Gara pettorali UBS Kids Cup 2017 I momenti più belli con Kariem e Mujinga

Anina Nötzli e Quentin Trotti si sono allenati con Kariem Hussein e Mujinga Kambundji. E la nostra troupe ha ripreso tutto per te!

04 lug 2018

Incontrare le proprie star preferite, parlare, ridere, scherzare e allenarsi insieme a loro: per molti è soltanto un sogno, ma per Anina Nötzli (12), Quentin Trotti (13) e i loro amici è appena diventato realtà. Sono stati loro, infatti, a vincere la gara dei pettorali dell'UBS Kids Cup 2017, che metteva in palio una sessione individuale di allenamento con l'ostacolista campione d'Europa Kariem Hussein e la velocista pluridetentrice del record svizzero sui 100 metri piani Mujinga Kambundji. All'allenamento potevano partecipare anche 10 amici.

Le ragazze sfidano Kariem Hussein

«Incredibile, ho vinto davvero!», è stato il primo pensiero passato per la mente di Anina Nötzli non appena le è stata comunicata la vittoria. Anina non si ritiene particolarmente sportiva, ma più si avvicinava il grande giorno, più cresceva l’ansia. A scuola non si parlava altro che dell'allenamento con Kariem Hussein...

E, d'un tratto, eccolo lì davanti a lei, tutto sorridente! Dopo un breve riscaldamento, l’affascinante star ha spiegato alle ragazze come affrontare anche gli ostacoli più alti. Corale ed entusiastico il commento finale: «Non ci siamo mai divertite così tanto in un’ora di allenamento!»

La pioggia non ferma Mujinga Kambundji e i ragazzi

Per Mujinga Kambundji la sfida non riguardava tanto Quentin Trotti e i suoi amici, quanto un evento di forza maggiore: un bel po' di nuvoloni neri! La pioggia, a tratti, scendeva a dirotto, ma Mujinga l'ha presa con sportività. «Ci è toccato improvvisare», racconta sorridendo. Quentin ha imparato tanto lo stesso... ad esempio che si è più veloci quando si corre sulle punte.

Mujinga sa di cosa parla: non per nulla ai Mondiali Indoor di Birmingham dello scorso marzo è stata la prima atleta rossocrociata a mettersi al collo una medaglia nello sprint, un favoloso bronzo.

Inutile dire che, terminato l’allenamento, tutti volevano un autografo della ragazza più veloce della Svizzera. Quentin Trotti e i suoi amici erano entusiasti, come anche il loro nuovo idolo: «La cosa più importante per i ragazzi è che durante l’allenamento ci si diverta. Tutto il resto viene da sé.»

Newsletter Kids

Giochi, divertimenti e tante novità sull’UBS Kids Cup

Per abbonarsi