Previdenza Fidarsi è bene, controllare è meglio

Sa a quanto ammonta il suo avere previdenziale? Qui di seguito le forniamo consigli per la sua pianificazione previdenziale.

Immagini di avere 60 anni e di essere in procinto di andare in pensione. Quale tenore di vita desidera avere in futuro? Quali sono i suoi piani per il periodo dopo il pensionamento? È finanziariamente preparata per affrontare eventuali imprevisti? A molte persone non piace parlare di questo argomento. Eppure, soprattutto per le donne, la previdenza è una questione importante. Per evitare che si trasformi, a un certo punto nella sua vita, in un aspetto negativo, le inviamo una panoramica delle domande più pressanti e spesso evitate e nonché diversi consigli.

Sa perché la pianificazione della previdenza è particolarmente importante per le donne?

Per quanto riguarda la previdenza per la vecchiaia, le donne partono spesso da una situazione peggiore rispetto agli uomini. Spesso raggiungono i limiti del loro massimo reddito lavorativo in giovane età, mentre gli uomini hanno maggiori probabilità di ricevere aumenti salariali fino alla vecchiaia. La differenza di reddito tra donne e uomini – il cosiddetto «gender pay gap» – porta a una rendita di vecchiaia più bassa e quindi al «gender pension gap», che in alcuni casi è una grave lacuna previdenziale.

Un congedo di maternità e il successivo frequente passaggio a un tasso d’occupazione parziale sono spesso le ragioni di un reddito più basso. Chi guadagna meno, può risparmiare meno per la vecchiaia e percepisce di conseguenza una rendita inferiore. Anche eventi imprevedibili come il divorzio o la perdita di salario a causa di malattia o infortunio possono ripercuotersi negativamente sul capitale previdenziale.

Sfrutta tutte le possibilità nella sua pianificazione previdenziale?

Prima inizia a pensare alla sua previdenza per la vecchiaia, meglio è. Se inizia a costruire la sua previdenza personale già da giovane, può guardare alla pensione con fiducia. Qualche anno prima dell’età ufficiale di pensionamento, dovrebbe iniziare a pianificare in modo concreto la sua previdenza per la vecchiaia. Questo le consente di reagire in tempo in caso di difficoltà finanziarie impreviste. Oppure constata che può addirittura usufruire di un pensionamento anticipato.

Le suggeriamo di combinare tutti e tre i pilastri (AVS, cassa pensioni e previdenza individuale):

  • Tenga d’occhio l’AVS. Chiarisca a quanto ammonterà la quota statale della sua rendita. Ordini un estratto conto AVS e verifichi se tutti gli anni di contributi sono stati versati e su quali prestazioni può contare al momento del pensionamento. Se non raggiunge il contributo minimo annuale AVS, dovrebbe compensare la differenza ogni anno. È possibile integrare gli arretrati entro cinque anni.
  • Colmi le lacune previdenziali nella cassa pensione. Il suo patrimonio della cassa pensione dipende in modo decisivo dal suo reddito. Chi non ha un impiego non ha diritto alla previdenza professionale. Le persone con un reddito basso sono inoltre svantaggiate a causa della deduzione di coordinamento. La legge in vigore prevede che i primi 24 885 franchi vengano pagati solo nel 1° pilastro e non nel 2° pilastro. Di conseguenza, soprattutto le donne che lavorano a tempo parziale sono svantaggiate nella previdenza professionale. La sua lacuna viene calcolata partendo dal presupposto che lei sia stata assicurata per l’intera durata della sua vita lavorativa nelle condizioni attuali. Ciò significa che la lacuna per i collaboratori a basso reddito può essere piccola. Tuttavia, vale la pena di verificare i possibili acquisti, ma non senza un’attenta analisi dello stato di salute della cassa pensione.
  • Sfrutti le possibilità del terzo pilastro. Chi versa ogni anno contributi nel pilastro 3a beneficia di vantaggi fiscali e previene lacune previdenziali. Il presupposto è un reddito soggetto ai contributi AVS. Le persone che esercitano un’attività lavorativa con cassa pensioni possono versare un massimo di 6826 franchi all’anno (stato: 2020). Le persone che esercitano un’attività lavorativa indipendente e che non sono affiliate a una cassa pensioni possono investire fino al 20% del proprio reddito netto (o un massimo di 34 128 franchi) in questa previdenza individuale vincolata. È inoltre possibile investire gli averi del pilastro 3a in fondi di previdenza, i quali offrono ulteriori opportunità di rendimento. Qui le mostriamo in che modo possiamo supportarla nell’attuazione. Il versamento volontario nel pilastro 3a è preferibile al versamento nella cassa pensione.

Quale tenore di vita desidera avere in pensione?

La pianificazione della previdenza per la vecchiaia comprende uno sguardo onesto alle proprie finanze. Pensi allo standard di vita che desidera una volta in pensione e ai costi che ne derivano. In base a questo, può definire i suoi obiettivi di risparmio per la previdenza per la vecchiaia e ha la possibilità di investire il suo denaro di conseguenza.

  • Faccia il punto della situazione. Elabori un bilancio delle misure previdenziali già esistenti e verifichi quali investimenti, valori patrimoniali e polizze sono già in suo possesso. In tal modo potrà individuare le lacune previdenziali, ma anche eventuali eccedenze d’assicurazione. Saremmo lieti di sostenerla in questa analisi.
  • Allestisca un budget. Elabori una panoramica delle sue entrate e uscite mensili e calcoli su questa base il suo budget personale. Guardi dove c’è un potenziale di risparmio da poter eventualmente integrare nella sua previdenza per la vecchiaia. Ogni franco risparmiato è un investimento nella sua rendita futura.
  • Definisca chiari obiettivi di risparmio. Definisca obiettivi di risparmio a breve, medio e lungo termine e investa il suo denaro in modo appropriato. Poiché le donne hanno un’aspettativa di vita media più elevata rispetto agli uomini, nella scelta di una strategia d’investimento si deve tener conto anche dell’orizzonte d’investimento più lungo. Non si dimentichi del divertimento e tenga a mente i suoi desideri per il futuro.

Cosa potrebbe sconvolgere i suoi piani?

Controlli regolarmente la sua previdenza e situazione previdenziale. Una panoramica aggiornata le serve come base per poter calcolare tutte le eventualità e prendere le dovute precauzioni.

  • Pensi a tutte le eventualità possibili. Desidera rimanere single o ha intenzione di sposarsi nel prossimo futuro? È già sposata? Desidera dei figli o magari è già madre? Ha un’occupazione a tempo parziale? Anche eventi quali divorzi o convivenze in famiglie allargate possono influenzare la sua rendita futura e dovrebbero essere quindi presi in considerazione nella pianificazione.
  • Si assicuri contro l’incapacità al guadagno. Un infortunio o una malattia gravi possono mettere improvvisamente a repentaglio l’indipendenza finanziaria. Si tratta di una problematica particolarmente pesante per le donne single, ma può costituire una grande sfida anche per una famiglia. Pertanto, si assicuri di prendere le dovute precauzioni in tempo utile.
  • Assicuri la sua ipoteca. Poiché vengono solitamente stipulate congiuntamente insieme al partner, le ipoteche comportano un rischio elevato, soprattutto per le donne. In caso di decesso del partner, l’ipoteca può diventare rapidamente un onere finanziario. Anche se a nessuno piace parlarne, ogni donna dovrebbe pensare in anticipo se, in un caso del genere, riuscirebbe a sostenere finanziariamente da sola l’ipoteca.

Quanta fiducia ha nel sistema previdenziale?

È difficile dire come sarà il futuro della previdenza per la vecchiaia, ma i cambiamenti demografici, il mercato del lavoro in mutamento e l’attuale situazione economica pongono grandi sfide al sistema previdenziale svizzero. Non da ultimo, anche per questo motivo, vale la pena ampliare la rendita prevista dalla legge con una previdenza privata per la vecchiaia come il pilastro 3a.

Si assuma le sue responsabilità: fidarsi è bene, controllare è meglio!

Tenga presente che fidarsi è bene, controllare è meglio. Lei stessa e nessun altro è responsabile della sua previdenza per la vecchiaia. Rimanga finanziariamente indipendente e non faccia affidamento sulla sua previdenza per la vecchiaia aziendale o sulla protezione fornita dal suo partner. Affronti in tempo il tema della sua previdenza per la vecchiaia privata. Ci sono molti modi per provvedere alla sua previdenza in modo autodeterminato. Saremmo lieti di aiutarla a trovare la soluzione migliore per lei.

Women’s Wealth Academy

Le donne che partecipano attivamente alle decisioni finanziarie aumentano le loro possibilità di godere di una sicurezza finanziaria e sono meno preoccupate per il loro futuro.

Altri contributi sul tema «previdenza»