Da decenni il tè verde è al centro della vita e della carriera dell’imprenditore Peter Oppliger. Foto: Dominik Hodel.

Senza Peter Oppliger, Rivella Verde non esisterebbe. 20 anni fa, il suo libro «Il tè verde» spinse Franz Rieder, all’epoca CEO di Rivella, a produrre una nuova bibita. «Mi telefonò e mi chiese se fosse possibile realizzare un tè verde Rivella», ricorda il qualificato droghiere Oppliger. Oggi lui stesso si ritiene un «filosofo del tè». È questa la definizione che lo studioso giapponese d’arte Kakuzo Okakura usa per le persone che si dedicano al tè con passione. Oppliger rispose affermativamente alla richiesta di Rieder e aiutò Rivella a mettere a punto il suo prodotto, provando e riprovando diverse ricette. Ma alla domanda se il suo contributo sia stato debitamente ricompensato finanziariamente Oppliger risponde: «Il denaro di per sé non mi ha mai interessato. Nella mia vita ho fatto un mucchio di cose. Talvolta ho anche guadagnato molti soldi, ma ne ho anche persi molti.» Lo sviluppo della bibita è stato – proprio come il suo primo libro sul tè – soltanto un tassello della lunga «storia del tè verde» di Peter Oppliger.

Peter Oppliger in direzione delle isole di Brissago.

Read More

Peter Oppliger nella sua prima piantagione di tè sulle isole di Brissago.

Read More

Nel microclima subtropicale del Lago Maggiore cresce anche Camellia sinensis.

Read More

Dalle foglie di Camellia sinensis si produce tè verde e nero.

Read More

Cerimonia del tè: il pieno piacere del tè verde.

Read More

Gli albori

L’amore di Oppliger per il tè verde iniziò nel 1964, quando l’attuale 77enne partì per l’India alla ricerca della verità, a bordo di una vecchia Chevrolet. La sua passione per il tè è nata proprio lì. Oppliger si innamorò subito di questa pianta e delle sue proprietà. Da specialista in naturopatia, fitoterapia e nutrizione, iniziò a interessarsi alla pianta del tè e a tutte le sue varie sfaccettature: terapeutiche, culturali e spirituali. Conobbe così il medico e oncologo giapponese Prof. Dr. Hirota Fujiki, che studiava gli effetti del tè verde sul nostro organismo e lo aiutò a trovare i produttori giusti, quando Oppliger partì alla ricerca di tè di qualità da importare in Svizzera. Mica facile! «Per me la qualità era prioritaria. E all’epoca era difficile trovare in Giappone prodotti biologici», ricorda. La maggior parte dei produttori poi non aveva una licenza di esportazione. Così Oppliger iniziò a collaborare con un’associazione per l’esportazione del tè, cosa che contribuì tra l’altro a facilitare la comunicazione con i produttori. Alcuni mesi dopo, il tè verde entrò nell’assortimento della sua drogheria nel cuore di Lucerna.

Tendenza riconosciuta

Per far conoscere il tè e le sue proprietà, con il sostegno di Fujiki, questo appassionato di tè organizzò seminari specialistici. Tanti farmacisti e droghieri partecipanti inserirono il tè di Oppliger nel proprio assortimento. A metà degli anni Ottanta, Oppliger scrisse il suo primo libro sul tè verde. Con circa 300000 copie vendute, «Il tè verde» divenne un best seller nei Paesi di lingua tedesca, dando un’ulteriore spinta alle vendite del tè di Oppliger. Lui stesso dichiara: «Era il momento giusto per il tè verde. A quell’epoca le persone cominciavano di nuovo a interessarsi alla naturopatia.» Con il suo collaboratore Willy Bühlmann, nel 1976 fondò una ditta per rifornire la sua drogheria di prodotti di importazione: Herboristeria. Il tè si vende bene ed è il prodotto principale del nostro assortimento.

Dopo l’incendio alla stazione di Lucerna, Oppliger decise quindi di aprire proprio lì un’altra farmacia, oggi la più grande della Svizzera centrale. Accanto alla sua fiorente attività nel commercio, Oppliger è docente di naturopatia, tiene conferenze, organizza seminari di perfezionamento e viaggi studio; inoltre presso il Museo del Ballenberg ha allestito due drogherie storiche e un giardino di piante officinali.

Affari e passione

La clientela di Oppliger cresce. Con la sua ditta Peter Oppliger AG vende online la sua linea di tè in bustine, H&O, a circa 750 clienti privati. A questo si aggiungono numerosi rivenditori di tè H&O e quasi 20 reseller selezionati di tè sfuso della Peter Oppliger Green Tea Selection. Poco prima di andare in pensione, Oppliger vende la propria attività e realizza un sogno: nel giardino botanico delle isole di Brissago, nel 2003 mette a dimora una piantagione di prova con la varietà di tè Camellia sinensis. Vuole vedere se il tè cresce anche in Ticino. Il microclima subtropicale del Lago Maggiore è perfetto per le piante: così nel 2004 il Canton Ticino gli ha chiesto se volesse realizzare qualcosa di simile sul Monte Verità. Oppliger non indugia a lungo e con poco più di 1300 piante di tè crea una piccola piantagione in stile giapponese – con tanto di cancello d’ingresso in stile tradizionale, gazebo, giardino zen e una casa del tè per le cerimonie. Ogni anno oltre 5000 persone visitano la struttura.

Pioniere per la vita

Per motivi di età, all’inizio del 2017 Oppliger ha ceduto la responsabilità della piantagione. Ma la storia del tè non finisce con il passaggio di mano. Continua infatti a sostenere Herboristeria, oggi diretta da Daniel, figlio di Willy Bühlmann, nella cernita dei tè per la linea H&O ancora attiva. Collabora anche con Hogapharm, un’azienda fondata da uno dei partecipanti a uno dei suoi seminari sul tè, che importa, tra l’altro, tè verdi sfusi della linea Oppliger. Un modo per garantire che anche in futuro i suoi vecchi clienti abbiano la possibilità di ordinare tè verde dello stesso livello qualitativo. Inoltre sta studiando prodotti anti età a base di tè verde, fa produrre al delta della Maggia un digestivo a base di tè verde e sostiene il progetto di una piantagione di tè in Portogallo del suo amico Dirk Niepoort. Sta anche scrivendo un altro libro, provvisoriamente intitolato «Erinnerungen und Gedanken beim Tee» (Memorie e pensieri sul tè).

Tè verde

Potete ordinare i tè H&O su herboristeria.ch. Trovate tutte le info sulla piantagione di tè sul Monte Verità al sito casa-del-te.ch.

Il libro di Peter Oppliger «Grüner Tee, Kultur – Genuss – Gesundheit» (in tedesco) è stato pubblicato nel 2010 dalla casa editrice AT Verlag (ISBN 978-3-03800-540-7).

A maggio 2018 Oppliger sarà accompagnatore in un viaggio studio sul tema della cultura del tè in Giappone (più info su japanferien.ch).

Altri contributi sulla gestione aziendale