Vita quotidiana Cyber security: come proteggere il patrimonio

Un clic sbagliato può arrecare notevoli danni: ecco alcuni semplici consigli per aumentare la vostra sicurezza informatica.

Gli svizzeri sono oggetto di attacchi informatici con una frequenza superiore alla media.

La digitalizzazione apporta tutta una serie di vantaggi anche nella gestione del denaro, permettendovi, ad esempio, di accedere ai vostri conti e depositi e di controllare proattivamente i movimenti nel vostro portafoglio in ogni momento. Purtroppo, però, si aggiungono anche dei nuovi rischi. Immaginatevi di dare i vostri dati personali a un presunto consulente e di veder sparire il giorno dopo una parte del vostro patrimonio. Vi sembrerà improbabile, ma può invece accadere molto in fretta, e spesso i danni sono di ingente portata.

Gli attacchi informatici diventano sempre più sofisticati, come mostrano questi esempi

Il cosiddetto «phishing» è ormai ampiamente diffuso. Tramite e-mail fittizie, in cui il mittente finge di essere ad esempio una banca, i malintenzionati cercano di ottenere i vostri dati personali, come i dati di accesso per E-Banking. In altri casi, i truffatori creano negozi online fittizi, che a prima vista sembrano normali negozi come molti altri, ma che in realtà, invece di vendere merce, mirano ai dati delle vostre carte di credito. E si legge sempre più spesso anche di attacchi informatici ad aziende per ottenere informazioni sensibili e dati dei clienti.

Ecco come riconoscere e proteggersi da phishing e simili attacchi: 6 semplici consigli per la sicurezza informatica

Questi sono solo alcuni esempi. È dimostrato che gli svizzeri sono vittime della criminalità informatica con una frequenza superiore alla media (Ufficio federale di statistica). Grazie a questi 6 consigli potete tutelare meglio voi stesse e il vostro patrimonio nelle operazioni digitali quotidiane.

Attente al phishing

«Avviso di sicurezza - confermi la sua password» ecco quale potrebbe essere l'oggetto di un'e-mail di phishing inviata da un presunto collaboratore UBS. A prima vista sembra un messaggio autentico, ma è un inganno: UBS non invia alcuna e-mail in cui chiede ai clienti di fornire password, dati sensibili o di scaricare un allegato. Eliminate immediatamente queste e-mail e non cliccate su alcun link.

L'obiettivo degli attacchi di phishing è spesso quello di ottenere dati sensibili appartenenti a voi in quanto persone private o alla vostra organizzazione. Esistono e-mail di phishing inviate in massa a un elevato numero di destinatari, e altre spedite a una determinata persona, ad esempio un dirigente. Queste ultime sono spesso estremamente verosimili, in quanto il malintenzionato dispone già di determinate informazioni sulla vittima.

Controllando attentamente, potete riconoscere le e-mail di phishing in diversi modi: l’indirizzo e-mail non proviene da un sito ufficiale, il testo contiene errori di battitura o l’appellativo è sbagliato. Quando ricevete un’e-mail da un’azienda che vi chiede di condividere i vostri elementi di sicurezza o di scaricare un allegato, controllatela attentamente, cancellatela o, nel dubbio, chiamate l'assistenza clienti dell’azienda per avere una conferma della legittimità dell’e-mail ricevuta. Qui potete trovare ulteriori informazioni su come tutelarvi dalle e-mail di phishing.

Telefonata anonima? Meglio riagganciare

Ricevete una telefonata inaspettata da un mittente sconosciuto, magari addirittura anonima. L'interlocutore dice di essere un collaboratore di UBS e vi esorta a condividere i dati del vostro conto, informazioni personali e sul vostro patrimonio: non fatelo e riagganciate immediatamente. Nessuna banca chiede per telefono dati personali, a meno che non siate voi a chiamare, ad esempio per bloccare una carta.

Sicurezza ovunque siate con E-Banking e Mobile Banking

Da UBS le informazioni sul vostro conto e i vostri pagamenti sono protette da un sistema di sicurezza su più livelli che rispetta i più alti standard attuali. Per la massima sicurezza, tuttavia, dovete prestare attenzione ai punti seguenti.

  • Controllate che la connessione sia sicura, per quanto riguarda sia la rete Wi-Fi sia il sito web che visitate. Effettuate il login solo tramite reti Wi-Fi che conoscete. Un sito è sicuro quando presenta il simbolo del lucchetto vicino all’URL nella barra degli indirizzi del browser.
  • Se ad esempio effettuate il login nel Mobile Banking mentre siete fuori casa, coprite i dati di accesso mentre li immettete.
  • Fate subito il logout dall’Online Banking una volta conclusi i vostri pagamenti e conservate il PIN e i dati di accesso nell’unico posto dove sono davvero sicuri: la vostra testa.

Usate le impostazioni di sicurezza della banca

UBS mette a disposizione impostazioni con cui potete personalizzare la protezione del vostro patrimonio. Potete ad esempio bloccare l’uso delle vostre carte in determinati Paesi, o autorizzare pagamenti all'estero solo in occasione di viaggi, ma anche stabilire dei limiti di bonifico o attivare le notifiche che vi avvertono ogni volta che avviene un determinato movimento sul vostro conto. Potete attivare voi stesse queste impostazioni direttamente in E-Banking.

Scegliete una password sicura

Una password sicura è costituita da lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali. Sicuramente non sarà facile da ricordare come «12345» o il nome del vostro primo animale domestico, ma è anche molto più difficile da decodificare. Trovate una password sicura e sforzatevi di impararla a memoria: è in gioco la sicurezza dei vostri dati e del vostro patrimonio. In UBS Safe su E-Banking, o nell’app UBS Safe, potete generare password sicure e gestire quelle già attive. Avete già UBS E-Banking? Allora attivate subito UBS Safe.

In caso di dubbi, rivolgetevi alla vostra banca

Oltre ad adottare misure preventive a tutela dei vostri dati sensibili, mantenete anche una sana dose di diffidenza. Se ricevete messaggi sospetti e non sapete come reagire, rivolgetevi all’azienda da cui sembrano partire tali messaggi.

Contattate immediatamente la vostra banca se notate attività insolite o irregolarità nel vostro conto. Che usiate smartphone, tablet o computer per gestire le finanze, affidatevi al buon senso e non lasciate alcuna chance ai truffatori.

Qual è il livello della vostra sicurezza informatica? Scopritelo subito con il test

Conviene sempre informarsi sui rischi, poiché solo chi è consapevole dei pericoli in agguato può proteggere sé stesso e il proprio patrimonio da eventuali attacchi. Qual è il vostro livello di protezione da phishing o altri attacchi informatici? Fate subito l’UBS Security Check e riceverete una valutazione personalizzata.

Women’s Wealth Academy

Le donne che partecipano attivamente alle decisioni finanziarie rafforzano la propria sicurezza e si garantiscono un futuro più sereno.