Women's Wealth in cifre – Famiglia Il picco di divorzi avviene tra i quarantenni

I divorzi non rappresentano più un tabù, ma delle loro conseguenze finanziarie non si parla quasi mai.

Per proteggersi da spiacevoli sorprese finanziarie in seguito a un divorzio, è auspicabile che le donne inizino a pianificare presto le proprie finanze a lungo termine.

La saggezza popolare parla di «crisi del settimo anno», ma i dati dell’Ufficio federale di statistica dimostrano che il momento arriva in genere dopo 15 anni. Per le donne questo significa che i divorzi avvengono soprattutto tra i 40 e i 49 anni. Concretamente, sono 3 donne su 10 a concludere la loro esperienza matrimoniale in questa fascia d’età. Oltre allo stress fisico ed emotivo, un divorzio ha delle conseguenze finanziarie che, soprattutto in ambito previdenziale, diventano via via più difficili da compensare con il passare del tempo.

Perché questo numero è importante?

Molte coppie continuano a mostrare una divisione tradizionale dei ruoli, in cui è il marito a guadagnare di più e a occuparsi delle finanze familiari. Lo conferma anche uno studio di UBS Investor Watch. Solo in 2 matrimoni su 10 le decisioni finanziarie a lungo termine vengono prese insieme. Per le donne questa dipendenza finanziaria può avere conseguenze pesanti in caso di divorzio. Anche se i diritti AVS e i fondi della cassa pensioni accumulati durante il matrimonio vengono divisi equamente, spesso in età pensionabile le prestazioni previdenziali risultano più basse per le donne rispetto a quelle che avrebbero ottenuto da sposate. Recuperare questo gap dopo il divorzio diventa difficile, soprattutto una volta superati i 40 anni e con lunghi periodi di disoccupazione o lavoro a tempo parziale alle spalle. Perciò, sarebbe bene che le donne si dedicassero alla gestione delle proprie finanze sia prima sia durante il matrimonio, senza trascurare la pianificazione della previdenza. Uno strumento come il calcolatore previdenziale UBS può essere d’aiuto.

Women’s Wealth Academy

Le donne che partecipano attivamente alle decisioni finanziarie rafforzano la propria sicurezza finanziaria e si assicurano un futuro più sereno.