Garantire la liquidità è fondamentale per la sopravvivenza di un’azienda. In mancanza di mezzi finanziari con cui saldare i debiti in essere, nel peggiore dei casi si può persino rischiare l’insolvenza. Secondo il portale PMI della Confederazione, nove fallimenti su dieci sono causati da un’impasse finanziaria.

I rischi sussistono anche quando gli affari vanno «a gonfie vele». Talvolta è proprio il crescente numero di nuovi clienti o l’abbondanza di commesse a causare una carenza liquidità a breve termine. Questo perché solitamente i clienti pagano a lavoro finito, mentre l’azienda deve anticipare i soldi per portarlo a termine.

Tool di gestione automatizzato per le PMI

Un utile strumento per pianificare la liquidità – e soprattutto monitorarla – è E-Banking, che permette di visualizzare online tutti i movimenti in uscita e in entrata. In collaborazione con bexio, noto software aziendale e basato sul cloud, UBS ha inoltre sviluppato l’UBS Liquidity Cockpit per le PMI.

Pianificare la liquidità, garantire la solvibilità

Il piano di liquidità è uno strumento di pianificazione di centrale importanza per ogni impresa, perché consente di evincere quanta liquidità serve in un dato momento per far fronte agli impegni assunti e per identificare per tempo possibili rischi di liquidità.

Di solito il periodo di pianificazione varia da un giorno a dodici mesi. Indipendentemente dalla lunghezza del periodo, il piano di liquidità deve includere sia delle entrate e uscite a breve termine connesse alle attività correnti sia i mezzi necessari per investimenti a lungo termine o rimborsi di capitale. L’importante è che venga aggiornato e adeguato con regolarità.

Questo tool permette di monitorare e pianificare UBS E-Banking l’attuale situazione di liquidità dell’azienda con facilità e precisione, anche nel lungo periodo. Tramite una procedura automatizzata, l’UBS Liquidity Cockpit sincronizza i dati del conto E-Banking e i dati della contabilità con le entrate e uscite registrate in bexio.

Finanziamenti UBS

Molteplici possibilità di finanziamento per la vostra azienda

Inoltre, è possibile ottimizzare la pianificazione della liquidità con dei valori programmati e individuali. Infine, se si profila un’anomalia, il sistema invia tempestivamente degli avvisi.

Consigli per ottimizzare la solvibilità

Oltre a un piano di liquidità, una gestione completa comprende anche l’ottimizzazione dell’incasso e dei crediti. Per questo conviene:

  • emettere subito le fatture e contabilizzarle rapidamente,
  • concordare termini di pagamento brevi,
  • richiedere un acconto o un anticipo.

Ma oltre ai debitori, vanno gestiti al meglio anche i creditori. Un imprenditore può sì decidere come meglio crede quando e quale fattura pagare. Non dovrebbe però mai dimenticare che per evitare spese di sollecito e non mettere a rischio la buona reputazione della propria azienda, le fatture vanno saldate puntualmente.

Richiesta di credito per PMI

Per la liquidità o gli investimenti: con questi consigli le PMI hanno maggiori possibilità di ottenere un finanziamento.

Altri contributi su crescita e innovazione