Carriera Imprenditoria in tempi di crisi: come tutelarsi

Chi gestisce una propria azienda sa che prima o poi dovrà affrontare periodi tumultuosi. Qui vi spieghiamo come affrontarli.

Ogni crisi può costituire un’opportunità: accoglietela a mente aperta.

Fattori esterni come cambiamenti del mercato o del settore, eventi globali come la crisi finanziaria del 2008 o le conseguenze del COVID-19, o ancora decisioni sbagliate possono ripercuotersi velocemente sulle condizioni della vostra azienda. Se questa entra in una vera e propria crisi, le conseguenze non si manifestano solo a livello aziendale ma anche privato, toccando la sfera, ad esempio, della costituzione del patrimonio. In questo articolo vi illustriamo come superare con successo periodi turbolenti grazie a una gestione ottimale della crisi.

La pianificazione comincia già in tempi stabili

Che lavoriate in proprio da poco tempo, gestiate con successo una PMI già da molti anni, abbiate preso le redini dell’impresa di famiglia o pensiate di avviare una start up, poco importa: chi gestisce una propria azienda è costantemente esposto al rischio imprenditoriale.

Cosa fare se mancano i clienti? E se collaboratori con competenze fondamentali lasciano l’azienda? Come far fronte a crisi, fallimenti e insolvenza imminente? Vale la pena porsi queste domande e pensare a come gestire una possibile crisi prima che questa effettivamente si verifichi, poiché chi si prepara tempestivamente reagisce con più calma di fronte alle avversità, e può anche pianificare diversamente liquidità e investimenti.

Gestione delle crisi in tappe: le giuste domande da porsi

Un’adeguata gestione della crisi è suddivisa in tappe: bisogna concentrarsi non solo su soluzioni a breve termine per gestire la fase acuta, ma anche sulla stabilità dell’azienda a medio e lungo termine.

Appena una crisi si profila all'orizzonte, ponetevi le seguenti domande.

  • Come si organizza la gestione della crisi?
    Stabilite se avete bisogno di un’unità di crisi e quali sono le responsabilità di ognuno. La comunicazione svolge un ruolo centrale nel gestire una crisi: valutate o elaborate voi stesse una modalità di comunicazione da adottare durante la crisi per preservare i contatti e gli scambi frequenti con i principali stakeholder e clienti.
  • Quali cambiamenti operativi e strutturali è necessario adottare per superare una crisi?
    Riflettete sulle questioni operative più importanti, tra le quali ad esempio il mantenimento dell’azienda e della catena di distribuzione, la gestione della liquidità (v. paragrafo sotto) o la tutela dei lavoratori. Se la crisi è dovuta a cause strutturali, o porterà a conseguenze di tale natura, dovete ripensare al vostro modello aziendale. Come ne risentirà la proposta di valore? È necessario apportare modifiche al modello aziendale? Quali opportunità nasceranno da tali modifiche?
  • Che impatto ha la crisi sulla vostra vita privata di imprenditrici?
    Questo aspetto viene spesso trascurato: ciononostante, per molte imprenditrici vita privata e professionale sono legate a doppio filo. Una crisi può influire sulla pianificazione del patrimonio privato, ad esempio perché vengono a mancare i dividendi o perché ci si trova a dover ridurre il proprio compenso.

Garantirsi liquidità grazie a un’apposita pianificazione

Nove fallimenti su dieci sono dovuti a una carenza di liquidità. Di conseguenza, un’accurata pianificazione del bilancio e della liquidità è di assoluta importanza per la sopravvivenza della vostra impresa. Pensate per tempo a dei piani che vi permettano di accedere velocemente a liquidità in caso di carenze. Ciò è possibile, ad esempio:

  • emettendo fatture più velocemente;
  • accorciando le scadenze dei pagamenti;
  • sfruttando appieno i limiti di credito.

Anche una gestione dei crediti dei clienti tramite il factoring vi può essere d’aiuto. D’altro canto, potete gestire la liquidità nel breve periodo nei modi seguenti:

  • negoziando scadenze di pagamento più lunghe con i fornitori;
  • snellendo i processi produttivi;
  • posticipando i nuovi acquisti e ristrutturazioni.

I nostri tool e modelli possono aiutarvi nella pianificazione della liquidità. Scaricate qui il nostro modello Excel per la pianificazione della liquidità o consultate questa pagina per avere altri consigli in merito.

Valutate anche la possibilità di guadagnare, ad esempio, grazie a vendite, prestiti o crediti, oppure, se non c'è alternativa, di abbassare i costi salariali tramite orari di lavoro ridotti, ristrutturazione aziendale o licenziamenti.

Tenete sempre sotto controllo i numeri più importanti

Anche in periodi prosperi la vostra priorità assoluta deve essere quella di tenere sempre sotto controllo la pianificazione finanziaria, il bilancio, la liquidità e gli investimenti, ad esempio con l’UBS Liquidity Cockpit in E-Banking. Soprattutto in periodi di crisi, è pericoloso per la sopravvivenza dell'azienda non essere a conoscenza dei rapporti finanziari.

Una volta adeguata la pianificazione della liquidità alle nuove circostanze, dovreste fare lo stesso con gli investimenti che avete programmato: se, quanto e dove potete investire dipende, infatti, da quanta liquidità avete a disposizione.

La stabilità si raggiunge con il monitoraggio e la pianificazione

Gestire una crisi significa anche garantire stabilità all’azienda. Introducete un sistema di monitoraggio con cui osservare gli sviluppi del mercato, del settore e, se necessario, della situazione globale. Elaborate diversi scenari per capire quali misure è necessario intraprendere. A prescindere dalle cause della crisi, occorre mettere in atto misure preventive per mitigarne le conseguenze ed evitare che situazioni simili si ripresentino in futuro.

Di particolare importanza in caso di tensioni in tutto il sistema economico (crisi finanziarie, recessioni o crisi dovuta al coronavirus) è la tutela della vostra azienda da attacchi criminali, in particolare attacchi informatici.

Non dimenticate di vedere le crisi come opportunità

Imparate non solo a stabilizzare la vostra azienda a livello finanziario, ma anche a cogliere le opportunità che vi si presentano. Le crisi portano sempre con sé anche nuove possibilità: i cambiamenti attuati possono rafforzare l'azienda dopo una crisi, voi sarete meglio preparate a difficoltà future, e da un periodo sfavorevole possono addirittura nascere nuove idee.

Women's Wealth Academy

Le donne che partecipano attivamente alle decisioni finanziarie rafforzano la propria sicurezza e si garantiscono un futuro più sereno.