Sport, vacanze Il racconto delle vacanze di Noemi Zbären

Sportiva d’élite ma pigra in vacanza? Leggi come trascorre le vacanze la vincitrice di una medaglia olimpica Noemi Zbären.

Ostacoli e traguardi sempre all’orizzonte, anche in vacanza: Noemi Zbären.

Giorni spensierati sotto le palme. L’ambasciatrice della UBS Kids Cup Noemi Zbären (21 anni) si è davvero meritata questa vacanza. La campionessa europea Under 23 nei 100 metri a ostacoli non sta mai ferma e un master in biochimica è decisamente più interessante di un veloce aggiornamento dello stato su Facebook. Un paio di giorni dedicati al dolce far niente sono quindi un lusso gradito e ben meritato.

«Ma generalmente preferisco scoprire una città interessante o intraprendere un tour in un Paese che non conosco», afferma Noemi. Tanto meglio se si parte per mete lontane, nonostante per il suo lavoro sia già spesso in viaggio. Una cosa è certa: la talentuosa ragazza non può restare a lungo con le mani in mano. Chi è abituato a essere sempre attivo, infatti, ha bisogno prima o poi di movimento e azione. Perfetto, quindi, se in vacanza si possono combinare sport, cultura e divertimento: scoprire il Paese con un lungo tour in bicicletta, camminare sulla spiaggia al tramonto o semplicemente fare un breve allenamento muscolare all’ombra delle palme.

Se ci si vizia poi con un cocktail di frutta o una deliziosa specialità locale, la vacanza è davvero perfetta. L’importante è approfittare al massimo delle vacanze e sfruttarle anche per rilassarsi, per poter riprendere poi la vita quotidiana con nuovo slancio.

Un tour alla scoperta del Paese in bicicletta: l’ambasciatrice della UBS Kids Cup Naemi Zbären e il suo ragazzo.

Newsletter Kids

Giochi, divertimenti e tante novità sull’UBS Kids Cup

Per abbonarsi