volte più grande, lo è anche la concorrenza», spiega la Herrmann.

Ogni celebrità del web viene criticata in quanto gli/le influencer non sono un modello da seguire. In realtà, però, le cose sono un po' diverse: la maggior parte degli/delle influencer di cui sentiamo parlare nei media ha poco o niente a che fare con il mercato degli/delle influencer. «Chiunque sostenga organizzazioni benefiche, incoraggi i/le follower a votare o richiami l’attenzione su temi sociali importanti, spesso non finisce sulle pagine dei giornali», afferma la Herrmann.

Una carriera da influencer

A chiunque desideri intraprendere questa carriera, Tanja Herrmann consiglia di non farsi demoralizzare dalle critiche, «ma di essere sempre consapevoli che, in quanto influencer, si è anche imprenditori/trici. La creatività non basta, serve anche molta disciplina, perseveranza, una base commerciale e una mente aperta alla tecnologia, per tenere il passo con tutti gli aggiornamenti sui social media e magari anche sul proprio sito web. Fare l'influencer comporta quindi molto più lavoro di quanto possa sembrare a prima vista».

UBS key4 banking

Un'app. Tantissime possibilità. Gratuita per giovani fino ai 26 anni e studenti universitari fino ai 30. Aprila subito sul tuo smartphone.