Alla conferenza stampa con Mujinga e Kariem Dietro le quinte della Weltklasse Zürich

I vincitori dell'UBS Kids Cup incontrano Mujinga Kambundji e Kariem Hussein dietro le quinte della Weltklasse Zürich

Vincere all'UBS Kids Cup è già di per sé un'esperienza che non si scorda tanto facilmente. Quest'anno, poi, tre vincitori del concorso UBS Kids Cup hanno potuto sbirciare dietro le quinte della Weltklasse Zürich. E, ciliegina sulla torta, Anja, Jaël e Janis hanno avuto l'opportunità di intervistare due stelle dell'atletica leggera come Mujinga Kambundji e Kariem Hussein.

Come veri VIP (inglese: Very Important Persons = VIP), i tre appassionati di atletica leggera hanno ricevuto i pass per il backstage che aprono tutte le porte, buoni per il buffet degli atleti e un servizio di assistenza personalizzato.

Questo mercoledì pomeriggio, Anja di Coira (GR) e i fratelli Janis e Jaël di Schongau (LU) approfittano del servizio esclusivo che altrimenti viene riservato solo ad alcune persone selezionate: con un pass VIP per il lounge degli atleti si gustano un ricco buffet che offre cibi dai profumi invitanti così come frutta fresca e leccornie golosissime che fanno venire l'acquolina in bocca.
A differenza delle star che a quanto pare non possono mangiare tutto, Anja, Jaël e Janis riempiono per bene i loro piatti e si siedono accanto all’ostacolista e velocista Lea Sprunger. La simpatica atleta saluta calorosamente i bambini e si intrattiene con questi ospiti VIP.

Dopo lo spuntino è la volta della conferenza stampa con Kariem Hussein e Mujinga Kambundji. Anja, Jaël e Janis si siedono in prima fila e rimangono stupiti per la massiccia presenza di telecamere. Le loro domande però se le tengono per dopo la conferenza. Dopo, infatti, li aspetta un appuntamento esclusivo con i loro idoli. «Quanto sono lunghi i tuoi capelli quando li stiri?», vuole sapere Jaël da Mujinga. E Janis chiede a Kariem qual è il suo cibo preferito. Anja è curiosa di conoscere gli scherzi che si fanno i campioni di atletica leggera. Il colloquio è divertente e l'atmosfera è distesa. Alla fine ovviamente autografi per tutti e l’immancabile selfie. «È stata un'esperienza unica», ci dice Anja. «Grazie a UBS abbiamo potuto incontrare di persona dei grandi atleti.»

Newsletter Kids

Giochi, divertimenti e tante novità sull’UBS Kids Cup

Per abbonarsi