Patrimonio Filantropia: come avere un impatto positivo

Desiderate destinare il vostro denaro a una buona causa? Ecco come avrete un impatto positivo con il vostro impegno filantropico.

Il nostro consiglio: godetevi il vostro viaggio filantropico!

Per impegnarsi a favore di cause filantropiche non serve spendere somme esagerate. Al contrario! Si tratta piuttosto di battersi per cause che vi stanno a cuore. In un secondo momento, deciderete come potete raggiungere al meglio i vostri obiettivi filantropici e avere un impatto positivo grazie al vostro impegno.

Cosa cambiereste nel mondo?

All’inizio di ogni attività filantropica ci si chiede cosa si vuole cambiare. Per avere maggiore chiarezza su dove e come potete dare un contributo significativo, queste domande vi saranno d’aiuto:

  • Cosa mi sta più a cuore?
  • Qual è la mia passione?
  • Quali problemi del mondo voglio affrontare?

Con queste domande vi avvicinerete un po’ di più alla scoperta di cosa potrebbe essere potenzialmente il vostro progetto del cuore. Perché la filantropia è come quasi tutto nella vita: l’istinto gioca un ruolo centrale. Ma, come spesso accade, non ci si deve affidare esclusivamente alle sensazioni. Un impegno filantropico richiede una visione chiara e una buona pianificazione. Perché anche quando si tratta di filantropia non mancano gli alti e i bassi. È più probabile che si trovi la forza necessaria se si riesce a sostenere la causa e ad avere una visione a lungo termine per il proprio progetto filantropico.

Definite la vostra visione filantropica

Se sapete cosa vi sta a cuore, per definire una sorta di visione può essere d’aiuto anche scriverlo, in modo da poter concretizzare i vostri desideri e i vostri obiettivi. La visione è sia idealistica sia a lungo termine, e serve come ispirazione e motivazione per guidare il vostro impegno filantropico. Anche in questo caso, alcune domande possono aiutarvi a definire la vostra visione:

  • Chi voglio aiutare? (Fascia d’età, sesso, gruppi di popolazione o comunità)
  • Su quale problema mi concentro? (Istruzione, salute, cultura, pari opportunità, ecologia o ambiente)
  • Dove voglio avere un impatto positivo? (A livello globale vs regionale, all’estero vs in Svizzera)

Vedete la vostra prima bozza della vostra visione come un documento di lavoro. Dopotutto, una visione intelligente e stimolante non si formula dall’oggi al domani. Quindi, non abbiate fretta e ricordate che una visione non è mai fondamentalmente giusta o sbagliata – perché rappresenta i vostri desideri e le vostre idee sul percorso filantropico che avete intenzione di intraprendere.

Trovate il giusto approccio e la giusta strategia per la vostra visione

Come in altri aspetti della vita, una visione ha bisogno di una strategia da attuare in modo efficace. In linea di massima, avete a disposizione tre diversi approcci:

  1. Vi impegnate aiutando con le vostre risorse. In questo caso, generalmente si dona denaro. Anche altre risorse, quali il materiale e il know-how in fatto di pubblica utilità, possono essere considerate donazioni.
  2. Costruite capacità, ad esempio promuovendo la cooperazione tra organizzazioni esistenti e incoraggiando un maggior numero di persone a lavorarvi per raggiungere l’obiettivo che avete definito.
  3. Vi impegnate a favore del cambiamento. Ciò significa fare tutto il possibile per attirare l’attenzione sulla problematica in questione. A questo scopo, coinvolgete i media, gli opinion maker e altre istituzioni per aumentare la visibilità della tematica attraverso campagne pubbliche e attività di supporto attivo.

Stabilite obiettivi chiari per il vostro impatto filantropico in base all’approccio scelto. Fatelo ponendovi sempre la domanda: cosa voglio ottenere con il mio impegno? Tenendo presente l’obiettivo, è possibile definire le attività appropriate. Utilizzate fonti d’informazione quali associazioni (ad es. SwissFoundations), colloqui con le persone interessate, con organizzazioni e iniziative esistenti nel vostro settore d’interesse o con altri filantropi. Inoltre, potete attingere alle conoscenze degli esperti di filantropia, ad esempio quelli di UBS

Non dimenticate mai l’impatto del vostro impegno

Una volta che avete trovato la visione, scelto l’approccio e definito la strategia, inizia il vostro viaggio filantropico. I seguenti suggerimenti vi aiuteranno a raggiungere l’impatto desiderato. 

  • Valutate e rivalutate sempre gli obiettivi della vostra iniziativa filantropica e apportate le modifiche necessarie. È essenziale che continuiate a fare esperienze e ad apprendere. Ponetevi domande quali: come posso far avanzare il progetto in modo ancora più efficiente? Da chi posso ricevere aiuto e consigli e con chi potrei avviare una collaborazione?
  • Pianificate la valutazione: trovate un ritmo, ad esempio semestrale o anche trimestrale, per valutare il vostro impegno. Ricordate che non dovete fare tutto da soli. Ad esempio, potete accedere ai dati di terzi o ricevere supporto da parte di esperti. 
  • Siate lungimiranti: pensate anche al di là della filantropia. Ci sono molti modi per avere un impatto positivo, e questi possono rafforzarsi a vicenda. Ad esempio, considerate partecipazioni al capitale o prestiti, nonché approcci e investimenti imprenditoriali. 
  • Chiedete supporto: la filantropia è una tematica molto ampia. Attingete alle conoscenze di professionisti che lavorano da tempo in questo campo, come gli esperti di filantropia di UBS

E infine: godetevi il viaggio! La passione e la gioia sono l’essenza di un’iniziativa filantropica efficace. 

Desiderate approfondire ulteriormente il tema della filantropia? Sul sito web UBS dedicato alla filantropia vi attendono informazioni utili in merito. Potrete inoltre rivolgervi ai nostri esperti.

Women's Wealth Academy

Le donne che partecipano attivamente alle decisioni finanziarie rafforzano la propria sicurezza e si garantiscono un futuro più sereno.

Altri contributi sull’argomento patrimonio