Comunicati stampa precedenti

UBS aumenta il congedo di paternità per i collaboratori in Svizzera

Zurigo Media Switzerland

  

Zurigo, 16 novembre 2017 – Oltre all’attuale congedo di paternità retribuito di due settimane, i collaboratori di UBS in Svizzera hanno ora diritto a un periodo di congedo non retribuito da due fino a quattro settimane o alla riduzione del grado di occupazione all’80% per uno fino a sei mesi.

Grazie a questo incremento del congedo di paternità e al generoso congedo di maternità della durata fino a 210 giorni, UBS si colloca tra le società leader in ambito del congedo parentale. L’ampliamento sottolinea gli sforzi di UBS che mirano a soddisfare le esigenze familiari e a rendere la Banca attraente per i talenti in diversi gruppi target.

Patrick Stolz, UBS Head HR Regione Svizzera: «Con l’offerta aggiuntiva, basata sulla necessità di forme lavorative flessibili, UBS vuole restare interessante per i neopapà.»

L’offerta è valida per tutti i collaboratori di UBS fissi con posto di lavoro in Svizzera e può essere percepita nel primo anno di vita del bambino. L’offerta si estende anche ai casi di adozione. La novità entra in vigore il 1° dicembre 2017 con effetto retroattivo dal 1° gennaio 2017. L’offerta prevede una sovracopertura – ossia, sia in caso di congedo supplementare sia nel caso della soluzione di tempo parziale, non vi saranno lacune assicurative nella cassa pensione.


UBS Group SA


Contatto: +41-44-234 85 00

www.ubs.com

Il nostro sito web utilizza cookie per offrirti la miglior esperienza di navigazione. Puoi trovare maggiori informazioni su Dichiarazione sulla riservatezza. Puoi cambiare l'impostazione dei cookie su Impostazioni Privacy.

Vai alle impostazioni di privacy