Banconote: produzione e informazioni

Come vengono prodotte le banconote? Chi le produce? Qui le risposte a tutte le domande sulle nostre banconote!

Come vengono fabbricate le banconote?

Le banconote sono, in realtà, solo dei foglietti colorati. Ma valgono un bel po’: 10, 20, 50, 100, 200 o 1000 franchi. Per questo motivo non devono soltanto avere un bell’aspetto, ma devono anche essere robuste e sicure. Le banconote svizzere sono così resistenti che potresti addirittura farle bollire! Qui troverai le risposte alle domande più complesse sulle nostre banconote.

Chi ha inventato i soldi di carta?

Foto: BNS

Chi ha inventato i soldi di carta?

I cinesi che già attorno al 650 hanno iniziato a utilizzare i soldi di carta. In Europa le prime banconote sono state introdotte a partire dal 1661, quindi ben 1000 anni dopo.

Perché esistono le banconote?

Perché esistono le banconote?

All’inizio tra gli uomini avveniva lo scambio di merci. Si dava, ad esempio, un pollo per ricevere un’ascia. Più tardi gli scambi cominciarono a essere effettuati con argento e oro. E alla fine sono nate le monete. Tuttavia, chi possedeva tante monete doveva anche portarsi dietro un bel peso. Per le persone ricche era troppo faticoso. È per questo motivo che si iniziò a distribuire dei buoni, ad esempio per 1000 monete d’argento. Questi pratici buoni si chiamano oggi banconote.

Chi produce le nostre banconote svizzere?

Chi produce le nostre banconote svizzere?

La ditta Orell Füssli di Zurigo, che produce banconote svizzere su incarico della Banca nazionale svizzera, ma anche per altri Stati. La Banca nazionale è l’unica banca in Svizzera che può emettere banconote. In pratica si tratta di una banca principale con sede a Berna e Zurigo. La Banca nazionale distribuisce il denaro alla Posta e alle banche di tutta la Svizzera, ad esempio a UBS.

Come si producono le banconote?

Come si producono le banconote?

Le banconote vengono stampate, così come i giornali, i libri o i fumetti. Ma poiché hanno un grande valore e devono soddisfare dei criteri di sicurezza, per la produzione servono una carta robusta, colori sicuri e speciali macchine da stampa.

Perché la carta è così resistente?

Perché la carta è così resistente?

La normale carta per scrivere si strapperebbe troppo in fretta. Ecco perché le banconote non sono fatte di carta, ma di cotone. Proprio come la tua t-shirt o la tua felpa. Il cotone viene ridotto in poltiglia, mescolato con la colla e steso fino a farlo diventare una carta speciale.

Servono anche colori speciali?

Servono anche colori speciali?

Sì, il colore deve essere, ad esempio, molto resistente all’acqua perché può capitare che le banconote finiscano in lavatrice. Se una volta dimentichi una banconota nei tuoi pantaloni sporchi, non temere: nel lavaggio la banconota non si rovina. I pantaloni con la banconota nella tasca potresti addirittura farli bollire!

Cosa succede nella fabbrica delle banconote?

Cosa succede nella fabbrica delle banconote?

Nella fabbrica delle banconote di Orell Füssli ci sono enormi macchine da stampa. I fogli di carta per le banconote vengono stesi su queste macchine, da cui passano più volte per essere stampati con diverse tecniche: stampa offset, calcografia e molte altre. Ogni passaggio di stampa serve a rendere più difficile la falsificazione. Una volta finita la stampa, la macchina taglia le singole banconote e li raggruppa in mazzetti. Un mazzetto ha più o meno le dimensioni e il peso di un grosso libro, ma può contenere fino a mille banconote da 1000 franchi, quindi 1 milione di franchi svizzeri!

Quante banconote esistono?

Foto: BNS

Quante banconote esistono?

Al momento (maggio 2015) circolano, in tutto il mondo, 390000000 banconote svizzere, che tutte assieme hanno un valore di oltre 60 miliardi di franchi (60000000000 franchi). Questo importo permetterebbe di comprare diverse aziende elvetiche. La banconota da 1000 franchi svizzeri è quella con il valore stampato più alto in tutto il mondo, da quando Singapore ha smesso di emettere la banconota da 10000 dollari.

Nel 2016 saranno emesse nuove banconote svizzere. Perché?

Nel 2016 saranno emesse nuove banconote svizzere. Perché?

I falsificatori cercano continuamente di imitare le banconote. Quanto più a lungo una banconota è in circolazione, tanto più tempo hanno i falsificatori per tentare la produzione di copie. Per questa ragione, circa ogni 20 anni la Banca nazionale svizzera emette nuove banconote. Le prossime saranno pronte nel 2016.

Dove vanno a finire le banconote distrutte?

Dove vanno a finire le banconote distrutte?

Se la tua banconota è strappata, bruciata oppure masticata da un cane, portala a uno sportello UBS. Se più della metà della banconota si è salvata, ne riceverai subito una nuova in cambio.


Vera o falsa?

Puoi verificare personalmente se una banconota è autentica. Qui trovi tutte le caratteristiche di sicurezza che ti difendono dal denaro falso.

Doppia croce svizzera

Su ogni lato della banconota è stampata una croce. Tieni la banconota in controluce in modo che il retro del biglietto sia in trasparenza: vedi che le due croci combaciano perfettamente?

La cifra ballerina

Sopra l’immagine del personaggio sono stampate tre pellicole argentate, quella centrale mostra il numero cangiante. Se muovi il biglietto su e giù sembra che il numero si sposti, quasi danzasse.

Testo microscopico

Osserva la banconota con una lente. Riesci a vedere il testo scritto in caratteri piccolissimi? Sulla banconota da 50 franchi, per esempio, all’interno del piccolo quadrato giallo c’è scritto che la donna raffigurata ha disegnato anche burattini. Questa artista si chiama Sophie Taeuber-Arp.

Il codice per non vedenti

Anche le persone che hanno problemi alla vista sono in grado di riconoscere le banconote. Per loro viene stampato un codice che riconoscono al tatto. Sul biglietto da 10 franchi è stampato un cerchio con un punto.


Numero magico, cifra colorata, numero camaleontico ...

Sul lato sinistro della banconota si trovano altre misure di sicurezza. Queste sono evidenziate con delle lettere:

A. Numero magico: tieni la banconota come se fosse un foglio di carta e avvicinala alla luce: in questo modo vedrai riflettere il numero magico.

B. Numero in filigrana: tieni il biglietto in controluce, vedi la filigrana?

C. Cifra colorata: sfrega la cifra colorata su un foglio bianco e noterai che questa lascia una traccia colorata.

D. Cifra perforata: se tieni la banconota in controluce, puoi riconoscere una cifra perforata.

E. Numero camaleontico: tieni la banconota come se fosse un foglio di carta e inclinala in avanti e in dietro. Il numero cambia colore proprio come un camaleonte.

F. Numeri visibili agli ultravioletti: su ogni banconota sono nascosti due numeri visibili soltanto sotto la luce UV, quella luce ultravioletta che illumina i colori chiari.

G. Numero brillante: il numero brilla quando il biglietto viene mosso.

H. Numero rovesciato: per vedere questo numero appoggia la banconota sul tavolo e guardala da molto vicino.

Striscia argentata

Sul retro della banconota puoi osservare alcune parti del filo argentato. Se tieni il biglietto in controluce, puoi vedere tutto il filo.

Numero di serie

Sul retro di ogni banconota figura un numero diverso, formato da lettere e cifre.

Foto: BNS

Newsletter Kids

Giochi, divertimenti e tante novità sull’UBS Kids Cup

Per abbonarsi