Mantenere la rotta Le più frequenti trappole per gli investitori

Negli investimenti di denaro, le emozioni sono cattive consigliere.

Come gli investitori si lasciano influenzare dalle emozioni

Perfino un investitore esperto corre sempre il rischio di prendere decisioni istintive. Tuttavia se conosce le tipiche trappole che lo attendono, può evitarle.

Le più frequenti trappole per gli investitori

1. Mi sto lasciando sfuggire un’enorme opportunità? – Istinto gregario

Un’azione schizza alle stelle. Il nostro investitore tipo ha la sensazione di perdere una tendenza e decide quindi di reagire. Ma con la tempistica sbagliata: l’acquisto avviene proprio poco prima che la quotazione sopravvalutata crolli a picco.

2. Perché arrivo sempre troppo tardi? – Avversione alle perdite

Poco dopo cade nella trappola successiva. La quotazione continua a scendere. Con coraggio aspetta che la presunta fase di debolezza passi. Ma poi non resiste più e vende in tutta fretta, accusando grandi perdite. All’improvviso però il corso rimonta. Ha di nuovo agito nel momento sbagliato.

Le forti perdite subite hanno reso l’investitore eccessivamente cauto. D’ora in poi sceglierà solo investimenti sicuri come le obbligazioni, lasciandosi tuttavia di nuovo sfuggire la ripresa sul mercato azionario. Fino alla prossima occasione in cui seguirà l’istinto gregario e arriverà di nuovo troppo tardi.

Testate la vostra avversione alle perdite

Gioco 1: vincita sicura

Fate la vostra scelta.

a) Ricevere in ogni caso CHF 900

b) Giocare d’azzardo con il

  • 90% di probabilità di vincere CHF 1000
  • 10% di probabilità di non vincere nulla

Gioco 2: perdita sicura

Qual è la vostra scelta?

a) Perdere in ogni caso CHF 900

b) Giocare d’azzardo con il

  • 90% di probabilità di perdere CHF 1000
  • 10% di probabilità di non perdere nulla

Nel Gioco 1 avete scelto la variante a più sicura e nel Gioco 2 la variante b più rischiosa? Allora la vostra decisione coincide con quella dell’80% degli intervistati. Manifestamente vi comportate in maniera differente in una situazione vincente o in una perdente. Il vostro comportamento denota una palese avversione alle perdite. In una situazione vincente volete un guadagno sicuro. Quando siete confrontati a una situazione perdente, è relativamente grande la vostra disponibilità a correre maggiori rischi per evitare le perdite.

Con analisi, strategie e disciplina vi aiutiamo a mantenere i vostri investimenti sulla giusta rotta e ad evitare trappole di questo tipo. Contattateci subito per saperne di più.

3. Sento solo quello che voglio sentire? –  Errori dovuti alla ricerca di conferme

In modo del tutto inconscio il nostro investitore ascolta solo le notizie che vuole ascoltare. È alla ricerca di conferme, non di insicurezza. Soprattutto quando si tratta dei suoi investimenti. In questo modo si lascia sfuggire evoluzioni importanti.

4. Perché mi fido solo di quello che conosco? – Propensione per il mercato domestico

L’investitore preferisce mercati che conosce. E perde così le opportunità offerte dai mercati emergenti.

Nulla è più sicuro di ciò che è famigliare. L’investitore sceglie generalmente ciò che è più vicino. Di conseguenza, in tutto il mondo i portafogli d'investimento sono simili tra loro: circa due terzi sono investiti nel mercato locale. In Svizzera questa concentrazione è ancora più marcata: l’investitore medio colloca il 74% del proprio portafoglio in titoli nazionali. Questo atteggiamento comporta tuttavia dei rischi e ha penalizzato sensibilmente molti investitori svizzeri, come ad esempio all’inizio del 2015 quando la Banca nazionale svizzera ha abbandonato la soglia minima di cambio con l’euro. Una diversificazione geografica globale del portafoglio azionario può limitare le perdite, poiché nessuna crisi geopolitica e nessun evento di mercato si ripercuotono allo stesso modo su scala globale.

Ma la diversificazione globale non è l’unico fattore che consente di ottenere una migliore performance. Altrettanto importante è ripartire il patrimonio su diverse classi di attivi. Con analisi e strategie vi aiutiamo a definire al meglio il vostro portafoglio in sintonia con il vostro profilo d’investitore e a gestirlo in modo disciplinato. Contattateci ora per saperne di più.

5. Perché non ho riconosciuto i segnali? – Errori dovuti a un atteggiamento retrospettivo

A posteriori è sempre chiaro di chi è stata la colpa o che le cose non potevano andare diversamente. L’investitore pensa che in effetti avrebbe dovuto prevedere tutto, anche se in realtà era impossibile.

6. So fare le giuste valutazioni? – Ancoraggio

L’investitore deve decidere se vendere o meno un’azione. Per farlo basa la propria decisione sul prezzo di acquisto del titolo: l’azione dovrebbe avere questo valore, quindi la venderà soltanto alla quotazione corrispondente.
Ma in che modo il corso azionario dello scorso mese esprime il valore effettivo dell’azienda? L’investitore orienta la propria decisione d’investimento su una cifra qualunque.

Come posso evitare le trappole per gli investitori? 

Imparate quanto più possibile sui comportamenti tipo e, soprattutto, sulla vostra personalità relativa agli investimenti. Qual è il rischio che riuscite a sostenere? Quali sono le vostre aspettative di rendimento?
Verificate poi se il vostro portafoglio è effettivamente adatto a voi. Siamo lieti di consigliarvi in un colloquio di consulenza.

Financial Personality Test 

Per individuare la strategia d’investimento giusta dovete stimare in modo corretto la vostra propensione al rischio. L’UBS Financial Personality Test è lo strumento adatto.

UBS Advice

Con UBS Advice siete voi a tenere i comandi, ma noi siamo sempre al vostro fianco.