Finanziare la crescita delle start-up Carburante per l’espansione

Spesso le start-up non sono ancora in grado di autofinanziare la propria crescita. Per questo occorrono capitali esterni.

di Verena Kaiser 08 dic 2017

Da una parte UBS contribuisce con la sua esperienza all’approccio con gli investitori. Dall’altra tiene aggiornati i finanziatori interessati sullo scenario delle start-up. Iillustrazioni: Ben Grib.

Tradizionalmente in Svizzera le PMI più affermate impiegano mezzi che hanno ottenuto grazie alle proprie forze. Per le giovani imprese è differente: le risorse finanziarie di norma non sono sufficienti per finanziare in modo autonomo un ampliamento della gamma di prodotti oppure un’espansione sul mercato. Al contempo, proprio in un momento così cruciale, i parametri di valutazione spesso non consentono un sufficiente finanziamento bancario, o addirittura non lo permettono affatto.

Sguardo sulla piazza svizzera

In tale contesto un ruolo importante è svolto dalle iniziative per la crescita come SEF4KMU e dai finanziatori esterni, che investono direttamente nei modelli d’affari orientati alla crescita. Spesso sono stati o sono tuttora imprenditori oppure si tratta di privati facoltosi o rappresentanti di family office. Li accomuna la volontà di contribuire al successo della piazza svizzera. Oltre all’impegno finanziario, nella maggior parte dei casi apportano le proprie esperienze e la propria rete di contatti nelle ditte in cerca di capitali. Per alcuni ex imprenditori ciò è anche un modo per tornare, almeno con il pensiero, all’epoca in cui sono stati loro stessi a fondare una ditta.

Espansione: calcolo realistico

A cosa guarda un finanziatore quando decide di investire in una giovane impresa? Di sicuro contano una buona presenza sul mercato, fatturati iniziali con una clientela diversificata e un business plan ben formulato. Ma quello che può sembrare semplice, spesso si rivela essere un grosso ostacolo. Succede frequentemente che i business plan siano poco chiari o che i documenti siano incompleti. È quindi importantissimo che le supposizioni del business plan risultino applicabili anche nel piano finanziario. A volte è consigliabile pianificare un’espansione a piccoli passi, che si possono calcolare con maggiore realismo rispetto alle grandi idee.

Intessere relazioni

Per le giovani aziende spesso trovare dei finanziatori è la sfida principale. D’altro canto, per gli investitori interessati è impegnativo mantenere una visione d’insieme sull’imprenditoria giovanile. Noi di UBS offriamo un prezioso sostegno nel collegare i due mondi. Da una parte, con la nostra esperienza contribuiamo a professionalizzare l’approccio con gli investitori, cosa di cui i giovani imprenditori necessitano. Dall’altra riusciamo ad aggiornare i finanziatori interessati sullo scenario delle start-up. Un organo costituito sia da esperti indipendenti sia da rappresentanti di UBS verifica a cadenza annuale oltre 200 modelli d’affari e ne segue attivamente quasi 30. Circa 15 – 20 giovani aziende di questa cerchia hanno poi l’occasione di presentarsi al Private Investor Circle della banca.

SEF4KMU

L’iniziativa per la crescita istituita nel 2012 da UBS e dallo Swiss Economic Forum si rivolge alle PMI e alle giovani aziende svizzere con progetti di espansione, aiutandole nella ricerca di crediti e di finanziamenti con capitale proprio. Finora sono state sostenute 39 ditte con un capitale di crescita di 100 milioni di franchi. Nel processo valutativo i candidati vengono anche consigliati da esperti in tema di sviluppo strategico e redazione di business plan.

Espansione con la SERV

Chi intende espandersi all’estero necessita a volte di un prefinanziamento della produzione. Se vengono consegnate merci o erogati servizi, l’azienda deve poter contare sul pagamento dell’acquirente estero. UBS ha quindi sviluppato soluzioni in collaborazione con l’Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (SERV).

UBS Private Investor Circle

La rete della banca comprende clienti privati che dispongono di un patrimonio e che vogliono avere una partecipazione diretta in giovani aziende in cerca di capitale. UBS mette a disposizione la piattaforma su cui giovani aziende selezionate possono presentarsi agli investitori. Inoltre aiuta i membri a costituire, sotto la propria responsabilità, un portafoglio equilibrato di partecipazioni dirette e fornisce le conoscenze necessarie.

Verena Kaiser

Dal novembre 2014 ha partecipato alla costituzione del servizio Direct Investments di UBS. Dal 1° luglio 2017 è Head of Direct Investments presso UBS Switzerland AG.

Newsletter Impulse per e-mail

Informazioni attuali e contributi tecnici per le PMI. Viene pubblicata 6 volte l’anno.

Altri contributi su crescita e innovazione