Novità UBS

Risultato di UBS nel quarto trimestre 2014

Zurigo/Basilea Price Sensitive Information Quarterly Results

   

Utile netto di quarto trimestre di CHF 1 miliardo; raddoppiato il dividendo ordinario

Utile netto di competenza degli azionisti per il 2014 in rialzo del 13% a CHF 3,6 miliardi; utile diluito per azione CHF 0.94

Dividendo ordinario proposto di CHF 0.50 per l'esercizio 2014

Dividendo supplementare straordinario maturato di CHF 0.25 per azione

Coefficiente CET1 ad applicazione integrale secondo Basilea III rimane il migliore nel gruppo di riferimento

Zurigo/Basilea, 10 febbraio 2015 –  Sulla scia di un utile netto di quarto trimestre di competenza degli azionisti pari a CHF 1 miliardo, l’utile netto di UBS Group SA per il 2014 è salito del 13% rispetto all'anno precedente, attestandosi a CHF 3,6 miliardi. L’utile ante imposte dell’anno in rassegna è stato di CHF 2,9 miliardi su base rettificata1 e di CHF  2,6 miliardi sulla base dei dati pubblicati. Nel 2014 tutte le divisioni di UBS hanno registrato notevoli progressi. Wealth Management ha archiviato un utile ante imposte rettificato1 in rialzo del 4% e la raccolta netta più elevata in assoluto della regione Asia-Pacifico dal 2007. Wealth Management Americas ha nuovamente riportato un utile ante imposte rettificato1 da record, superando USD 1 miliardo. Retail & Corporate ha dato buoni risultati per tutti i suoi obiettivi e il suo utile ante imposte rettificato1 è salito del 4%. Global Asset Management ha compiuto una significativa svolta nella raccolta netta e Investment Bank ha espresso un’ottima performance, con ricavi in aumento dell’8% in Corporate Client Solutions.

Nel 2014, UBS ha continuato a ridurre gli attivi ponderati in funzione del rischio e a migliorare il proprio indice di leva finanziaria; il suo coefficiente CET 1 ad applicazione integrale secondo Basilea III resta il migliore del gruppo di riferimento. Tutto ciò, associato all’aumento del 13% dell’utile netto, ha consentito all’azienda di fornire interessanti rendimenti ai propri azionisti. UBS intende pertanto proporre un dividendo ordinario di CHF 0.50 per azione per l'esercizio 2014, in crescita del 100% rispetto all’anno precedente e pari a un tasso di distribuzione del 53% dell’utile netto riportato dal Gruppo.

Salvo altrimenti indicato, le informazioni contenute in questo comunicato si riferiscono a UBS Group SA su base consolidata. I dati salienti per UBS SA sono inclusi in fondo a questo comunicato. Le informazioni finanziarie in merito a UBS SA non differiscono in modo sostanziale da quelle concernenti UBS Group SA; le differenze sono descritte a pagina 11 e 12 del rapporto trimestrale di UBS Group SA.

In linea con i progressi compiuti sul fronte della costituzione della nuova holding capogruppo per il Gruppo, compresa la riuscita conclusione dell’offerta di scambio di azioni uno-a-uno, nel quarto trimestre del 2014 UBS ha maturato una restituzione di capitale supplementare di CHF 0.25 per azione. Previa approvazione degli azionisti, UBS Group SA intende effettuare tale restituzione di capitale supplementare una volta ultimata con successo la procedura di squeeze-out. UBS Group AG intende inserirsi (in dipendenza delle condizioni di mercato) nei mercati dei capitali, inizialmente con un'offerta addizionale di titoli di capitale primario di classe 1 da lanciare nel corso del mese.

Commentando i risultati di UBS per l’intero esercizio e per il quarto trimestre, il Group Chief Executive Officer Sergio P. Ermotti ha affermato: «Sono soddisfatto dei traguardi raggiunti nel 2014. I risultati sono ottimi, la posizione patrimoniale solida e la trasformazione strategica è ormai conclusa; siamo pronti per il futuro. È prematuro fare delle previsioni conclusive per quanto riguarda il trimestre in corso, ma il 2015 è iniziato bene per noi. Questo ci rende ottimisti al punto di proporre una significativa restituzione di capitale ai nostri azionisti.» 

Highlight dell’esercizio 2014

  • Utile netto di competenza degli azionisti di UBS Group SA di CHF 3,6 miliardi; utile diluito per azione pari a CHF 0.94
  • Dividendo ordinario per l'esercizio 2014 da proporre di CHF 0.50 per azione, pari a un aumento del 100% e un tasso di distribuzione pari a 53%
  • Dividendo supplementare straordinario maturato di CHF 0.25 per azione
  • Utile ante imposte rettificato1 di CHF 2,9 miliardi
  • Coefficiente patrimoniale Common Equity Tier 1 (CET1) ad applicazione integrale superiore all’obiettivo di lungo periodo aziendale del 13%; il coefficiente CET 1 ad applicazione integrale secondo Basilea III dell’azienda resta il migliore del gruppo di riferimento pur avendo effettuato accantonamenti per provvedere a una maggiore restituzione di capitale a favore degli azionisti
  • Attivi ponderati in funzione del rischio secondo l’applicazione integrale pari a CHF 216 miliardi a fronte dell'obiettivo di meno di CHF 215 miliardi posto per la fine del 2015
  • Indice di leva finanziaria per le banche svizzere di rilevanza sistemica ad applicazione integrale (Swiss SRB) in aumento di 70 punti base al 4,1%; indici di leva finanziaria, di finanziamento e di liquidità tutti ben al di sopra dei requisiti regolamentari
  • Wealth Management registra un aumento del 4% dell’utile ante imposte rettificato1, giunto a CHF 2,5 miliardi, il più alto dal 2008; vigorosa raccolta netta di CHF 34,4 miliardi che riflette i maggiori afflussi netti dalla regione Asia-Pacifico dal 2007 e porta la crescita della raccolta netta all’interno dell’intervallo obiettivo
  • Wealth Management Americas ottiene un utile ante imposte rettificato1 record di oltre USD 1,0 miliardo, una raccolta netta di USD 10,0 miliardi, un margine lordo e un rapporto costi/ricavi rettificato1 entrambi nell’ambito del rispettivo intervallo obiettivo
  • Retail & Corporate archivia un aumento del 4% dell’utile ante imposte rettificato1, pari a CHF 1,6 miliardi, una crescita del volume netto di nuove operazioni della divisione, un margine netto di interesse e un rapporto costi/ricavi rettificato1 tutti in linea con il rispettivo intervallo obiettivo
  • Global Asset Management registra un utile ante imposte rettificato1 di CHF 0,5 miliardi; una raccolta netta pari a CHF 22,6 miliardi, esclusi i flussi del mercato monetario, con un conseguente tasso di crescita della raccolta netta nell’ambito dell’intervallo obiettivo
  • Investment Bank riporta un utile ante imposte rettificato1 di CHF 0,3 miliardi in quanto la divisione ha dovuto far fronte a questioni legali e regolamentari che hanno interessato l’intero settore e ha operato nell’ambito di notevoli limiti di risorse; i ricavi sono saliti dell’8% in Corporate Client Solutions

Highlight del quarto trimestre 2014

  • Utile netto di competenza degli azionisti di UBS Group SA di CHF 963 milioni; utile diluito per azione di CHF 0.26
  • Utile ante imposte rettificato1 di CHF 648 milioni
  • Wealth Management archivia un utile ante imposte rettificato1 di CHF 694 milioni; una raccolta netta di CHF 3,0 miliardi grazie alla notevole raccolta netta proveniente dai clienti della regione Asia Pacifico, dai clienti ultra high net worth globali e dai clienti delle attività nazionali in Europa; un rapporto costi/ricavi rettificato1 nell’ambito dell’intervallo obiettivo.
  • Wealth Management Americas registra un utile ante imposte rettificato1 di USD 233 milioni; un nuovo record trimestrale per quanto riguarda i proventi operativi; un aumento a USD 5,5 miliardi della raccolta netta, un tasso di crescita annualizzato della raccolta netta, un margine lordo e un rapporto costi/ricavi rettificato1 tutti nell’ambito del rispettivo intervallo obiettivo.
  • Retail & Corporate riporta un utile ante imposte rettificato1 di CHF 356 milioni e un margine netto d’interesse e un rapporto costi/ricavi rettificato1 entrambi tuttora in linea con il rispettivo intervallo obiettivo.
  • Global Asset Management archivia un utile ante imposte rettificato1 di CHF 124 milioni e un incremento dei proventi operativi riconducibile in primo luogo all’aumento delle commissioni sulla performance degli investimenti tradizionali e del settore immobiliare globale.
  • Investment Bank registra un utile ante imposte rettificato1 di CHF 426 milioni e un aumento dei ricavi sia dalle attività di Advisory che del comparto Equity Capital Markets; per quanto il rendimento rettificato1 del patrimonio attribuito su base annua sia rimasto inferiore all'obiettivo posto per l’anno è risultato comunque superiore all’obiettivo trimestrale; il rapporto costi/ricavi rettificato1 è migliorato e si è collocato nell’intervallo obiettivo.

Obiettivi di performance annuali

Sono stati modificati alcuni obiettivi di performance esterni annuali e indicatori chiave di performance posti per il Gruppo, e le divisioni per il 2015 e gli anni a venire. Più avanti segue l'elenco completo degli obiettivi di performance; essi sono stilati presupponendo tassi di cambio costanti e subentrano a tutti gli obiettivi precedentemente comunicati.

Gruppo

  • Rendimento del patrimonio netto tangibile rettificato1: circa 10% nel 2015 e >15% dal 2016
  • Coefficiente CET1 ad applicazione integrale secondo Basilea III: 13% e 10% post stress
  • RWA secondo Basilea III: <CHF 215 miliardi entro il 31.12.15
  • RWA secondo Basilea III: <CHF 200 miliardi entro il 31.12.17
  • Denominatore del leverage ratio Swiss SRB di CHF 900 miliardi entro il 20162
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 60–70%

Wealth Management

  • Tasso di crescita della raccolta netta: 3–5%
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 55-65%

Wealth Management Americas

  • Tasso di crescita della raccolta netta: 2-4%
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 75-85%

Wealth Management e Wealth Management Americas

  • Crescita dell’utile ante imposte combinata rettficata1 del 10-15% annuale, a medio termine

Retail & Corporate

  • Crescita del volume netto di nuove operazioni della divisione per l’attività retail: 1-4%
  • Margine netto di interesse: 140–180 bp
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 50-60%

Global Asset Management

  • Tasso di crescita della raccolta netta: 3–5%, escluso il mercato monetario
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 60-70%
  • Utile ante imposte annuo rettificato1: CHF 1 miliardo a medio termine

Investment Bank

  • Rendimento ante imposte annuo rettificato1 sul patrimonio attribuito: >15%
  • Rapporto costi/ricavi rettificato1: 70-80%
  • Limite di CHF 70 miliardi per gli attivi ponderati in funzione del rischio secondo Basilea III
  •  Limite di CHF 200 miliardi per gli attivi finanziati

Corporate Center – Core Functions

  • Riduzione dei costi netta annua di CHF 1,0 miliardi entro la fine del 20153,4

Corporate Center – Non-core and Legacy Portfolio

  • Attivi ponderati in funzione del rischio secondo Basilea III: ~CHF 40 miliardi entro il 31.12.15
  • Attivi ponderati in funzione del rischio secondo Basilea III: ~CHF 25 miliardi entro il 31.12.17
  • Riduzione dei costi netta annua di CHF 0,4 miliardi entro la fine del 20153
  • Riduzione dei costi netta annua supplementare di CHF 0,7 miliardi dopo il 20155,6

Quarto trimestre: panoramica di gruppo e divisione

Nel quarto trimestre 2014 UBS riporta un utile netto di competenza degli azionisti di CHF 963 milioni e un utile per azione diluito di CHF 0.26. Il risultato comprende un beneficio fiscale netto di CHF 493 milioni. Tutte le nostre divisioni sono state redditizie e l’utile ante imposte rettificato1 del Gruppo si è attestato a CHF 648 milioni. Le cifre ottenute hanno dimostrato ancora una volta la grande forza reddituale della nostra attività e la sua capacità di produrre risultati anche in un contesto impegnativo.

Analizzando in maggior dettaglio l’andamento del quarto trimestre, Wealth Management ha ottenuto un utile ante imposte rettificato1 di CHF 694 milioni, il miglior risultato per il quarto trimestre dal 2008. L’incremento dei proventi netti da interessi e dei proventi ricorrenti da commissioni rispecchia le iniziative della banca volte ad accrescere la concessione di prestiti e ipoteche, nonché l'aumento della stipulazione di mandati, oltre a riflettere l’aumento del patrimonio investito. Questo andamento è stato controbilanciato dalla riduzione dei proventi basati sulle transazioni, calati rispetto all’eccellente livello del terzo trimestre. Il margine lordo è quindi diminuito a 82 punti base, attestandosi al di sotto dell'intervallo obiettivo. Gli afflussi netti di nuovi capitali dei clienti nella regione Asia Pacifico, dei clienti ultra high net worth globali e dei clienti delle attività nazionali in Europa sono rimasti sostenuti, ciò nondimeno sono stati in parte neutralizzati dagli attesi deflussi transfrontalieri in Europa. Nel complesso, la raccolta netta si è attestata a CHF 3,0 miliardi. Il tasso di crescita annualizzato della raccolta netta della divisione si è attestato al di fuori dell'intervallo obiettivo su base trimestrale mentre su base annua si è collocato entro l'intervallo obiettivo. Anche il rapporto costi/ricavi rettificato1 è rimasto entro l'intervallo obiettivo durante il trimestre.

Wealth Management Americas ha archiviato un utile ante imposte rettificato1 pari a USD 233 milioni facendo segnare un nuovo record trimestrale dei proventi operativi, compensato però dall’aumento dei costi operativi. I proventi operativi totali sono aumentati grazie all’incremento dei proventi basati sulle transazioni e dei proventi netti da interessi; questi ultimi in particolare dimostrano il costante successo delle iniziative bancarie e creditizie della divisione. La raccolta netta è aumentata, attestandosi a USD 5,5 miliardi. Inoltre, l’aumento degli afflussi apportati dall'accresciuto numero di consulenti finanziari ha portato a un tasso di crescita annualizzato pari al 2,2%, che si colloca entro l’intervallo obiettivo. Il margine lordo sul patrimonio investito e il rapporto costi/ricavi rettificato1 si sono mantenuti entrambi entro l'intervallo obiettivo.

Retail & Corporate ha riportato un utile ante imposte rettificato1 pari a CHF 356 milioni. I proventi operativi sono diminuiti dopo l’eccellente performance del terzo trimestre. Le perdite su crediti sono aumentati, mentre i proventi netti ricorrenti da commissioni sono diminuiti. L'andamento è stato parzialmente controbilanciato  dall'aumento dei proventi basati sulle transazioni. Il volume netto annualizzato di nuove operazioni della divisione retail si è ridotto posizionandosi al di sotto dell’intervallo obiettivo, poiché gli attivi netti dei nuovi clienti sono stati positivi mentre i nuovi prestiti netti sono stati leggermente negativi, in linea con la strategia di crescita selettiva della divisione. Il margine d’interesse netto e il rapporto costi/ricavi rettificato1 si sono mantenuti entro l’intervallo obiettivo.

Global Asset Management ha riportato un utile ante imposte rettificato1 di CHF 124 milioni. I proventi operativi sono aumentati principalmente grazie all’incremento delle commissioni sulla performance degli investimenti tradizionali e del settore immobiliare globale. I costi operativi sono cresciuti per lo più a causa dei maggiori oneri per accantonamenti per contenziosi legali, questioni regolamentari e simili. Escludendo i flussi relativi al mercato monetario, il deflusso della raccolta netta è stato pari a CHF 5,8 miliardi e ascrivibile essenzialmente agli investimenti tradizionali. Il margine lordo e il rapporto costi/ricavi rettificato1 non hanno centrato l'intervallo obiettivo. Il tasso di crescita annualizzato della raccolta netta della divisione è stato negativo su base trimestrale, ma si è attestato entro l’intervallo obiettivo su base annua.

Investment Bank ha registrato un utile ante imposte rettificato1 pari a CHF 426 milioni. Sulla base dei dati pubblicati, i proventi operativi sono rimasti pressoché invariati rispetto al trimestre precedente. Corporate Client Solutions ha registrato un aumento dei proventi dalle attività di Advisory grazie alla maggiore partecipazione a operazioni di fusione e acquisizione, mentre il comparto Equity Capital Markets ha beneficiato dell’incremento dei ricavi da transazioni private. Questo andamento è stato controbilanciato dalla riduzione registrata in Debt Capital Markets, a causa della minore attività e dell’aumento degli oneri di gestione del rischio. Per quanto riguarda Investor Client Services, la divisione azionaria ha messo a segno una solida performance grazie ai migliori risultati dei settori Cash e Derivatives dovuti all’aumento dell’attività della clientela. I costi sono diminuiti a fronte del notevole calo degli oneri per accantonamenti per contenziosi legali, questioni regolamentari e simili. Questo è stato parzialmente controbilanciato dagli oneri dovuti al prelievo annuale a carico delle banche del Regno Unito.  Mentre il rendimento annualizzato rettificato1 del patrimonio attribuito su base annua si è posizionato al di sotto dell'obiettivo, su base trimestrale, invece, si è attestato al 22,7% e pertanto al di sopra dell’obiettivo. Il rapporto costi/ricavi rettificato1 è migliorato e si è posizionato entro obiettivo. Negli ultimi mesi Investment Bank è stata insignita di numerosi riconoscimenti: tra questi, UBS è stata nominata «Equity Derivatives House of the Year» da International Financing Review e «Most Innovative Bank for M&A» da The Banker.

Corporate Center – Core Functions ha riportato una perdita ante imposte di CHF 387 milioni. I proventi operativi sono stati negativi, per lo più a causa dell’aumento degli oneri di finanziamento centrale trattenuti, dovuto in parte alle nuove emissioni obbligazionarie nel corso dell'anno, nonché ai maggiori oneri trattenuti. La perdita ante imposte di Corporate Center – Non-core and Legacy Portfolio è stata pari a CHF 725 milioni. Le esposizioni di bilancio sono state ridotte in misura superiore agli obiettivi. Gli attivi ponderati in funzione del rischio ad applicazione integrale secondo Basilea III sono stati ridotti di CHF 6 miliardi a CHF 36 miliardi e gli attivi di bilancio sono scesi di CHF 5 miliardi. Pertanto, i risultati del quarto trimestre comprendono perdite del Non‑core rates portfolio su attività di liquidazione e novazione e una perdita sulla cessazione di alcuni contratti credit default swap nel Legacy Portfolio, nonché oneri a fronte del prelievo annuale a carico delle banche del Regno Unito.

Risultati per divisione e Corporate Center

Prospettive – All’inizio del primo trimestre del 2015 persistono molte delle sfide e delle problematiche geopolitiche già messe in evidenza. Alla luce delle prospettive eterogenee della crescita globale, dell’assenza di progressi credibili e duraturi sul fronte dei problemi tuttora irrisolti in Europa, della persistenza delle questioni di politica fiscale e monetaria negli Stati Uniti, della crescente instabilità geopolitica e della maggiore incertezza relativa ai potenziali effetti dell’andamento discendente e potenzialmente volatile dei prezzi dell’energia e di altre materie prime, è poco probabile che le condizioni di mercato prevalenti registrino un miglioramento. Inoltre, la recente decisione della Banca nazionale svizzera di abolire il tasso di cambio minimo EUR/CHF e quella della Banca centrale europea di rafforzare l’espansione del suo bilancio mediante l’allentamento quantitativo hanno posto ulteriori sfide ai mercati finanziari e in particolare alle imprese di servizi finanziari basate in Svizzera. L’apprezzamento del franco svizzero rispetto ad altre valute, soprattutto rispetto al dollaro statunitense e all’euro, e i tassi d’interesse negativi nell’eurozona e in Svizzera metteranno sotto pressione la nostra redditività e, se perdureranno, anche alcuni dei nostri obiettivi di performance. Nonostante le sfide persistenti e le nuove che si presenteranno, la banca continuerà ad attuare la sua strategia per garantire il successo della società a lungo termine e poter offrire rendimenti sostenibili ai suoi azionisti.

La relazione del quarto trimestre 2014, la lettera agli azionisti e gli slide di presentazione di UBS saranno disponibili dalle ore 06.45 CET di martedì 10 febbraio2015 sul sito www.ubs.com/investors.

UBS presenterà separatamente i risultati del quarto trimestre 2014 agli analisti e ai media martedì 10 febbraio 2015. I risultati verranno presentati da Sergio P. Ermotti, Group Chief Executive Officer, Tom Naratil, Group Chief Financial Officer e Group Chief Operating Officer, Caroline Stewart, Global Head of Investor Relations, e Hubertus Kuelps, Group Head of Communications & Branding.

Presentazione per gli analisti

  • 09.00 (CET)
  • 08.00 (GMT)
  • 03.00 (US EST)

Web audio

La presentazione per gli analisti può essere seguita in diretta al sito www.ubs.com/quarterlyreporting, contemporaneamente a uno slideshow.

Presentazione per i media

  • 11.00 (CET)
  • 10.00 (GMT)
  • 05.00 (US EST)

Web audio

La presentazione per i media può essere seguita in diretta al sito www.ubs.com/media, contemporaneamente a uno slideshow.

Replica web

Una replica della registrazione audio della presentazione dei risultati sarà disponibile alla pagina www.ubs.com/investors sotto la voce «Investor Relations» più tardi nel corso della giornata.

 

UBS Group SA

 

Contatti per gli investitori
Svizzera: +41-44-234 41 00

Contatti per i media
Svizzera: +41-44-234 85 00
Regno Unito: +44-207-567 47 14
Americhe: +1-212-882 58 57
Asia Pacifico: +852-297-1 82 00

 

www.ubs.com