Comunicati stampa

UBS Outlook Svizzera: La digitalizzazione pone le aziende di fronte a molte sfide

Zurigo Media Releases Switzerland

Circa il 41% delle aziende svizzere sono fortemente segnate dalla digitalizzazione e dovranno effettuare importanti adeguamenti al loro modello aziendale. questo è ciò che risulta da un sondaggio condotto tra ben 2500 aziende. La digitalizzazione, insieme allo sviluppo demografico, potrebbe causare considerabili spostamenti dell'occupazione tra i diversi settori in Svizzera.

Zurigo, 16 novembre 2017 – Molto è stato scritto in merito alle conseguenze della crescente interconnessione e automatizzazione sulle imprese e sui loro dipendenti. A livello di economia globale tuttavia finora non si delineano ancora effetti significativi. Ma la situazione potrebbe cambiare nei prossimi anni. Accanto alla digitalizzazione anche l'invecchiamento demografico comporterà grandi cambiamenti strutturali. Insieme, la digitalizzazione e l'invecchiamento dovrebbero condurre a un marcato spostamento dell'occupazione tra i vari settori. Questo processo è in corso già oggi.

Molte aziende si aspettano un grande cambiamento nella loro attività

Nell'ambito di un sondaggio condotto per la seconda volta, gli economisti di UBS hanno intervistato 2500 imprenditori o persone con funzioni dirigenziali nelle aziende in merito alle conseguenze della digitalizzazione sulla loro attività. Circa il 41% dei partecipanti hanno risposto che la digitalizzazione influenza fortemente o molto profondamente il loro lavoro e rende necessari importanti cambiamenti nel modello aziendale. Gli investimenti nella digitalizzazione vengono quindi visti come decisione strategica dalla maggior parte delle aziende che, nel 44% dei casi, prevedono per i prossimi cinque anni di aumentare gli investimenti in progetti di digitalizzazione.

«La questione, perciò, non è più se la digitalizzazione ci interessi, ma come possiamo prepararci al meglio ai cambiamenti e quanto velocemente riusciremo ad adeguarci», ha affermato Martin Blessing, President UBS Switzerland, in occasione di un evento per i media a Zurigo. Il sondaggio ha mostrato che l'87% delle aziende finanzia gli investimenti nella digitalizzazione esclusivamente con capitale proprio. Solo il 2% ha dichiarato di effettuare tali investimenti esclusivamente con capitale di terzi. Il timore che le aziende facciano più fatica a ottenere crediti dalle banche per progetti di digitalizzazione piuttosto che per gli investimenti tradizionali non è stato confermato dal sondaggio.

L'economia svizzera il prossimo anno dovrebbe crescere dell'1,8%

La crescita economica svizzera ha deluso nel primo semestre. Ma grazie all'indebolimento del franco e alla solida congiuntura globale gli economisti di UBS si aspettano una sensibile accelerazione nei prossimi trimestri. La percentuale di disoccupazione nel corso del prossimo anno dovrebbe quindi tornare al di sotto del 3%. Per quest'anno UBS prevede una crescita economica reale dello 0,8% e dell'1,8% per il prossimo. Una ripresa dei prezzi del greggio e l'indebolimento del franco faranno aumentare l'inflazione per questo e per il prossimo anno. Per il 2017 gli economisti di UBS prevedono un incremento dei prezzi al consumo pari allo 0,5% e allo 0,6% per il 2018.
In previsione di una conclusione del programma di acquisti obbligazionari della Banca Centrale Europea (BCE) il prossimo anno, l'euro si è molto apprezzato sul franco. Ciò nonostante a breve termine non è prevista alcuna svolta in termini di politica monetaria della Banca nazionale svizzera. Solo quando l'indebolimento del franco si dimostrerà sostenibile e l'economia svizzera si sarà definitivamente ripresa dallo shock del franco sarà possibile un primo aumento dei tassi. Gli economisti di UBS prevedono che ciò avverrà a fine 2018.

Potenziale di devalutazione limitato per il CHF

Più si concretizza la fine del programma di acquisti obbligazionari della BCE, più potrebbe indebolirsi sensibilmente il franco. Daniel Kalt, capo economista UBS Svizzera, individua quindi ancora un certo margine di svalutazione per il franco nei prossimi dodici mesi. Tuttavia il potenziale è limitato, poiché il franco svizzero oggi nei confronti dell'euro scambia molto più vicino al suo valore equo rispetto all'inizio dell'anno. Una graduale normalizzazione della politica monetaria internazionale nei prossimi trimestri dovrebbe condurre a un leggero aumento dei tassi a lungo termine, anche in Svizzera.

Links

UBS Outlook Svizzera: www.ubs.com/outlook-ch-it
Pubblicazioni UBS e previsioni relative alla Svizzera disponibili al sito: www.ubs.com/investmentviews


UBS Switzerland AG


Contatti

Daniel Kalt, Regional CIO Svizzera
Tel. +41 44 234 25 60, daniel.kalt@ubs.com

Sibille Duss, UBS Chief Investment Office WM
Tel. +41 44-235 69 54, sibille.duss@ubs.com

Alessandro Bee, UBS Chief Investment Office WM
Tel. +41 44 234 88 71, alessandro.bee@ubs.com

 

www.ubs.com