Nuovi fondi per il pilastro 3a I giovani possono sperare

Vincent Duval, manager di fondi, spiega i fondi per il pilastro 3a.

Vincent Duval è gestore di portafoglio del fondo d’investimento UBS Vitainvest. Da 10 anni lavora presso UBS e gode di oltre 20 anni di esperienza nei mercati finanziari.

Perché per il pilastro 3a dovrei investire in un fondo?

In linea di principio, il pilastro 3a vale la pena perché offre vantaggi fiscali. I versamenti possono essere dedotti dal reddito imponibile fino a un importo massimo (attualmente pari a 6768 franchi per i lavoratori con cassa pensioni). Si può scegliere tra un conto del pilastro 3a con un tasso d’interesse preferenziale, un fondo o una soluzione assicurativa. Rispetto al tradizionale conto di risparmio, su un conto del pilastro 3a viene applicato un tasso d’interesse maggiore. Attualmente i tassi sono più bassi che mai: tuttavia nei mercati dei capitali le opportunità di rendimento sono maggiori. Da un confronto storico a lungo termine si evince che le azioni generano un rendimento superiore rispetto agli investimenti a reddito fisso o a un conto di risparmio; tuttavia sono anche soggette a oscillazioni di valore più forti. Con un fondo per il pilastro 3a, ad esempio UBS Vitainvest, è possibile partecipare all’andamento dei mercati finanziari.

Qual è la differenza tra i fondi UBS Vitainvest e i prodotti della concorrenza?

Gestiamo il fondo UBS Vitainvest in base al principio multimanager.

Qual è il vantaggio di un approccio multimanager?

L’idea dell’approccio è lavorare con i migliori manager di fondi – anche se si tratta di «esterni». Gli investitori hanno quindi accesso a fondi selezionati di famosi amministratori patrimoniali con diversi stili e strategie di investimento. Complessivamente i fondi Vitainvest non sono quindi soltanto diversificati in base alle categorie di investimento (per esempio azioni, obbligazioni e immobili) ma anche agli stili d’investimento.

Per ogni fondo nel fondo vengono applicate però delle commissioni?

La nostra soluzione con fondi di fondi è estremamente efficiente, trasparente e conveniente. Gli investitori possono comprendere in ogni momento quale strategia viene seguita per il portafoglio. L’approccio multimanager è vantaggioso per i nostri clienti: nei recenti periodi di uno, tre ovvero cinque anni, i fondi Vitainvest hanno ottenuto rendimenti eccellenti e si posizionano nel primo o nel secondo quartile (alla fine del terzo trimestre) della classifica Morningstar.

Questi fondi coincidono sempre con le disposizioni legali del secondo e del terzo pilastro?

Sì, la politica d’investimento si orienta alle disposizioni della Legge sulla previdenza professionale (LPP). Le direttive vengono rigorosamente rispettate – anche quando modifichiamo il fondo. Si svolge un processo a più livelli che impedisce la violazione delle disposizioni di legge. Rientrano anche moniti rispetto all’implementazione di nuovi investimenti, nonché un controllo giornaliero attraverso esperti indipendenti dal management del fondo.

I nuovi fondi Vitainvest 75 dispongono di una quota azionaria di circa il 75 %. Legalmente è accettabile?

Sì. Generalmente, la maggior parte dei fondi azionari per il pilastro 3a ha finora avuto una quota azionaria al massimo del 50 %. Ma in determinate condizioni il legislatore consente un peso azionario target superiore: il portafoglio deve essere adeguatamente diversificato, affrontare un rischio adeguato allo scopo previdenziale e l’investitore deve ricevere apposite spiegazioni sui rischi maggiori.

A chi sono adatti i nuovi fondi?

Il fondo Vitainvest 75 prevede un orizzonte temporale lungo (10 anni o più), con una capacità di rischio e una propensione al rischio maggiori. Ma come contropartita offre allettanti opportunità di rendimento. In particolare i giovani che voglio affrontare in anticipo la propria previdenza possono conseguire con i nostri fondi rendimenti soddisfacenti fino alla pensione.

Svizzera o mondo?

I fondi UBS Vitainvest sono disponibili in diverse varianti. Così gli investitori possono decidere se vogliono investire preponderatamente in Svizzera o a livello globale. Si può scegliere anche la quota azionaria – che determina in larga misura il rapporto rischio-rendimento. A seconda delle richieste, al momento del pensionamento le quote dei fondi possono essere vendute totalmente o parzialmente oppure trasferite nel normale deposito titoli. Questo offre una flessibilità aggiuntiva agli investitori.

Guida sulla previdenza

Guida gratuita su previdenza, eredità e lasciti. Con preziosi consigli.

L'ABC della previdenza

Il sistema previdenziale svizzero in breve. Con consigli previdenziali gratuiti.