«Mi sto perdendo qualcosa? Si tratta di un cambiamento tecnologico epocale?» Secondo il professor Reimund Neugebauer, sono tante le PMI che si pongono domande di questo tipo. E a loro dà due consigli: prima di tutto di mantenere la calma, perché lo sviluppo tecnologico non è così disgregante da far perdere il treno da un giorno all’altro. Bisognerebbe invece perseguire soluzioni pilota e valutarne il vantaggio effettivo. In secondo luogo, le aziende devono già oggi investire intensamente nella formazione. Per poter seguire e valutare gli sviluppi sul mercato, ritiene Neugebauer, i collaboratori devono essere aggiornati.

Da sapere sull’argomento