UBS House View 2019

La grande illusione. Ripensare i mercati ai tempi della de-globalizzazione.

I cambiamenti politici e sociali lanciano nuove sfide ai mercati.

Nelle economie occidentali, le classi medie sentono di aver pagato il conto della globalizzazione e scelgono forze politiche che propongono modelli alternativi, facendo leva sul comune senso di incertezza.

Nuovi muri e vecchie frontiere minacciano di isolare popoli e nazioni, con conseguenze imprevedibili per i mercati. Protezionismo commerciale, populismi in auge, illusione di indipendenza finanziaria e irrigidimento dei confini mettono a rischio l'attuale ciclo economico e la crescita di lungo termine.

In questo scenario, ha ancora senso parlare di globalizzazione? L'Europa riuscirà a ritrovare la sua identità e giocare alla pari con Stati Uniti e Cina? E siamo sicuri che tornare a essere padroni di noi stessi sia davvero conveniente?

Stiamo entrando in una fase di de-globalizzazione: con quali conseguenze per i mercati finanziari e le nostre scelte di investimento?

Ne parliamo insieme ai nostri esperti, a Roma giovedì 7 febbraio 2019.

Matteo Ramenghi

Chief Investment Officer, UBS Wealth Management Italia

Matteo Ramenghi è il Chief Investment Officer di UBS Italia.

La sua carriera in UBS inizia nel 2000 nell'Investment Bank del Gruppo a Londra dove, per quasi quindici anni, si occupa di istituzioni finanziarie, dapprima curandone fusioni e acquisizioni e in seguito operando nel settore della ricerca azionaria.

Tornato nel nostro paese assume la guida del team di ricerca mantenendo la responsabilità dell'analisi delle banche italiane e ricoprendo incarichi di crescente responsabilità fino alla nomina a Responsabile del settore bancario per l'Europa emergente.

Grazie alla sua profonda conoscenza del settore bancario e dell'economia italiana, nell’estate del 2015, Matteo Ramenghi fa il proprio ingresso in UBS Italia con il ruolo di Chief Investment Officer partecipando al processo di investimento globale della divisione Wealth Management.

Nel suo lavoro, può contare sulle analisi economiche e finanziarie di oltre 900 analisti a livello globale all'interno del Gruppo UBS.

Di base a Milano, Matteo Ramenghi è anche impegnato nel portare le strategie di investimento del Gruppo a diretto contatto degli investitori italiani attraverso pubblicazioni, conferenze, incontri con i media e con clienti.


Paul Donovan

Global Chief Economist, UBS Wealth Management

Nel 2016 Paul Donovan entra a far parte di UBS Wealth Management con il ruolo di Global Chief Economist.

Paul inizia la sua carriera in UBS nel 1992 in UBS Investment Bank fino a diventare negli anni Global Economist per la divisione di Wealth Management, dedicata alla gestione dei grandi patrimoni privati.

Oggi partecipa al Comitato di Investimento Globale di UBS, contribuendo allo sviluppo delle prospettive economiche e della visione di UBS su politica, mercati e investimenti, nonché della loro presentazione e diffusione a livello globale.

Le sue acute riflessioni su economia, società e tendenze e la puntualità dei suoi commenti, talvolta provocatori e fuori dal coro, lo rendono abituale opinion leader sui principali media internazionali.

Co-autore di numerosi libri - alcuni sulla crisi finanziaria e la sostenibilità ambientale – ha pubblicato di recente “The Truth About Inflation”.

Attivo su più fronti, Paul esprime passione e impegno anche nella lotta al cancro, come fondatore del “Peter Culverhouse Memorial Trust”, a sostegno della ricerca e delle cure ai malati.


Paolo Federici

WM Market Head Italy and Italy Branch Head UBS Europe SE

Paolo Federici, 48 anni, entra in UBS nella primavera del 2018 in qualità di Head of Wealth. Nel mese di settembre è stato nominato Market Head di UBS Wealth Management in Italia.

In Fidelity dal 2005, Federici ha ricoperto una molteplicità di incarichi in oltre 12 anni di collaborazione. Da ultimo impegnato come Head of Northern Europe, è stato in precedenza Global Head of Products.

Dal 2013 al 2015 ha guidato l’Europa del Sud e l’America Latina, tra il 2005 e il 2011 è stato prima Head of Sales e quindi Country Manager di Fidelity per il nostro paese.

Prima di Fidelity, nel 2003 Federici era nel Gruppo San Paolo IMI come co-direttore generale di Epta Consors per poi assumere, dal 2004, il ruolo di responsabile dello sviluppo commerciale del wealth management di Sanpaolo Imi.

Roma, 7 febbraio 2019
Ore 18.30

MAXXI
Auditorium – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo.
Indirizzo: Via Guido Reni 4a