La paghetta: educativa e importante

Con la paghetta aiutate vostro figlio a comprendere il valore del denaro e aumentate la fiducia che ha in se stesso.


"No, non ti compro il peluche!" Vostro figlio non sarà affatto d’accordo. Ma anche se non avete nulla contro i peluche, sapete bene che vostro figlio ne ha già tantissimi e che non dedicherebbe più di cinque minuti a un nuovo peluche. Avrebbe più senso comprare un altro tipo di giocattolo. Vostro figlio può solo comprendere il valore del denaro se gli date la possibilità di possederlo e gestirlo.

A che età iniziare a dare la paghetta?

Al massimo in prima elementare vostro figlio impara a fare i calcoli. E allora è anche capace di contare le monetine che ha nel suo portamonete. È in grado di determinare se ha abbastanza soldi per comperarsi una confezione di figurine o di caramelle.

Potete iniziare a dare una paghetta di un Franco alla settimana in prima elementare. Budget consigli Svizzera consiglia di dare inizialmente una paghetta settimanale perché i bambini più piccoli hanno un senso del tempo molto diverso da quello degli adulti. Circa a dieci anni sarà abbastanza grande per ricevere una paghetta mensile.

È importante che paghiate la paghetta puntualmente e che questa non dipenda dal comportamento di vostro figlio. Anche se non dovesse sistemare la sua cameretta, la paghetta va comunque data.

Paghetta: quanto dare?

Secondo Budget consigli Svizzera (al 2016)

Year

Year

CHF

CHF

Year

6 anni

CHF

1.-

Year

7 anni

CHF

2.-

Year

8 anni

CHF

3.-

Year

9 anni

CHF

4.- settimanali

Year

10 e 11 anni

CHF

25.- a 30.-

Year

12 e 14 anni

CHF

30.- a 50.-

Year

dai 15 anni

CHF

50.- a 80.- mensili

L’ammontare della paghetta dipende anche dal vostro budget familiare. Se a fine mese avanzate poco, dovreste parlarne apertamente. Così vostro figlio può comprendere le ragioni per cui prende una paghetta più bassa dell’uno o dell’altro compagno di classe.

Date sempre più responsabilità. Un passo alla volta.

Crescendo, vostro figlio avrà sempre più esigenze. Probabilmente a 12 anni vorrà uno smartphone di ultima generazione. A 15 anni desidererà andare in ferie con gli amici.

Concordate con vostro figlio quanto siete disposti a contribuire, oltre alla paghetta, alle sue spese extra. Così può imparare a gestire somme di denaro crescenti. Passo dopo passo. All’indirizzo budgetberatung.ch/Paghetta potete trovare esempi di spese extra e i relativi importi che vostro figlio potrà gestire in autonomia.

Lasciate che vostro figlio gestisca la sua paghetta in autonomia?

Anche se vostro figlio dovesse spendere l’intera paghetta per caramelle e figurine, non dovreste interferire. La prima volta che vostro figlio vorrà comprarsi il suo fumetto preferito e si troverà a tasche vuote avrà imparato la lezione: inizierà a pensare a come spendere i suoi soldi.

Voi come genitori non dovreste rimborsare il denaro mal speso. Anche se vi dispiace non dare una mano a vostro figlio quando vi implora. Ma una volta speso, il denaro non c’è più. Solo se vostro figlio sperimenta in prima persona le conseguenze delle proprie azioni può imparare a gestire il suo denaro.

Parlare di denaro è importante!

Non tutti i bambini imparano velocemente a gestire la loro paghetta. Vostra figlia magari voleva mettere da parte i soldi per comprare la casa delle bambole ma non ci riesce. Potrebbe anche arrabbiarsi perché non siete disposti a darle dei soldi extra. In tal caso parlatene e cercate una soluzione.

Se vostro figlio vuole realizzare un desiderio grandissimo per cui la paghetta non basta potete affidargli delle mansioni extra retribuite. Per esempio fare da babysitter alla sorellina o aiutare in giardino. Quando sarà più grande può anche trovare dei lavoretti fuori casa.

UBS TWINT

L’app per inviare e richiedere denaro. Per tutti. Gratis. Anche senza Conto UBS.