È meglio acquistare o costruire? Acquistare una casa già esistente? Perché no?

Nuovo è sinonimo di “moderno”, ma non sempre di “migliore”. Le case già esistenti offrono vantaggi soprattutto per le famiglie.

La famiglia tipo ha le idee ben chiare sulla casa dei sogni: giardino con parco giochi, cucina con penisola e angolo benessere. Ecco perché, spesso e volentieri, decide di affidare la realizzazione delle proprie quattro mura a uno studio di architettura. In alternativa, può beneficiare di ampi margini di manovra anche acquistando "su carta" una casa e includendo i propri desideri il più presto possibile in fase di progettazione o costruzione. A grandi linee sono questi i principali vantaggi di una nuova costruzione.

Il prezzo da pagare

Ma i vantaggi hanno anche il loro prezzo. Spesso, infatti, i costi per una nuova edificazione superano quelli di una casa già esistente. Inoltre, seguire il processo di costruzione e prendere innumerevoli decisioni richiede molto tempo e comporta stress, soprattutto se si verificano ritardi o errori.

Acquistare una casa già costruita è decisamente meno impegnativo, perché si vede ciò che si compra. Inoltre, nella maggior parte dei casi è possibile capire subito come si svolgono le dinamiche di quartiere, compreso ciò che accade al parco giochi e lungo il tragitto casa-scuola. Tutti questi sono fattori importanti per le famiglie.

Nessuna garanzia

D’altra parte, però, l’acquisto di un’abitazione esistente non offre alcuna garanzia rispetto a una nuova costruzione, dei cui vizi rispondono in genere le imprese edili per cinque anni. Per le costruzioni già in essere, invece, i venditori sono tenuti a intervenire solo per i cosiddetti vizi occulti. Altrimenti sono solitamente vendute “così come sono”. Ecco perché è consigliabile fare un sopralluogo accurato e farsi accompagnare da un esperto.

Al riguardo può rivelarsi molto utile l’UBS Immo-Check, perché fornisce informazioni immediate sull’immobile in questione, sul comune, sul fabbisogno di ristrutturazione, sul prezzo d’acquisto e sulla sostenibilità finanziaria. Permette inoltre di valutare eventuali lavori di ristrutturazione, nonché la misura in cui si vuole adeguare la costruzione alle proprie esigenze. A seconda del budget, è consigliabile eseguire prima i lavori più urgenti e rimandare il resto a un secondo tempo. In ogni caso, è utile fissare per tempo un colloquio con un consulente alla clientela di UBS.

Attenzione ai costi energetici

L’acquisto di una casa già esistente è, al primo sguardo, più rispettosa dell’ambiente rispetto a una nuova costruzione. Con il passare del tempo, però, le cose cambiano. Le case vecchie, infatti, sono spesso mal isolate e dotate di impianti energetici obsoleti. Solo una minima parte delle costruzioni in Svizzera dispone di impianti di ultima generazione. Di conseguenza, i più alti costi energetici possono annientare il risparmio inziale. La buona notizia? L’efficienza energetica può essere migliorata con semplici interventi.

In fin dei conti, però, la casa perfetta non esiste. Ecco perché non bisogna chiedersi se, ma a quali compromessi si è disposti a scendere.

Risanare in maniera ecosostenibile: ecco come fare

Le risposte sono state fornite da Achim Geissler, responsabile del gruppo di ricerca sulla costruzione e docente per la costruzione ecosostenibile all’istituto superiore di qualificazione professionale della Svizzera nordoccidentale (FHNW).

Con alcuni accorgimenti, una casa vecchia può essere trasformata in un edificio efficiente sul piano energetico.

Chi acquista un’immobile a che cosa deve prestare attenzione per vivere in modo ecosostenibile?

Alla posizione. La Società degli Ingegneri e degli Architetti (SIA) svizzera consiglia di considerare anche la "mobilità indotta dall'edificio". Una casa in campagna con standard Minergie P, per raggiungere la quale si devono percorrere 30 km al giorno con due macchine, è meno ecosostenibile di una vecchia costruzione in centro ben servita dai mezzi pubblici.

Qual è la prima cosa che potrebbe fare una famiglia che vuole rendere la propria casa più ecosostenibile?

In genere, la cosa più semplice è sfruttare l’energia solare. I collettori solari sono ideali per riscaldare l’acqua. In alternativa, si può produrre corrente elettrica grazie a un impianto fotovoltaico. Se il tetto ha già una certa età, si potrebbe intervenire migliorandone l’isolamento. Il tetto rappresenta un’area vasta ed è facilmente accessibile. Questo tipo di intervento comporta, dunque, diversi vantaggi con un dispendio calcolabile.

Quali sono gli altri interventi energetici importanti?

Dipende dalle circostanze. Il riscaldamento è assicurato da combustibili fossili? Si può utilizzare una pompa di calore con una sonda geotermica? In linea generale, la coibentazione – l’isolamento termico – è fondamentale, perché aiuta a ridurre il consumo di energia. Se, per esempio, si ha intenzione di ritinteggiare la facciata, è consigliabile valutare anche il rifacimento della coibentazione esterna.

Interessi vantaggiosi per le ristrutturazioni

Con l’ipoteca UBS "renovation", chi vuole rinnovare l’abitazione di proprietà beneficia di interessanti agevolazioni sul tasso d’interesse, soprattutto se in seguito l’immobile acquisisce uno standard costruttivo efficiente sul piano energetico. Se dispone di un certificato Minergie® o CECE®, approfitta di un’ulteriore riduzione del tasso d’interesse. Minergie è il sigillo di qualità per l'efficienza energetica, mentre il CECE è il certificato energetico degli edifici.