Gli economisti e i bookmaker sono stati sorpresi dalla Brexit. E i mercati azionari e dei cambi hanno di riflesso reagito con impeto. Secondo Daniel Kalt, capo economista e responsabile degli investimenti di UBS Svizzera, sarà decisivo che l’incertezza politica nell’UE non si diffonda anche nell’economia privata. In quel caso anche l’industria svizzera delle esportazioni ne verrebbe effettivamente colpita in modo indiretto. Attualmente la Banca nazionale svizzera sta di nuovo acquistando valute estere per smorzare la pressione all’apprezzamento sul franco. Se questo non contribuisce a stabilizzare la valuta elvetica, non sarebbero da escludere anche ulteriori diminuzioni del tasso d’interesse. Ma «questo non è il nostro scenario di base», sottolinea Daniel Kalt.